In Lombardia hanno eseguito il vaccino anti-Covid 1.967 persone su 80.595 dosi di Pfizer consegnate, pari al 2,4 per cento. A dirlo è il report fornito dalla presidenza del Consiglio dei ministri, il cui ultimo aggiornamento risale alle ore 17.11 di oggi, giovedì 31 dicembre. Di queste 1.054 sono donne e 913 uomini.

Vaccini Covid in Lombardia, chi lo ha eseguito

Nel report viene fatta una distinzione per fascia d'età e funzione lavorativa. Risultano infatti vaccinate 51 persone tra i 16 e i 19 anni, 143 tra i 20 e i 29 anni, 386 tra i 30 e i 39 anni e 438 persone tra i 40 e i 49 anni. Il dato più elevato è per la fascia  d'età tra i 50 e i 59 anni. Tra loro ci sono 599 persone vaccinate. Seguono poi 327 persone tra i 60 e i 69 anni, 10 tra i 70 e i 79 anni, sempre 10 tra gli 80 e gli 89 anni e infine tre persone tra gli over 90. Sono 1.675 operatori sanitari e sociosanitari che hanno eseguito il vaccino, 154 tra personale non sanitario e 12 ospiti di strutture residenziali assistenziali (Rsa).

A Malpensa arrivati 300mila aghi e 250mila siringhe

Dopo il Vaccine Day del 27 dicembre, data simbolica in cui sono state consegnate alcune dosi all'ospedale Niguarda di Milano, poi distribuite in tutte le province lombarde, prosegue la campagna di vaccinazione nelle strutture ospedaliere e nelle Rsa. Secondo il responsabile della campagna vaccinale per la Lombardia Giacomo Lucchini, entro gennaio e febbraio si riuscirà a vaccinare 140mila operatori sanitari per poi passare a marzo con le altre persone. Intanto in queste ore prosegue l'approvvigionamento di materiali necessari per la campagna di vaccinazione in Lombardia. All'aeroporto di Malpensa sono infatti arrivati dalla Cina 300mila aghi e 250mila siringhe. Sempre a Malpensa sono arrivate, il 30 dicembre, 94.770 dosi di vaccino anti-Covid destinate a tutta la Lombardia. Le fiale vengono stoccate in appositi hub per poi essere consegnate alle aziende sanitarie e alle Rsa. Secondo il calendario del ministero, le prossime dosi dovrebbero arrivare il 4 gennaio 2021.