Immagine di repertorio
in foto: Immagine di repertorio

Dopo due giorni di agonia presso l'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo dove era ricoverato in gravi condizioni Luca Villa non ce l'ha fatta. Il 23enne è morto lunedì mattina dopo aver lottato strenuamente nel letto del nosocomio bergamasco dove era giunto sabato sera dopo essere rimasto coinvolto in un drammatico incidente stradale.

L'uomo alla guida dell'auto che ha provocato l'incidente denunciato per omicidio stradale

Le sue condizioni erano apparse subito critiche a causa di un trauma cranico riportato nello schianto avvenuto lungo la Rivoltana, al confine tra Rivolta d’Adda e Arzago, e purtroppo nonostante i medici abbiano fatto di tutto per salvarlo, per lui non c'è stato nulla da fare. Luca, ex calciatore e residente nel piccolo comune di Pozzuolo Martesana, stava viaggiando a bordo di una Renault Scenic insieme con i genitori, la fidanzata e un altro ragazzo quando è avvenuto l'incidente: la vettura secondo quanto ricostruito finora dai carabinieri che stanno indagando sulla dinamica sarebbe finita fuori strada a causa di un sorpasso azzardato effettuato da un'altra auto, un'Audi, a bordo della quale viaggiavano in quel momento tre uomini.

Il saluto della squadra di calcio dove Luca ha militato

Dopo lo schianto i soccorsi sono stati immediati e il giovane è stato trasportato in elicottero all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo. Nell’incidente sono rimaste coinvolte otto persone, tutte ferite. Intanto l'uomo alla guida della vettura che avrebbe provocato l'incidente è stato denunciato per omicidio stradale. Tanti i messaggi di cordoglio che in queste ore si stanno susseguendo sui social per rendere omaggio al giovane che ha militato anche nella squadra di calcio dilettantistico della Virtus Acli Trecella che su Facebook scrive: "Ci stringiamo attorno alla famiglia di LUCA VILLA,ex difensore della Virtus (Juniores 2016/2017),scomparso in un incidente stradale. Ciao Luca, riposa in pace".