34.005 CONDIVISIONI
News su Diana, la bimba di 18 mesi morta a Milano
11 Agosto 2022
17:43

L’appello degli avvocati di Alessia Pifferi: “È sola e si sta distruggendo, ha bisogno di aiuto”

“Alessia Pifferi è sola, vestita ancora come il giorno dell’arresto”. L’appello degli avvocati: “Riceviamo un sacco di e-mail di persone che vorrebbero aiutarla, mandando soldi o beni da far recapitare in carcere”.
A cura di Francesca Del Boca
34.005 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
News su Diana, la bimba di 18 mesi morta a Milano

Un caso che ha scosso l'Italia intera quello della morte per stenti della piccola Diana, abbandonata per una settimana in casa da sola dalla madre. E contro quest'ultima l'opinione pubblica si è schierata compatta: madre degenere, che non si cura della figlia per trascorrere del tempo in compagnia del fidanzato, assassina, senza cuore.

Eppure c'è qualche voce fuori dal coro. "Ricevo un sacco di e-mail di persone che vorrebbero aiutare la signora Pifferi. Vorrebbero mandarle dei soldi, o acquistare beni da far recapitare in carcere".

L'appello degli avvocati: "Alessia è sola"

Lancia un vero e proprio appello alle telecamere di Zona Bianca (Rete 4), il suo avvocato Solange Marchignoli. "Un sacco di persone vorrebbero contattarla e aiutarla nella sua solitudine. Questa persona è sola. Un conto è il reato, un conto la persona umana".

Sì, perché Alessia Pifferi adesso è più isolata che mai. "Si chiede perché è così sola, perché ha solo noi due avvocati", ha aggiunto l'altro legale, Luca D'Auria. "Non ha mai più sentito nessuno, e questo la addolora molto. Mi ha parlato della mamma, del compagno".

La madre: "Per me mia figlia non esiste più"

I quali si sono completamente distaccati dalla 37enne. La prima a caldo aveva scritto sui social: "Mia figlia è un mostro". Per poi correggersi, ma solo di poco. "Ho scritto quella parola in un momento di rabbia. Comunque non voglio più saperne di lei: per me non esiste più". Il secondo si nega al telefono e non ha mai più cercato di mettersi in contatto con l'ex amante. Ma persino lui, durante l'interrogatorio della polizia, non è certo stato clemente. "Mi ha sempre mentito".

"Indossa la stessa maglietta dal giorno dell'arresto"

Isolata, alla deriva. Forse sta iniziando a rendersi conto di cosa è successo. "La signora indossa sempre la stessa maglietta dal giorno dell'arresto. Non riesce a cambiarsi, è controllata 24 ore su 24, anche quando è nei luoghi più privati della cella e questo la sta distruggendo. Oggi l’ho trovata realmente sofferente. Sta ripensando a quello che è accaduto, ma ha bisogno di persone".

34.005 CONDIVISIONI
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni