Il nuovo Dpcm firmato nella serata di ieri dal premier Conte colloca di fatto la Lombardia nell'area maggiormente a rischio tra le tre individuate dal Governo. Di fatto dunque la Lombardia può essere considerata interamente "zona rossa" perché è una delle regioni a presentare al momento il quadro più critico in cui la diffusione del virus sembra ormai incontrollata. Per questo si è deciso di imporre un vero e proprio lockdown introducendo una serie di norme restrittive che riguardano, tra le altre, gran parte delle attività commerciali che saranno costrette alla chiusura. Ecco, di seguito, quali sono i negozi che resteranno aperti e quali invece chiuderanno in Lombardia, con l'istituzione della zona rossa, come specificato negli allegati 23 e 24 del nuovo decreto.

Quali negozi chiudono in Lombardia con l'istituzione della zona rossa

Tutte le attività commerciali al dettaglio sono sospese, si legge nel Dpcm, fatta eccezione per le attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato. Si tratta di una norma che riguarda sia gli esercizi commerciali di vicinato, sia nell'ambito della media e grande distribuzione, dunque anche i negozi all'interno nei centri commerciali, dove però potranno restare aperti i negozi di generi alimentari così come quelli compresi nell'allegato. Chiudono i mercati, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari mentre restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie, le parafarmacie. Al contrario di quanto ipotizzato in un primo momento invece, restano aperti parrucchieri e barbieri, mentre chiudono i centri estetici. Aperte infine anche le librerie.

Per quanto riguarda invece le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie, pasticcerie), anche queste dovranno chiudere. Fanno eccezione sono le mense e i catering che continueranno a svolgere le proprie attività ove contrattualizzati e dovranno rispettare i protocolli o le linee guida diretti a prevenire o contenere il contagio. Resta consentita invece la  ristorazione con consegna a domicilio o da asporto fino alle 22, orario in cui scatta il coprifuoco: resta vietata la consumazione sul posto o nelle adiacenze. Restano comunque aperti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande siti nelle aree di servizio e rifornimento carburante situate lungo le autostrade, negli ospedali e negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro.

Cosa resta aperto in Lombardia con il nuovo lockdown

Questo è l’elenco, contenuto nell’allegato 1 e 2 dell'ultimo Dpcm, dei negozi e delle attività che possono restare aperte in Lombardia con l'istituzione della zona rossa:

Commercio al dettaglio
• Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati con prevalenza di prodotti alimentari e bevande (ipermercati, supermercati, discount di alimentari, minimercati ed altri esercizi non specializzati di alimenti vari)
• Commercio al dettaglio di prodotti surgelati
• Commercio al dettaglio in esercizi non specializzati di computer, periferiche, attrezzature per le telecomunicazioni, elettronica di consumo audio e video, elettrodomestici
• Commercio al dettaglio di prodotti alimentari, bevande e tabacco in esercizi specializzati (codici ateco: 47.2), ivi inclusi gli esercizi specializzati nella vendita di sigarette elettroniche e liquidi da inalazione
• Commercio al dettaglio di carburante per autotrazione in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di apparecchiature informatiche e per le telecomunicazioni (ICT) in esercizi specializzati (codice ateco: 47.4)
• Commercio al dettaglio di ferramenta, vernici, vetro piano e materiali da costruzione (incluse ceramiche e piastrelle) in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di articoli igienico-sanitari
• Commercio al dettaglio di macchine, attrezzature e prodotti per l’agricoltura e per il giardinaggio
• Commercio al dettaglio di articoli per l’illuminazione e sistemi di sicurezza in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di libri in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di giornali, riviste e periodici
• Commercio al dettaglio di articoli di cartoleria e forniture per ufficio
• Commercio al dettaglio di confezioni e calzature per bambini e neonati
• Commercio al dettaglio di biancheria personale
• Commercio al dettaglio di articoli sportivi, biciclette e articoli per il tempo libero in esercizi specializzati
• Commercio di autoveicoli, motocicli e relative parti ed accessori
• Commercio al dettaglio di giochi e giocattoli in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di medicinali in esercizi specializzati (farmacie e altri esercizi specializzati di medicinali non soggetti a prescrizione medica)
• Commercio al dettaglio di articoli medicali e ortopedici in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di fiori, piante, bulbi, semi e fertilizzanti
• Commercio al dettaglio di animali domestici e alimenti per animali domestici in esercizi specializzati
• Commercio al dettaglio di materiale per ottica e fotografia
• Commercio al dettaglio di combustibile per uso domestico e per riscaldamento
• Commercio al dettaglio di saponi, detersivi, prodotti per la lucidatura e affini
• Commercio al dettaglio di articoli funerari e cimiteriali
• Commercio al dettaglio di qualsiasi tipo di prodotto effettuato via internet, per televisione, per corrispondenza, radio, telefono
• Commercio effettuato per mezzo di distributori automatici

Servizi per la persona
• Lavanderia e pulitura di articoli tessili e pelliccia
• Attività delle lavanderie industriali
• Altre lavanderie, tintorie
• Servizi di pompe funebri e attività connesse