Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Le medicine arrivano in volo, col drone, a Cremona. Due farmacie, che distano poco più di sei chilometri l'una dall'altra, daranno il via alla sperimentazione subito dopo Pasqua. L'idea è di ottimizzare i tempi e le risorse per la consegna dei medicinali da una all'altra. Il trasporto di merce con drone in questione è il primo autorizzato dall'autorità che regola l'aviazione civile, l'Enac.

Medicinali consegnati con il drone a Cremona

Ideatori del progetto sono Simone Dall'Asta e Paolo Bellamoli, piloti e formatori con una grande esperienza nel settore alle spalle. Come spiegato dal Fatto Quotidiano, la consegna dei medicinali per via aerea verrà effettuata tra le farmacie di Piadena e di Isola Dovarese, comuni in provincia di Cremona. Il volo durerà in totale circa dieci minuti per chilo di farmaci da trasportare. Nella parole riportate dal Fatto, Dall'Asta spiega che "se tutto andrà come pensiamo, presenteremo i risultati ad Enac e successivamente faremo richiesta per replicare le operazioni di volo". In questo modo, l'ideatore spera di tramutare "la sperimentazione eseguita da un team di piloti e operatori specializzati" in un "servizio tra le due sedi della Farmacia Priori, committente del progetto, come attività di volo continuativa".

Coperto un percorso lungo 6,3 chilometri

I velivoli saranno messi a disposizione da Dl Droni e Ap74, di cui i piloti Dall'Asta e Bellamoli sono amministratori. In merito ai droni messi in campo, Bellamoli spiega che hanno "autonomie di volo tra i 30 e 60 minuti". I velivoli, inoltre, sono "opportunamente modificati e configurati per ottenere livelli adeguati di sicurezza, come richiesto dalla normativa nazionale ed europea". Il percorso iniziale di 6,3 chilometri, spiega ancora Bellamoli, può essere allungato senza problemi. Per Dall'Asta, invece, "questo sistema porta con sé un’importante utilità sociale per le comunità".