Alessandro V. e il suo gatto Arturo (Foto da Facebook)
in foto: Alessandro V. e il suo gatto Arturo (Foto da Facebook)

È allarme a Carbonara al Ticino, piccolo paese in provincia di Pavia. In paese ci sarebbe infatti qualcuno che infierisce sugli animali domestici, sparando ai gatti con un'arma ad aria compressa, più precisamente un fucile. L'allarme è stato messo nero su bianco nella denuncia che un cittadino, Alessandro V., ha sporto alla stazione dei carabinieri di San Martino Siccomario, denunciando il ferimento del suo gatto di 8 anni, Arturo, da parte di ignoti. L'episodio in questione risale al 20 ottobre: allora Alessandro si accorse che il suo amico a quattro zampe era rientrato a casa zoppicante e, dopo alcuni esami in una clinica veterinaria, aveva scoperto che era stato ferito da un proiettile calibro 4,5 sparato da un'arma presumibilmente ad aria compressa.

Il proprietario del gatto ferito offre una ricompensa a chi fornirà informazioni

È solo dopo aver saputo di diversi altri episodi analoghi che Alessandro ha deciso di sporgere denuncia: "Solo dopo aver appreso di innumerevoli altri casi di gatti colpiti con un fucile ad aria compressa nel paese di Carbonara al Ticino, abbiamo deciso di dare seguito a questa denuncia con la quale iniziamo formalmente la ricerca del responsabile/i", ha scritto il proprietario di Arturo su Facebook, denunciando che in paese ci sarebbero "purtroppo molti altri casi di gatti domestici feriti o uccisi a colpi di fucile". L'autore della denuncia ha offerto anche una ricompensa a chi potrà dare informazioni in merito ai misteriosi ferimenti, episodi sui quali è intervenuto anche il sindaco di Carbonara al Ticino: "A nome dell’amministrazione comunale e della cittadinanza – ha dichiarato Stefano Ubezio – esprimo vicinanza ai proprietari di gatti feriti e mi auguro che si trovi il colpevole di queste azioni".