Coalizione Centrodestra
44%
56 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26%
5 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.6%
5 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.7%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
60375 sezioni su 60399
Ultimo aggiornamento: adesso
Coalizione Centrodestra
43.8%
121 Seggi
Coalizione Centrosinistra
26.1%
12 Seggi
Movimento Cinque Stelle
15.4%
10 Seggi
Azione - Italia Viva - Calenda
7.8%
Per L'Italia con Paragone
1.9%
Unione Popolare con De Magistris
1.4%
61396 sezioni su 61417
Ultimo aggiornamento: 10 minuti fa
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia
25 Settembre 2022
9:58

Elezioni politiche 2022, la mappa del voto a Milano: dove sono i seggi e chi può votare

Milano eleggerà in Parlamento 25 deputati e 12 senatori. Sono 948.175 i cittadini con diritto di voto, tra cui 3.151 neo diciottenni. La novità di quest’anno è che i seggi esteri non saranno più scrutinati a Roma, ma saranno delegati a 5 città metropolitane tra cui Milano.
A cura di Francesca Del Boca
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elezioni politiche del 25 settembre 2022 in Italia

Seggi aperti dalle 7 di questa mattina fino alle 23 a Milano, per le elezioni politiche 2022. Sono 948.175, i milanesi con diritto di voto che potranno eleggere così i propri rappresentanti alla Camera e al Senato della Repubblica Italiana. Tra loro, anche 3.151 neo diciottenni al primo voto.

Il peso elettorale della Lombardia e di Milano

La Lombardia, dove vivono circa 10milioni di persone, eleggerà il numero più alto di rappresentanti: ben 95 parlamentari, tra cui 64 deputati ( 23 nei collegi uninominali e 41 nei plurinomominali) e 31 senatori (11 nei collegi e 20 nei plurinominali). Ovvero quasi 1/6 del totale dei nuovi parlamentari.

Milano invierà invece in Parlamento 25 deputati e 12 senatori. 

Dove sono i seggi elettorali a Milano

In città, il Comune ha allestito 1.248 i seggi ordinari in 197 edifici. A questi si aggiungono altri 66 seggi speciali e 211 della circoscrizione estero.

Per sapere dove si vota basta inserire il proprio numero di tessera elettorale sulla pagina dedicata del Comune di Milano.

Intanto alcune sezioni elettorali dei Municipi 3 e 6 hanno subito una variazione. Si tratta delle numero 621, 624, 638 e 642 che da via Stoppani si muoveranno in piazza Ascoli 2/a e 2/b dentro il Liceo Virgilio. Mentre le sezioni 1029, 1030, 1035 e 1333 si sposteranno da via del Cardellino in via dei Narcisi 2 e 2/a, viceversa per le sezioni numero 394, 1401, 539, 1411 in via del Cardellino 51.

La circoscrizione estera

Una novità per le elezioni del 2022. Quest'anno i seggi esteri non verranno più scrutinati nella Capitale, ma saranno delegati a 5 città metropolitane tra cui Milano, che procederà allo scrutinio dei voti provenienti dalla Spagna e dalla Germania (ovvero di 833 mila potenziali elettori). Per lo scrutinio del voto estero è stata scelta la sede di Rho Fiera Milano, che ha aperto i battenti a partire dalle 9 di oggi.

Gli scrutatori e i presidenti di seggio

Sono 5.968 gli scrutatori reclutati a Milano, mentre i presidenti di seggio sono 1.459. Il loro compenso? Per i presidenti di seggio il compenso previsto è di 187 euro, mentre agli scrutatori saranno destinati 145 euro.

Tessera elettorale e carta di identità, dove farle a Milano

Per poter votare, in ogni caso, è indispensabile presentarsi al seggio competente con un documento di identità e la tessera elettorale validi. 

Coloro che hanno smarrito la tessera o devono rinnovarla possono recarsi senza appuntamento presso l’Ufficio elettorale di via Messina 52 o presso l’Anagrafe di via Larga 12, aperti oggi dalle 7 alle 23. In alternativa, è possibile presentarsi nelle sedi anagrafiche decentrate che per tutto il fine settimana saranno aperte straordinariamente dalle 8.30 alle 12.30 e dalle 14.00 alle 17.00. Qui tutte le informazioni necessarie su dove recarsi.

I fragili e i positivi votano da casa

Solo poche decine di elettori hanno fatto invece richiesta di poter esprimere la propria preferenza politica da casa, per ragioni di salute. Sono state 57 le richieste di voto a domicilio per i fragili, 7 quelle di cittadini positivi al Covid.

Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni