2.095 CONDIVISIONI
Alberto Genovese arrestato per stupro
10 Luglio 2022
8:39

L’ex fidanzata di Alberto Genovese: “Ero stremata da quel tipo di vita, tra droghe e richieste sessuali spinte”

Parla in aula Sarah Borruso, la 27enne coinvolta in uno dei reati contestati ad Alberto Genovese. “Giorni interi a drogarci senza dormire né mangiare, sono scappata via da quella vita”
A cura di Francesca Del Boca
2.095 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Alberto Genovese arrestato per stupro

"Sono ripartita da zero allontanandomi per sempre dall'uso delle sostanze, una volontà nata ben prima dell'arresto di Alberto. Ero già stremata da quel tipo di vita". A parlare a La Repubblica è Sarah Borruso, oggi 27enne e ieri la fidanzata di Alberto Genovese, l'ex imprenditore del web che rischia otto anni di carcere per violenza sessuale nei confronti di due ragazze: una durante una festa a Terrazza Sentimento, l'attico milanese di Genovese, e un'altra mentre era in vacanza in una villa di lusso a Ibiza, Villa Lolita. Per il secondo reato è coinvolta anche Sarah Borruso, per la quale la Procura ha chiesto due anni e otto mesi.

In aula, prende le distanze dal reato per il quale è accusata e soprattutto dallo stile di vita di Alberto Genovese e della sua corte dei miracoli, che lo circondava in un'esistenza di droghe, sesso e vizi di ogni genere. Tutto accadeva nelle infinite notti di Alberto Genovese, sotto i riflettori di feste su feste che duravano fino all'alba."Noi tutti partecipanti abbiamo fatto e detto cose che oggi non mi appartengono più", ha detto la ragazza in aula, durante l'udienza del processo.

Una vita in cui il confine veniva spinto ogni giorno sempre più in là. "Le richieste sessuali più spinte, tra cui i rapporti a tre, sono arrivate con l'uso graduale delle sostanze, con i giorni che passavamo a farne uso senza dormire né mangiare".

Una vita dalla quale la 27enne è scappata. "Ho commesso molti errori, primo tra tutti calpestare la mia dignità. Sono stata ingenua nel pensare di trasformare l'Alberto di allora in un padre di famiglia. Ma è impensabile per me considerarmi colpevole di un reato. La mia più grande paura è di essere condannata perché sono stata la fidanzata di Alberto Genovese".

 
2.095 CONDIVISIONI
129 contenuti su questa storia
Una vittima di Genovese:
Una vittima di Genovese: "Ho incontrato Corona e il mio audio è finito in tv senza il mio consenso"
Il giudice che ha condannato Alberto Genovese:
Il giudice che ha condannato Alberto Genovese: "Il suo unico scopo è la ricerca del massimo piacere personale"
"Alberto Genovese voleva comprare il mio silenzio": una vittima denuncia il tentativo di corruzione
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni