10 Maggio 2022
12:41

Regionali Lombardia 2023, la strategia del Pd: coalizione aperta e candidato entro l’estate

Il nome del candidato che correrà per Palazzo Lombardia il prossimo anno per il centrosinistra verrà svelato prima dell’estate. “Adesso si sta puntando ad avere una coalizione aperta con le forze politiche all’opposizione”, spiega a Fanpage.it il segretario regionale del Partito democratico Vinicio Peluffo.
A cura di Giorgia Venturini

C'è un obiettivo e c'è un limite di tempo. Solo allora si avrà il nome del candidato del centrosinistra per le elezioni regionali 2023. Ad oggi i candidati che correranno per Palazzo Lombardia sono ancora tutti da decidere: se però il centrodestra sembra sempre più vicino a un Fontana bis l'opposizione sta ancora studiando accordi e alleanze. Intanto sul tavolo ci sono i primi nomi: come quello dell'economista Carlo Cottarelli, del sindaco di Brescia Emilio Del Bono e del sindaco di Milano Beppe Sala.  Se però il primo ha già rivelato che sarebbe pronto a pensarci nel caso glielo proponessero, l'inquilino di piazza della Scala avrebbe già sgonfiato qualsiasi possibilità di trasloco da Palazzo Marino a Palazzo Lombardia. Nulla però è ancora da escludere.

Il candidato del centrosinistra entro l'estate

Ad oggi di certo ci sono solo le tempistiche spiegate a Fanpage.it dal segretario regionale del Partito democratico Vinicio Peluffo: "Sceglieremo il candidato entro l'estate". Il segretario dem poi entra nei particolari: "Abbiamo fatto appello a tutte le forze politiche dell'opposizione per fare un lavoro comune. Abbiamo proposto di costruire un progetto aperto basato su un centrosinistra ampio e plurale, visto che nel 2018 il centrosinistra si è presentato diviso alle elezioni regionali". I democratici puntano a un dialogo e confronto sui programmi con gli esponenti del Movimento 5 Stelle, "come abbiamo fatto in passato e stiamo facendo in questi giorni per le amministrative. Questo lavoro lo stiamo facendo con tutti i Comuni al voto tenendo presente che ogni paese ha una storia a sé". Una volta passate le amministrative di giugno e prima della pausa estiva verrà deciso il candidato che "girerà per la Lombardia a farsi conoscere e a incontrare i cittadini".

Fontana vicino al bis

Se entro l'estate ci sarà il nome del centrosinistra, anche Fontana a breve potrà confermare o meno la sua ricandidatura. "Se lo meriterebbe. Abbiamo lavorato bene in questi anni e sinceramente sarebbe un'ottima occasione per garantire la continuità. Questo ovviamente se lui vorrà", ha spiegato settimana scorsa a Fanpage.it il consigliere regionale dalla Lega Gianmarco Senna. Al momento però il presidente lombardo si è sbilanciato solo dicendo: "La cosa importante è che il centrodestra vada unito ad ogni tipo di elezione" in quanto "ha il maggior numero di elettori, quindi deve vincere il maggior numero di elezioni".

Regionali 2023, perché Beppe Sala potrebbe essere il candidato che unisce il centrosinistra
Regionali 2023, perché Beppe Sala potrebbe essere il candidato che unisce il centrosinistra
Elezioni Lombardia 2023, Attilio Fontana pronto a ricandidarsi: centrodestra diviso
Elezioni Lombardia 2023, Attilio Fontana pronto a ricandidarsi: centrodestra diviso
Dieci giorni dopo l'attacco hacker, ripristinati i sistemi informatici della sanità lombarda
Dieci giorni dopo l'attacco hacker, ripristinati i sistemi informatici della sanità lombarda
Sedicenne accoltellato nel quartiere Santa Giulia, ha un polmone perforato: fermato l’aggressore
Sedicenne accoltellato nel quartiere Santa Giulia, ha un polmone perforato: fermato l’aggressore
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni