3 Giugno 2021
19:49

Pavia, cori razzisti verso calciatore nero: lui non fa fermare il match e realizza il gol vittoria

È entrato in campo a meno di quindici minuti dalla fine della partita ma tanto è bastato per ricevere una pioggia di ululati razzisti provenienti dalla tribuna dei supporter della squadra di casa, il Varzi (Pavia). Vittima delle offese è Jared Bi Zamble, attaccante nero del Codogno (Lodi) nato a Cremona 27 anni fa. Rimasto in campo, ha realizzato la doppietta che ha permesso ai suoi di vincere, ricevendo poi anche la solidarietà degli avversari e del loro presidente.
A cura di Filippo M. Capra
Bi Jared Zamble (Foto Fb)
Bi Jared Zamble (Foto Fb)

Un gol contro il razzismo. La rete segnata da Jared Bi Zamble, attaccante del Codogno (Lodi), che ha portato alla vittoria della sua squadra vale molto più dei tre punti in classifica. Vale oro, dignità, superiorità, in risposta agli ignoranti che, durante la partita contro il Varzi (Pavia), lo hanno preso di mira con cori offensivi e razzisti. Jared, italo-ivoriano nato a Cremona 27 anni fa, non è purtroppo nuovo – così come molti altri giocatori neri – agli insulti in arrivo dagli spalti per via del colore della pelle.

Insulti e ululati razzisti contro Jared

Durante il match contro il Varzi l'arbitro, che a sua volta ha sentito piovere insulti razzisti ai danni del giocatore del Codogno, ha momentaneamente fermato il gioco confrontandosi con il calciatore. Jared, però, non ha voluto sospendere la partita, continuando a giocare per mettere a tacere i supporter rivali sul campo (uno in particolare), resistendo agli insulti e ai cori. Entrato a poco meno di un quarto d'ora dalla fine della sfida, al primo pallone toccato sono arrivati i primi "buu", seguiti da altri ululati in arrivo dalla tribuna. Uno sguardo all'uomo che lo stava offendendo e uno alla porta, e in meno di 15 minuti ha realizzato la doppietta che ha portato in trionfo il Codogno. Nel mentre, i dirigenti della squadra pavese stavano accompagnando fuori il "tifoso".

La solidarietà degli avversari del Varzi

"Mi è successo altre volte in passato, e anche di peggio – ha raccontato Jared al Corriere della sera – ma l’episodio di mercoledì non me lo aspettavo proprio. La frustrazione, insieme a un po’ di ignoranza, ha scatenato reazioni razziste tra il pubblico, da parte di una persona in particolare che ha iniziato a provocarmi con il verso della scimmia. All’inizio non ci ho badato, anche perché il resto del pubblico ha cercato di isolarlo". Solidarietà anche da parte degli avversari e dal presidente del Varzi che, racconta Jared, "è venuto a scusarsi personalmente negli spogliatoi, assicurandomi che l’autore del gesto era stato allontanato dalle tribune. Altre volte in passato, purtroppo, non è successo».

La madre di Giorgio Medaglia, trovato morto nel fiume Adda: "Non era solo, continuate a indagare"
La madre di Giorgio Medaglia, trovato morto nel fiume Adda: "Non era solo, continuate a indagare"
La madre di Polina, morta annegata in un canale: "Troppi dubbi, voglio la verità"
La madre di Polina, morta annegata in un canale: "Troppi dubbi, voglio la verità"
Morde la compagna alle braccia e alle gambe e poi le spacca un dente: arrestato
Morde la compagna alle braccia e alle gambe e poi le spacca un dente: arrestato
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni