179 CONDIVISIONI
Elena Casanova uccisa a martellate dall'ex
21 Ottobre 2021
7:51

Elena Casanova, uccisa a martellate dall’ex compagno: “L’ho ammazzata. Adesso sono soddisfatto”

Elena Casanova aveva 49 anni: ieri sera, mercoledì 20 ottobre, è stata uccisa in strada dall’ex compagno. L’uomo le ha fracassato la testa prendendola a martellate. Ha poi chiamato i vicini raccontando quanto aveva fatto e chiedendo di chiamare i carabinieri: “Avevo detto che l’avrei uccisa e l’ho fatto”.
A cura di Ilaria Quattrone
179 CONDIVISIONI
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Elena Casanova uccisa a martellate dall'ex

Elena Casanova aveva 49 anni. Aveva una figlia di 17 anni e viveva a Castegnato, comune di appena ottomila abitanti in provincia di Brescia. Da qualche tempo la 49enne aveva chiuso una relazione. Una relazione con un uomo, Ezio Galesi, che si è rivelato essere il suo assassino. Il 59enne l'ha uccisa ieri sera, mercoledì 20 ottobre, in mezzo alla strada fracassandole la testa con un martello. Ha poi chiamato i vicini confessando il gesto e chiedendo di chiamare i carabinieri.

L'ex marito e la figlia hanno visto il corpo della donna

Alcuni testimoni raccontano al quotidiano "Il Giornale di Brescia", gli attimi successivi a questo efferato – l'ennesimo – femminicidio. Un vicino di casa di Elena ha affermato che appena è uscito in strada, chiamato da Galesi, ha visto il corpo della donna con la testa fracassata: "L'ho uccisa. L'ho detto e l'ho fatto", ha confessato il 59enne. A vederlo, con accanto il corpo di Elena, è stato anche l'ex marito della donna che quella sera si trovava con la figlia 17enne. L'uomo ha raccontato di aver visto Galesi, fermo accanto al corpo dell'ex moglie, a fumare una sigaretta come se nulla fosse accaduto. L'ex marito ha deciso di non fermarsi e di riportare la figlia 17enne a casa per evitare di farla assistere a quella terribile scena.

L'ex compagno non accettava la fine della loro relazione

L'uomo è poi tornato e presente con lui c'era anche il fratello della donna. Entrambi sconvolti. Elena Casanova lavorava come operaia alla Iveco ed era conosciuta da quasi tutti i residenti per il suo impegno nelle campagne ambientaliste di alcuni comitati locali. Da qualche tempo aveva una nuova relazione e proprio Galesi, che non accettava la fine della loro storia, avrebbe scritto frasi offensive nei confronti della donna sui muri del Paese.

179 CONDIVISIONI
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni