Foto di repertorio
in foto: Foto di repertorio

Sale drammaticamente il bilancio delle vittime del Coronavirus all'interno della Rsa di Concorezzo in provincia di Monza dove sono 16 gli anziani deceduti negli ultimi 20 giorni. Stando a quanto si apprende infatti sono morti altri due ospiti della struttura per anziani "Villa Terruzzi" dove a inizio ottobre è stato individuato un focolaio di Covid.

I decessi ad oggi sono quindi saliti a quota 16 e nella struttura sono rimasti 30 anziani di cui solo 3 negativi, mentre un altro ospite è ricoverato in ospedale. Tutti sono stati sottoposti ad un nuovo tampone alcuni giorni fa e i risultati sono attesi per la giornata di domani. Per quanto riguarda invece il personale della struttura assistenziale per anziani, alcuni dei 20 risultati positivi nelle scorse settimane si sono negativizzati e rientreranno al lavoro nei prossimi giorni. Mentre altri 29 dipendenti della struttura sono risultati dall'inizio negativi al tampone. Intanto il Comune di Concorezzo da oggi ha riattivato l'Usca (Unità speciale di continuità assistenziale) specifica per la gestione domiciliare dei pazienti affetti da Covid che non necessitano di ricovero ospedaliero. Gli operatori Usca effettueranno anche i tamponi a domicilio per gli anziani e le persone con difficoltà motorie e patologie gravi.

Intanto si cerca di capire come il virus sia entrato nella Rsa: secondo quanto precisato dal sindaco a Fanpage.it "tutte le macro misure di sicurezza all'interno della struttura sono state rispettate come la distanza sociale e l'utilizzo di divisori in plexiglass anche durante le visite dei parenti delle settimane scorse, poi sospese anche dalle nuove disposizioni regionali, e l'uso della mascherine".