Una tragedia si è consumata nella notte a Suello, comune in provincia di Lecco, dove una donna di ottantanove anni è rimasta uccisa dall'incendio che si è sviluppato nel suo appartamento. Da quanto si apprende la donna, dopo la morte del marito, viveva sola in un'abitazione lungo la via Provinciale, vigile e autosufficiente nonostante l'età. L'incendio si è sviluppato all'interno della cucina per cause ancora da chiarire, quel che è certo è che quando i vigili del fuoco e il personale sanitario del 118 sono giunti sul posto ormai per l'anziana non c'eta più nulla da fare: inutili i tentativi di salvarla, ormai la stanza era avvolta dal fumo e dalle fiamme. A dare l'allarme alcuni passanti che dall'auto hanno notato il fumo e il riverbero delle fiamme.

Escluso il rogo doloso: l'incendio da un pentolino lasciato sul fuoco

Quando i vigili del fuoco hanno fatto irruzione nell'abitazione spegnendo il rogo, hanno immediatamente raggiunto la donna portandola all'esterno e consegnandola alle cure dei medici che ne hanno purtroppo constatato il decesso. La dinamica di quanto accaduto rimane però ancora da chiarire. Al momento un evento doloso è escluso: l'abitazione non mostrava segni di effrazione né l'incendio sembrerebbe avere un'origine dolosa.

La donna forse colpita da un malore: sarà eseguita l'autopsia

Non è invece escluso che l'incendio si sia sviluppato da un pentolino lasciato sopra il fornello della cucina che la donna non è riuscita a spegnere colpita da un malore, venendo poi avvolta dalle esalazioni dell'incendio che non gli avrebbero lasciato scampo. Sarà ora l'autopsia a stabilire la causa del decesso con certezza,