L'ha massacrata di botte, l'ha tenuta legata al letto e l'ha costretta a subire le peggiori violenze: a Milano nel pomeriggio di ieri, giovedì 6 maggio, è stata soccorsa una donna di 27 anni in un appartamento vicino a piazzale Loreto. La ragazza è stata trovata legata a letto e piena di lividi e ferite. È stata quindi trasportata in codice giallo all'ospedale più vicino. I carabinieri intanto sono alla ricerca del compagno, ritenuto responsabile, che è riuscito a fuggire via.

La richiesta d'aiuto a un'amica

A dare l'allarme sarebbe stata un'amica della donna: la 27enne – stando a quanto riportato dal giornale Il Giorno – sarebbe riuscita ad approfittare di un momento di distrazione dell'uomo, inviando così un messaggio di aiuto. Preoccupata, la ragazza si è recata immediatamente all'appartamento. Appena l'uomo le ha aperto la porta, sarebbe corso via. La donna ha così trovata l'amica legata al letto e con segni di violenza sul tutto il corpo. Ha quindi chiamato il personale sanitario e le forze dell'ordine. Sul posto oltre ai medici del 118, sono intervenuti gli specialisti del servizio anti violenza per fornirle assistenza psicologica.

L'uomo è ricercato dai carabinieri

La 27enne è stata trasportata al pronto soccorso del Policlinico in codice giallo. Avrebbe raccontato ai militari della stazione Garibaldi di essere stata legata per tre giorni a letto e aver subito diverse violenze dal fidanzato. Sempre secondo quanto riportato dal quotidiano "Il Giorno", l'uomo l'avrebbe picchiata utilizzando anche una mazza di legno. Un orrore che si sarebbe ripetuto più volte negli scorsi mesi. L'uomo attualmente è ricercato dai carabinieri.