Covid 19
6 Aprile 2021
14:05

In Lombardia corsa per vaccinare gli over 80 entro l’11 aprile: servono 33mila dosi al giorno

In Lombardia si lavora per somministrare la prima dose di vaccino anti Covid a tutti gli over 80 che hanno aderito alla campagna entro domenica 11 aprile. Per farlo serviranno circa 33mila iniezioni al giorno. Si prova ad accelerare con l’apertura dei centri anche senza appuntamento a tutti gli anziani che non hanno ricevuto la conferma della prenotazione, ma c’è il rischio di assembramenti.
A cura di Simone Gorla
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

L'obiettivo è somministrare a tutti i lombardi con più di 80 anni la prima dose di vaccini anti Covid entro domenica 11 aprile, come promesso dai vertici della Regione, per poi avviare la fase di vaccinazione di massa. Il problema è che stando all'ultimo bollettino del 5 aprile al momento è stata fatta la prima iniezione a 426.977 anziani su una popolazione target di 725.923 e una platea di 665.350 aderenti alla campagna, pari al 64 per cento del target e al 70 per cento degli aderenti.

Prima dose a tutti gli over 80 in Lombardia entro l'11 aprile: servono 33mila vaccini al giorno

Quindi per mantenere la promessa sarà necessario vaccinare oltre 202mila persone in sei giorni (contando solo quelle che hanno aderito, ne resterebbero comunque fuori circa 60mila). A conti fatti, si tratta di inoculare la prima dose a 33mila persone al giorno solo tra gli ultraottantenni. Siamo in linea con le cifre delle migliori giornate delle scorse settimane, contando però anche le altre categorie vaccinate.

Centro vaccinali aperti da mercoledì anche senza prenotazione

Un'impresa non impossibile, ma nemmeno semplice da portare a termine. Per riuscirci è stata presa decisione di aprire i centri vaccinali a tutti coloro che non hanno ricevuto l'appuntamento, anche senza prenotazione.  "Potranno recarsi direttamente al centro vaccinale più vicino muniti di tessera sanitaria e documento di identità per farsi vaccinare dal 7 all'11 aprile. Sempre dal 7 aprile tutti gli over80 che ancora non hanno aderito potranno farlo tramite il portale di Poste italiane", ha reso noto l'assessorato regionale al Welfare.

I dati sulle vaccinazioni aggiornati al 5 aprile (fonte: Regione Lombardia)
I dati sulle vaccinazioni aggiornati al 5 aprile (fonte: Regione Lombardia)

Rischio di code e assembramenti

Una strategia per non lasciare nessuno senza dose, che però rischia di creare code, assembramenti e disagi se in tanti si recheranno negli stessi centri e alla medesima ora. "Lo scopo di questo invito diretto dell’assessore è aumentare in maniera rapida il numero di cittadini lombardi over 80 coperti da vaccinazione e allo stesso superare l’incertezza creatasi sulle persone che si sono prenotate e non hanno ancora ricevuto una data certa per la vaccinazione", spiegano fonti dell'assessorato di Letizia Moratti. La stima è che, considerando che in diverse ATS si è già raggiunto l’80 per cento dei vaccinati tra gli aderenti, e che sempre si verificano dei no show anche tra gli over 80, "facendo un po’ di over booking verranno assorbiti".

A Monza vaccinazioni all'autodromo e aperto l'Ospedale vecchio

Tra le iniziative adottate per velocizzare la campagna a Monza è stato aperto l'Autodromo per due giorni, sabato 10 e domenica 11 aprile. Prevista anche l'apertura di due linee vaccinali a partire dalla mattinata di mercoledì 7 aprile per gli over 80 non convocati, presso l'Ospedale Vecchio. In via Solferino 16, a partire dalle 9.30 fino alle 15.00, domani mercoledì 7 aprile, giovedì 8 e venerdì 9 aprile, verranno quindi accolti gli ultra ottantenni per avviarsi alla conclusione della campagna vaccinale a loro dedicata. All’Autodromo le vaccinazioni si tengono presso il Padiglione “Ex Museo”, con ingresso da via Santa Maria alle Selve di Biassono a partire dalle 8.30.

32106 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni