(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

La mattinata di oggi, venerdì 2 ottobre, nella città di Milano si apre con una nuova protesta. Questa volta da parte di alcuni operai che, stanchi di non ricevere lo stipendio, hanno deciso di compiere un gesto avventato ed eclatante nella speranza che le cose possano cambiare. I quattro lavoratori sono saliti sul tetto di un edificio in via Galileo Ferraris 1, alla periferia Nord di Milano, tra le zone di Cenisio e Monumentale. L'obiettivo della loro azione è quello di smuovere l'azienda subappaltatrice dei lavori a pagare gli stipendi arretrati.

Quattro operai salgono sul tetto: iniziano le trattative per farli scendere

Il gesto disperato dei quattro operai ha fatto sì che venissero allertati immediatamente i soccorsi. L'allarme è stato lanciato alle 8.55 di questa mattina, 2 ottobre. Sul posto sono intervenuti gli agenti della polizia di Stato, i vigili del fuoco e i soccorsi del 118. Da quando sono arrivati, come spiegato a Fanpage.it, tutte le squadre stanno cercando di convincere gli operai a scendere da lì: i dipendenti però appaiono molto fermi e decisi a non fermare la loro protesta. Inoltre, nonostante le avverse condizioni meteorologiche e il forte vento che si abbatterà sulla città nel pomeriggio di oggi, non sembrerebbe esserci al momento nessun pericolo.

Una protesta simile lo scorso gennaio

Quella di oggi ricorda la protesta di otto operai, avvenuta il 13 gennaio che in via Tarvisio 35 in zona Maggiolina, che avevano deciso di salire su una gru. Anche in questo caso, i dipendenti lamentavano il mancato pagamento degli stipendi. Sul posto erano intervenute le forze dell'ordine, il 118 e i vigili del fuoco che hanno subito avviato le trattative per la discesa. Una volta ricevuto rassicurazioni sul pagamento degli stipendi arretrati, gli otto operai avevano deciso di scendere e porre fine alla loro protesta.