"Stavo attraversando la strada e non mi sono accorto che arrivava una macchina che mi ha investito". Lo ha detto all'Ansa Emilio Fede, che da venerdì è ricoverato in ospedale al San Raffaele di Milano in condizioni serie ed è stato operato a un braccio, a una gamba e a una spalla. Lo stesso direttore del Tg4 ha raccontato che l'incidente è avvenuto a causa dell'impatto con un'auto. "Sono stato portato in ospedale con l'ambulanza – ha aggiunto -. Sono tutto ammaccato, pago una mia distrazione ma mi rallegro perché poteva andare molto peggio".

Emilio Fede ricoverato in ospedale a Milano dopo un'incidente: le sue condizioni

L'ex direttore del Tg4 ha 89 anni e lo scorso dicembre era stato contagiato dal Coronavirus. Era già stato ricoverato a Napoli, al Covid residence dell'Ospedale del Mare, dopo un periodo di isolamento trascorso in un hotel del capoluogo campano, ma si era poi ripreso dal contagio.

In precedenza il giornalista aveva spiegato all'AdnKronos di essere stato ricoverato a seguito di una "brutta caduta in giardino. Mi sono spaventato molto – aveva detto – e ho ferite alle gambe e alle braccia". Lo stesso Fede ha poi rassicurato sul suo stato di salute: "Non sono in gravi condizioni, è stata però un'esperienza drammatica", ha detto, aggiungendo di essere "in piedi per miracolo".

Negli ultimi anni, dopo l'addio turbolento a Mediaset, da cui è stato licenziato, Fede ha affrontato diversi procedimenti giudiziari. È stato implicato e poi condannato in via definitiva a 4 anni e 7 mesi per favoreggiamento della prostituzione nel cosiddetto "caso Ruby" ed è stato condannato in un altro processo per un presunto ricatto a luci rosse a un dirigente Mediaset. A causa della sua età Fede non è andato in carcere ma ai domiciliari: a giugno dello scorso anno venne però arrestato per evasione a Napoli, perché stava festeggiando il compleanno sul lungomare con la moglie.