162 CONDIVISIONI
24 Gennaio 2023
11:26

Prete trovato impiccato al cimitero: la sua morte resterà senza una spiegazione

Donatien Mbaihornom è il sacerdote che era stato trovato impiccato al cancello di un cimitero di Cormano (Milano): tanti i dubbi che gravitano attorno al suo caso. La Procura ha però richiesto l’archiviazione: questo significa che la sua morte potrebbe rimanere senza una spiegazione.
A cura di Ilaria Quattrone
162 CONDIVISIONI
Donatien Mbaihornom
Donatien Mbaihornom

Il caso di Donatien Mbaihornom, il sacerdote di 39 anni trovato impiccato al cancello del cimitero di Cormano (Milano), va verso l'archiviazione: a rivelarlo è il quotidiano Il Giorno. Sembrerebbe infatti che i due cellulari e il computer abbiano subito danni consistenti, tali da impedire agli inquirenti di poter capire cosa possa essere successo nelle ultime ore di vita del prete.

Per questo motivo, la pubblico ministero Alessia Menegazzo, che indagava per istigazione al suicidio, ha chiesto l'archiviazione. La Procura di Milano aveva infatti richiesto una perizia tecnica che potesse analizzare il traffico di immagini pornografiche che sarebbero state trovate sul computer, le e-mail che Mbaihornom aveva inviato, i messaggi sul suo cellulare e le altre immagini trovate sullo smartphone.

Le borse con gli effetti personali trovate in via Montenapoleone

Il giorno del ritrovamento del cadavere a Cormano, gli investigatori avevano recuperato gli effetti personali del prete in alcune borse abbandonate da tutt'altra parte e precisamente all'interno di un palazzo poco distante da via Montenapoleone a Milano.

Questa particolarità aveva stranito le forze dell'ordine che hanno provato a capire perché l'uomo si trovasse proprio a Cormano considerato anche che era atteso in una sede dell'Università Pontificia a Roma. Il corpo inoltre è stato trovato in un iniziale stato di decomposizione, tale da far credere che fosse lì da almeno due giorni.

Sul cadavere era stata disposta l'autopsia che aveva confermato che il sacerdote è morto per asfissia. Nelle prossime settimane, il giudice per le indagini preliminari deciderà sulla richiesta di archiviazione.

162 CONDIVISIONI
Morte Polina Kochelenko, spunta un secondo cellulare: si cerca un uomo misterioso
Morte Polina Kochelenko, spunta un secondo cellulare: si cerca un uomo misterioso
Tutti i dubbi sul caso di Gabriel, morto dopo un festino a base di sesso e droga con il compagno 71enne
Tutti i dubbi sul caso di Gabriel, morto dopo un festino a base di sesso e droga con il compagno 71enne
Perché la polizia sta indagando sul 30enne morto in metropolitana
Perché la polizia sta indagando sul 30enne morto in metropolitana
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni