236 CONDIVISIONI
11 Giugno 2021
12:18

Tensione fuori da un presidio Fedex-Tnt: operai picchiati brutalmente con sassi e bastoni

Notte di tensione a Tavazzano, in provincia di Lodi dove alcuni operai in presidio fuori dai magazzini di Zampieri sono stati aggrediti con bastoni e sassi: uno di loro è stato trasportato in codice rosso all’ospedale San Matteo di Pavia e – secondo il sindacato – verserebbe in gravissime condizioni.
A cura di Ilaria Quattrone
236 CONDIVISIONI

Un'altra aggressione nei confronti degli operai della Fedex in presidio fuori dai magazzini di Zampieri a Tavazzano, in provincia di Lodi: alcune persone che – secondo il sindacato Si Cobas sarebbero "bodyguard assoldati dai padroni" – hanno picchiato con bastoni, sassi e bottiglie i manifestanti. Per uno di loro si è reso necessario l'intervento del personale sanitario del 118 e il trasporto in codice rosso all'ospedale San Matteo di Pavia.

Diverse ambulanze sono dovute intervenire sul posto

"La squadraccia guidata dai capiclan di Zampieri, mimentizzatasi tra i lavoratori e col sostegno di qualche crumiro ha attaccato il presidio, composto da circa quaranta lavoratori del Si Cobas a mani nude, e per circa dieci minuti è stato lasciato agire indisturbato dalla polizia che era a pochi passi e non ha mosso un dito" denuncia il sindacato su Facebook.

Dai video pubblicati si vedono persone intente a lanciare bastoni e sassi contro i partecipanti al presidio. Dalla centrale operativa dell'Azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia fanno sapere che si è reso necessario l'intervento di diverse ambulanze e automediche: due persone sono state trasportate in codice verde all'ospedale di Lodi, una all'ospedale di Melegnano, un'altra in codice giallo all'ospedale San Matteo e infine una in codice rosso sempre al San Matteo. Quest'ultimo, secondo quanto riferito dall'ospedale a Fanpage.it, è stato dimesso.

Lavoratori aggrediti anche a San Giuliano Milanese

Una situazione simile si era verificata due settimane fa a San Giuliano Milanese: anche lì alcuni lavoratori erano stati aggrediti. Si Cobas ci tiene però a far sapere che: "Fedex e Zampieri non avranno tregua finché non sarà restituito il posto di lavoro ai facchini di Piacenza!Le loro aggressioni non fanno altro che rafforzare la lotta dei lavoratori e indebolire e screditare il fronte padronale! Continueremo a rispondere colpo su colpo alla loro violenza con la forza organizzata dei lavoratori di tutta la filiera e dell'intero settore della logistica".

Anche a Rho proteste fuori dalla Citterio

Questa mattina invece sempre il sindacato Si Cobas ha organizzato un'altra protesta fuori dalla Citterio di Rho. A scendere in strada sono i dipendenti che lavorano nello stabilimento Bellantani di Modena. In una nota stampa fanno sapere che a causa dei continui cambi d'appalti c'è il rischio che alcuni lavoratori perdano il proprio posto: "Da sempre si chiede stabilità per i lavoratori, perché c'è un problema di tassazione aggiuntiva ogni volta che avviene un cambio appalto". Per questo motivo viene chiesto di "procedere alla assunzione diretta di tutte le maestranze operanti nello stabilimento Bellantani di Modena".

236 CONDIVISIONI
Blocco dei cancelli a Truccazzano, operai in protesta: tensione con polizia e carabinieri
Blocco dei cancelli a Truccazzano, operai in protesta: tensione con polizia e carabinieri
Roma, tensioni al Liceo Ripetta: "Vogliamo un dialogo con la preside, non ci vuole parlare"
Roma, tensioni al Liceo Ripetta: "Vogliamo un dialogo con la preside, non ci vuole parlare"
75.648 di Simona Berterame
Ordinanza Texprint, illegittimo il licenziamento di un operaio: gioia davanti al presidio
Ordinanza Texprint, illegittimo il licenziamento di un operaio: gioia davanti al presidio
Travolto da onda in Costa Rica: muore a 27 anni Marco Penza, il volontario che salvava le tartarughe
Travolto da onda in Costa Rica: muore a 27 anni Marco Penza, il volontario che salvava le tartarughe
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni