Tragedia nel Bresciano dove una bambina di sette mesi è morta soffocata in casa, davanti ai genitori, per avere ingerito un giocattolo. Inutile la corsa al pronto soccorso: la piccola è morta in ospedale poco dopo.

Palazzolo, bimba di 7 mesi ingoia un giocattolo e muore soffocata

È successo nel pomeriggio di ieri, lunedì 21 settembre, a Palazzolo, in provincia di Brescia. L'allarme è scattato attorno alle 17.30. La famiglia, di origine straniera, vive nel quartiere di Mura vecchia. Ai soccorritori i genitori, disperati, hanno riferito che la piccola aveva ingoiato una parte di un giocattolo, o un palloncino sgonfio, mentre giocava sotto la supervisione dei genitori. Immediatamente la bimba ha iniziato a soffocare e tutti i tentativi di aiutarla, prima da parte dei famigliari e poi dei soccorritori del 118, sono purtroppo risultati vani. Resta ancora da chiarire la dinamica dell'accaduto e le eventuali responsabilità da parte dei genitori della bimba.

Bimba rischia di soffocare al ristorante, salvata da volontario della Croce bianca

Nel mese di luglio a Montichiari, sempre in provincia di Brescia, un volontario della Croce bianca era riuscito a salvare la vita di una bambina che aveva rischiato di soffocare mentre si trovava con i genitori in un ristorante. Alla piccola era andato di traverso un boccone di cibo e non riusciva più a respirare. Il soccorritore si è alzato dal suo tavolo e ha eseguito la manovra di disostruzione delle vie aeree che le ha permesso di riprendere a respirare. In pochi secondi il soccorritore, veterano della Croce bianca, era riuscito a eseguire una manovra di disostruzione delle vie aeree che aveva permesso alla piccola di tornare a respirare normalmente.

Per evitare il soffocamento nei bambini che accidentalmente ingeriscono un oggetto o che rischiano di strozzarsi con il cibo, è possibile utilizzare alcune manovre di disostruzione pediatrica, piccoli gesti che se eseguiti correttamente sono in grado di rimuovere le ostruzioni delle vie aeree e salvare la vita ai bimbi.