Ha origine accidentale l'incendio che ha danneggiato oggi il "Wall of Dolls", l'installazione artistica  nel centro di Milano e che ha l'obiettivo di sensibilizzare tutti contro il problema della violenza sulle donne.

A fuoco il "muro delle bambole": l'incendio ha origine accidentale

A quanto emerge dalle indagini degli agenti della polizia locale di Milano, a provocare le fiamme sarebbero stati i petardi lanciati da un gruppo di ragazzi, ancora non identificati, che hanno fatto prendere fuoco a una delle bambole. Il rogo è stato spento poco dopo il fatto con delle bottigliette d'acqua dai commercianti dei tanti bar e locali che si trovano nella zona della movida.

La nota delle tre fondatrici dell'iniziativa

A comunicare la notizia sono state le tre co-fondatrici dell'iniziativa, Jo Squillo, Giusy Versace e Francesca Carollo: "È doloroso vedere devastato dalle fiamme una installazione che ricorda donne che hanno subito violenze, talvolta bruciate e uccise", hanno scritto in una nota. "Confidiamo che non si tratti di un evento doloso – hanno scritto le tre co-fondatrici – ma se così non fosse i responsabili facciano un passo avanti, chiedano scusa e si adoperino per riparare il danno. Il muro non è solo una installazione permanente, è un’opera d’arte volta a sensibilizzare e coinvolgere. È della cittadinanza e fa piacere quando incontri gente che lo sente proprio come nel caso di Umberto Sbordone (il titolare del locale che per primo ha dato l'allarme, ndr) che ci ha subito avvisate e che ringraziamo. Il restauro, in ogni caso, avverrà in tempi rapidi perché – hanno dichiarato le tre ideatrici del muro – questo luogo possa continuare a rappresentare un invito alla riflessione e un simbolo della lotta alla violenza sulle donne".