Rubavano i pacchi di Amazon dai tir che stavano guidando, ma sono stati arrestati in un'area di servizio sulla Tangenziale di Milano. Si tratta di due camionisti rumeni che stavano conducendo un autoarticolato partito da Casirate d'Adda, in provincia di Bergamo, e diretto a Buccinasco, in provincia di Milano, dove si trova il magazzino Amazon. I due sono stati sorpresi nell'area di servizio di Rozzano Est dalla Polizia Stradale, proprio mentre prelevavano dai tir i pacchi che avrebbero dovuto consegnare. Il primo era sul rimorchio intento a passare i pacchi all'altro. Alla vista della pattuglia della Polstrada, l'uomo sul camion ha abbassato la saracinesca del mezzo, chiudendosi all'interno, mentre il complice a terra ha cercato di allontanarsi a piedi, per fuggire al controllo.

Ma i poliziotti sono riusciti a bloccare entrambi e a controllarli, verificando che si trattava di due cittadini romeni, uno di 24 anni e l'altro di 32, autisti dello stesso veicolo commerciale. Durante la perquisizione gli agenti della Polizia Stradale hanno rinvenuto anche due borse contenenti vari oggetti di valore, probabilmente provenienti da furti, in quanto erano ancora sigillati nelle scatole originali chiuse dalla pellicola protettiva e con le etichette con codice a barre.

Nell'abitacolo del conducente, invece, nascosti dietro la brandina e nel vano portaoggetti, c'erano un'altra trentina pacchi, anch'essi probabilmente di provenienza furtiva. Dalla perquisizione personale, addosso a uno dei due malviventi i poliziotti hanno rinvenuto un sigillo di colore rosso, forzato, che riportava il numero univoco di spedizione indicato sulla scheda di trasporto internazionale Cmr, nonché arnesi da scasso. In questi giorni, a causa delle aree rosse per il Coronavirus, c'è sempre più gente che fa i proprio acquisti online, facendosi spedire i pacchi a casa.