L'obiettivo è riuscire a coprire già nei mesi di gennaio e febbraio tutti gli operatori sanitari e di passare così nel mese di marzo alle altre persone. A dirlo è il responsabile della campagna vaccinale per la Lombardia Giacomo Lucchini che intervenuto questa mattina a "Buongiorno Regione" su Rai Tre ha spiegato: "Pensiamo di arrivare a coprire i 140mila operatori sanitari tra gennaio e febbraio e da marzo iniziare con le altre persone".

In un anno e mezzo si potranno vaccinare tutti

Per quanto riguarda il personale, "le dosi di ieri sono state consegnate in 34 strutture, abbiamo già 650 operatori – ha aggiunto – che stanno lavorando al piano vaccinale cui si aggiungeranno quelli della call commissariale, così saremo in grado di organizzare una campagna massiva anche per le altre persone". Per quanto riguarda le tempistiche, Lucchini ha spiegato che per completare la campagna "dipende molto dalla tipologia dei prodotti e dalle quantità. Pfizer sappiamo che arriva con queste dosi tutte le settimane, l'Italia ha opzionato 202 milioni di dosi, se dovessero arrivare nel giro di un anno e mezzo penso che questi siano i tempi in cui completeremo la vaccinazione per tutti".

Per i bambini l'invito è proseguire con la campagna vaccinale antinfluenzale

In merito alle modalità invece, il responsabile della campagna vaccinale lombarda ha spiegato che stanno assemblando anagrafiche diverse e che per questo l'invito è a utilizzare la tecnologia per chi la sa usare e i medici per raggiungere anche le persone più anziane. Per i bambini invece "l'invito è proseguire con la campagna vaccinale antinfluenzale", poi l'idea è che "per la fine dell'anno" nuovo arrivi il vaccino per il covid anche per loro.