Tragico incidente stradale nella mattinata di oggi, venerdì 31 luglio, a Buccinasco, nell'hinterland di Milano. Una donna di 90 anni è stata investita e uccisa da un'auto mentre attraversava la strada. Il dramma si è verificato circa un quarto d'ora prima delle 9 in via Lomellina, all'altezza del civico 104. Stando a quanto ricostruito, l'anziana stava attraversando la strada sulle strisce pedonali quando un automobilista, alla guida della sua vettura, l'ha travolta per cause da accertare. Sul posto l'Azienda regionale emergenza urgenza ha inviato un'ambulanza e un'automedica in codice rosso. I soccorritori del 118 hanno trasportato l'anziana d'urgenza al Policlinico di Milano, dove però purtroppo la donna è morta poco dopo il suo arrivo.

Sul luogo dell'incidente sono giunti gli agenti della polizia locale di Buccinasco per i rilievi, che serviranno a capire l'esatta dinamica dell'accaduto e ad accertare le responsabilità dell'automobilista, che sarà indagato per omicidio stradale. A comunicare la notizia del decesso della 90enne è stato il sindaco di Buccinasco, Rino Pruiti, che ha definito "sconsiderato" l'automobilista che ha travolto la signora: "Questa mattina una nostra anziana concittadina è stata investita in via Lomellina mentre attraversava la strada sulle strisce pedonali – ha scritto il primo cittadino su Facebook -. Trasportata in ospedale, purtroppo non ce l'ha fatta. Un dolore immenso, a nome dell'amministrazione comunale e di tutta la comunità esprimo le più sentite condoglianze e la nostra vicinanza al marito e alla famiglia che conosco personalmente. Pochi minuti fa ho parlato personalmente con il figlio Paolo".

Oltre al cordoglio, il sindaco ha fatto il punto sulla sicurezza delle strade di Buccinasco: "Come sapete, abbiamo aumentato le telecamere a Buccinasco e stiamo assumendo 8 agenti di Polizia Locale per assicurare un maggior controllo del territorio. Saremo sempre più inflessibili con chi non rispetta il codice della strada, queste morti assurde non devono accadere. Troppe auto, soprattutto nelle ore notturne (ma evidentemente anche al mattino), corrono troppo, è una situazione non più tollerabile – ha comunicato Pruiti -, ho già scritto al Prefetto nei giorni scorsi e tornerò a rivolgermi a lui e a tutte le Istituzioni perché non abbandonino il nostro territorio".