149 CONDIVISIONI
5 Gennaio 2021
6:00

Da oggi 5 gennaio la Lombardia torna zona rossa: cosa cambia per negozi e spostamenti

Da oggi, 5 gennaio, e per l’intera giornata di domani, 6 gennaio, la Lombardia torna in zona rossa. Come previsto dal decreto Natale emanato dal Governo, tutta Italia incorrerà in misure più restrittive in occasione dell’Epifania. A cambiare saranno soprattutto le regole che riguardano gli spostamenti e l’apertura dei negozi. Mentre, come in zona arancione, restano chiusi bar e ristoranti che continueranno a lavorare solo con il servizio da asporto.
A cura di Chiara Ammendola
149 CONDIVISIONI

Da oggi 5 gennaio la Lombardia come il resto d'Italia torna in "zona rossa". Dopo la giornata di ieri in cui tutte le regioni italiane sono passate alla zona arancione, da oggi si torna con il massimo delle restrizioni in tutta la Lombardia: solo per due giorni, oggi e domani 6 gennaio, giorno dell'Epifania, prima del nuovo passaggio in zona gialla a partire dal 7 gennaio. È l'effetto del decreto Natale varato dal governo che ha introdotto ulteriori restrizioni per il periodo delle festività natalizie, dalla Vigilia fino all'Epifania, oltre a quelle già previste dal Dpcm dello scorso 3 dicembre.

Le nuove regole per gli spostamenti

In caso di istituzione della zona rossa i cambiamenti e le limitazioni più importanti riguardano gli spostamenti: oggi 5 gennaio e domani 6 gennaio in Lombardia non è possibile uscire dalla propria abitazione a meno che non ricorrano comprovate comprovati motivi di necessità, lavoro o salute. Ci sarà però una deroga importante: sarà possibile, una sola volta al giorno, spostarsi per andare a trovare parenti o amici anche residenti in altri Comuni, ma sempre e solo all’interno della stessa Regione. Gli spostamenti saranno consentiti sempre tra le 5 e le 22, orario da cui scatta il coprifuoco, e nel limite massimo di due persone. Chi si sposterà potrà portare con sé i figli minori di 14 anni (o altri minori di 14 anni sui quali le stesse persone esercitino la potestà genitoriale) e le persone disabili o non autosufficienti che convivono con loro. Come nei giorni passati di zona rossa, anche oggi e domani sarà consentito a un solo nucleo famigliare convivente lo spostamento verso le seconde case, ma solo dalle 5 alle 22 e all’interno dei confini della Lombardia.

Cosa cambia per bar, ristoranti e negozi

Non cambia molto per bar e ristoranti che, come in zona arancione, rimarranno con le saracinesche abbassate, almeno in senso figurato. Dovranno infatti restare chiusi al pubblico, ma potranno continuare a lavorare mediante asporto (consentito fino alle 22, quando scatta il coprifuoco), o servizio a domicilio, in questo caso senza limitazioni di orario. Discorso diverso invece per i negozi, che ieri hanno potuto riaprire al pubblico mentre sia oggi che domani rimarranno chiusi. Queste restrizioni valgono per i negozi che vendono generi non essenziali mentre restano invece aperti i supermercati, negozi di generi alimentari, tabaccai, farmacie e parafarmacie, edicole e parrucchieri.

Cosa succede per chi viola i divieti

Chi non dovesse rispettare i divieti più stringenti sugli spostamenti previsti per oggi 5 gennaio e domani 6 gennaio incorrerà in multe salate. Come previsto dall’articolo 1, comma 3, del decreto legge del 18 dicembre, la sanzione per i trasgressori va da 400 a 1.000 euro, eventualmente aumentata fino a un terzo se la violazione avviene mediante l’utilizzo di un veicolo (quindi se il trasgressore viene fermato in auto, moto o su un altro mezzo).

149 CONDIVISIONI
Covid, in Lombardia superato il terzo mese in zona bianca
Covid, in Lombardia superato il terzo mese in zona bianca
Covid Lombardia, il bollettino del 5 settembre 2021: 404 contagi e 2 morti
Covid Lombardia, il bollettino del 5 settembre 2021: 404 contagi e 2 morti
La Lombardia sarà in zona bianca anche la prossima settimana, Fontana: "Dati assolutamente buoni"
La Lombardia sarà in zona bianca anche la prossima settimana, Fontana: "Dati assolutamente buoni"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni