Il centro sociale ‘Padre Francesco Pianzola' di Mortara è il più grande focolaio di Covid-19 della provincia di Pavia. Cinquantacinque suore sono risultate infatti positive al tampone, tredici sono morte e ventisette sono ricoverate in ospedale. Le altre quindici sono tuttora in isolamento presso il centro sociale. Il focolaio è scoppiato a metà ottobre nella struttura che ospita le consorelle anziane della congregazione delle suore missionarie dell'Immacolata Regina Pacis: alcune di loro, stando a quanto si apprende, erano già ammalate o comunque costrette a letto per via di un quadro clinico complicato. Altre sorelle della stessa congregazione vivono in un altro convento. Commentando la notizia il direttore generale di Ats Pavia, Mara Azzi, ha dichiarato due settimane fa che "non c'è stato alcun campanello d'allarme fino a quando non si sono manifestati i sintomi in contemporanea in più persone".

Il bollettino di oggi della Lombardia: oltre 7mila nuovi positivi, record di tamponi

In provincia di Pavia i nuovi contagi di coronavirus sono stati complessivamente 317. Complessivamente in Lombardia sono 7.339 i nuovi casi positivi su oltre 42tamponi, un record. Il rapporto tra positivi e tamponi effettuati è pari al 17,1 per cento, in lieve calo rispetto a ieri. I ricoveri in terapia intensiva sono aumentati di 53 unità e i ricoverati non in terapia intensiva sono aumentati di 283. In totale attualmente sono ricoverati 345 pazienti nei reparti di terapia intensiva e 3.355 nei reparti ordinari. A Milano sono stati registrati 3211 nuovi casi, di cui 1393 all'interno della città.