Covid 19
27 Agosto 2021
16:57

In Lombardia 25mila insegnanti e personale scolastico ancora senza vaccino

A circa due settimane dall’inizio della scuola in Lombardia, che partirà il 13 settembre, sono 25 mila gli insegnanti, e gli impiegati tecnico-amministrativi, residenti sul territorio che mancano all’appello per il vaccino anti-Covid. Sulla popolazione totale risulta invece che abbia aderito alla campagna vaccinale anti-Covid circa l’86 per cento del totale.
A cura di Simona Buscaglia
Immagine di repertorio
Immagine di repertorio
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19

Sono ancora senza vaccino circa 25 mila persone. Questo il numero, secondo il ministero dell'Economia e della Finanza (Mef), del personale scolastico delle scuole pubbliche e paritarie (docenti, amministrativi, tecnici e ausiliari) residente in Lombardia o iscritto al Sistema sanitario regionale (Ssr) che non ha ancora aderito alla campagna vaccinale. Un dato significativo se si pensa che l'inizio della scuola è previsto il 13 settembre, fra poco meno di due settimane. Dall'altro lato risulta invece vaccinato, con almeno una dose, circa l'86 per cento dei docenti residenti in regione, su un bacino totale di 232.191 cittadini. Tra quelli non residenti e non iscritti all'Ssr hanno aderito alla campagna vaccinale anti-Covid solo la metà, ovvero 21 mila persone, tra docenti e non. I dati tuttavia, precisano da Regione Lombardia, non sarebbero completi, visto che parte di questi lavoratori potrebbero essersi vaccinati nelle regioni di provenienza.

Accesso libero a tutto il personale scolastico

Per favorire la massima copertura vaccinale, Regione Lombardia ha garantito l'accesso libero presso qualunque centro vaccinale del territorio. Per i ragazzi è sempre necessaria l'adesione tramite portale ufficiale, sportelli Postamat, portalettere o chiamando il call center al numero verde 800.894.545. "I giorni che ci separano dall'inizio della scuola – spiega in una nota la vicepresidente e assessora al Welfare della Regione Lombardia Letizia Moratti – devono essere utilizzati dal personale scolastico e ragazzi per vaccinarsi. Poter iniziare così l'anno che si apre con maggiore serenità per loro e per gli altri. La scuola è un pilastro fondamentale della nostra società e dare finalmente continuità alla didattica in presenza costituisce un obiettivo comune per ragazzi, famiglie e istituzioni. Bisogna superare reticenze e timori infondati e guardare con fiducia a un futuro che, grazie alla prevenzione e alla protezione offerta dal vaccino, potrà essere più sereno".

Lo scorso 8 marzo, all'apertura della campagna vaccinale per il personale scolastico, la Regione aveva creato inoltre una "white list" di 333.481 persone impiegate a vario titolo anche nelle scuole d'infanzia, asili nido e corsi professionali, che comprendeva anche gli addetti alle mense e gli autisti degli scuolabus, non conteggiati nella platea del ministero dell'Economia. Di questi risulta che l'87 per cento dei residenti in Lombardia è vaccinato con almeno una dose e 37.494 persone sono ancora senza vaccino. Per quanto riguarda i residenti fuori regione non iscritti al Ssr, sono 22.303 quelli non ancora vaccinati.

Vaccini nella fascia 12-19 anni: il 76 per cento ha aderito alla campagna

In merito alla campagna di vaccinazione per la fascia 12-19 anni, i dati aggiornati a venerdì 27 agosto su questa platea di 686.967 ragazzi, parlano di un 76 per cento che ha aderito alla campagna. L'86 per cento di chi ha aderito ha già ricevuto almeno una dose e 275.934 hanno invece già completato il ciclo vaccinale.

27494 contenuti su questa storia
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni