Umberto e Greta, travolti e uccisi da un motoscafo sul lago di Garda
29 Giugno 2021
18:08

Incidente Lago di Garda, chieste misure cautelari per gli indagati: domani i funerali di Umberto

Gli avvocati di Greta, la 25enne travolta e uccisa mentre era insieme a Umberto Garzarella da un motoscafo con a bordo due tedeschi, hanno chiesto una rapida e immediata misura cautelare restrittiva o almeno alternativa personale nei confronti dei due turisti. Questi infatti sono ora indagati a piede libero per omicidio colposo e omissione di soccorso: si trovano ora in Germania. Intanto domani si svolgeranno i funerali di Umberto.
A cura di Giorgia Venturini
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Umberto e Greta, travolti e uccisi da un motoscafo sul lago di Garda

Chiedono che un provvedimento venga disposto immediatamente i due legali, Caterina Braga e Patrizia Scalvi, della famiglia della giovane 25enne, chiedono che un provvedimento venga disposto immediatamente nei confronti dei due uristi tedeschi accusati di omicidio colposo e omissione di soccorso dopo aver travolto e ucciso con il loro motoscafo Greta e Umberto: gli avvocati sollecitano misure cautelari restrittive o almeno alternativa personale e patrimoniale. I due indagati infatti ora si trovano a piede libero in Germania dove sono ritornati poche ore dopo l'incidente.

Spetta ora agli inquirenti ricostruire passo per passo quanto accaduto. Tra i punti da risolvere, quello se i due tedeschi avevano assunto alcol o no poco prima dell'incidente: sul quotidiano tedesco "Bild" è stata pubblicata la foto dei due 52enni mentre sorseggiano champagne nel giorno dell'incidente, ma la foto risale a qualche ora prima. Mentre poche ore dopo la tragedia un video mostra uno dei due indagati cadere all'indietro in acqua nel momento dell'attracco. A queste immagini l'avvocato difensore dei due turisti Guido Sola ha più volte ribadito che "nessuna bevuta è stata assunta prima di mettersi alla guida". Uno dei due indagati il giorno dopo l'incidente si è sottoposto all'alcoltest risultato poi negativo, mentre l'altro si è rifiutato di eseguire il test. Saranno le indagini dei prossimi giorni a chiarire ogni punto sulla vicenda.

Domani a Salò i funerali di Umberto

Intanto la Procura di Brescia ha concesso il permesso per procedere con la sepoltura di Umberto: dopo pochi giorni sulla sua salma era stata eseguita l'autopsia confermando che il 37enne era morto sul colpo a causa della lesione riportata sull'aorta addominale. I funerali si svolgeranno domani a Salò, paese dove Umberto viveva. Non è stata invece ancora restituita alla famiglia la salma di Greta. L'autopsia e altri test sul suo corpo ritarderanno di qualche giorno la sepoltura: per ora si sa che la ragazza è morta per annegamento. Il suo corpo infatti al momento dell'incidente è stato sbalzato in acqua e recuperato a 100 metri di profondità.

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni