3.513 CONDIVISIONI
27 Giugno 2021
12:57

Inaugurata la statua di Marco Pantani dove il “Pirata” ha fatto la storia

Una statua alta 6 metri di Marco Pantani è stata inaugurata nella località Plan di Montecampione, nel Bresciano. Qui il “Pirata” aveva fatto la storia: era il 1998 quando il campione di ciclismo aveva fatto sognare tutti gli sportivi vincendo una delle sue tappe più belle che lo ha portato poi a vincere il Giro d’Italia. La statua riporta fedelmente Pantani a braccia aperte, quello stesso gesto che lui faceva mentre tagliava per primo il traguardo.
A cura di Giorgia Venturini
3.513 CONDIVISIONI

Marco Pantani domina per la seconda volta località Plan di Montecampione, nel Bresciano: la prima era il 1998 quando il campione di ciclismo aveva fatto sognare tutti gli sportivi vincendo qui una delle sue tappe più belle che lo ha portato poi a vincere il Giro d'Italia. Ieri invece, nella stessa zona dove ha tagliato il traguardo, è stata inaugurata una stata alta 6 metri del "Pirata". Così i cittadini hanno voluto ricordare per sempre la grande impresa sportiva.

In tanti hanno voluto essere presenti al taglio del nastro: prima tra tutti la madre del campione romagnolo Tonina Belletti. A dominare la località ora è questa statua realizzata in acciaio dallo scultore Mattia Trotta che ha voluto immortalare i momenti della vittoria: la statua infatti, come cita Brescia Today, riporta fedelmente Pantani a braccia aperte, quello stesso gesto che lui faceva mentre tagliava per primo il traguardo delle sue magiche corse in sella alla bici. Ora tutti lo potranno rivedere tutte le volte che passano da Plan di Montecampione: l'idea è stata patrocinata dalla Regione e proposta dal Gruppo operatori turistici della Valcamonica, con la fattiva collaborazione della famiglia Pantani, di Visit Brescia, della Comunità Montana, della Provincia e del Comune di Artogne.

A rendere omaggio ancora una volta al grande campione è stata anche l'assessore al Turismo di Regione Lombardia Lara Magoni: "Marco Pantani è nell'immaginario collettivo uno degli sportivi più emblematici, una vera e propria leggenda. Ci ha messo sempre cuore e passione nelle sue gare". E poi ha aggiunto: "L'installazione di quest'opera, in un luogo così simbolico e tanto importante per il Pirata, è un atto doveroso nei confronti di un campione che ha sofferto molto ma ha regalato tante emozioni. Una statua che dimostra, ancora una volta, quanto sia vincente il binomio tra sport e turismo". Ora tutti possono ammirare di nuovo quel gesto che aveva fatto sognare tanti suoi tifosi.

3.513 CONDIVISIONI
Napoli celebra Maradona, inaugurata la statua
Napoli celebra Maradona, inaugurata la statua
167.956 di Peppe Pace
Addio al partigiano Franco Gibaldi: "Saremo sempre riconoscenti per quello che ha fatto"
Addio al partigiano Franco Gibaldi: "Saremo sempre riconoscenti per quello che ha fatto"
La madre di Marco Benzi, ucciso dalla compagna quattro anni fa: "Combatto contro la violenza"
La madre di Marco Benzi, ucciso dalla compagna quattro anni fa: "Combatto contro la violenza"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni