443 CONDIVISIONI

Coprifuoco a Milano, in cento lanciano bottiglie contro la polizia alle Colonne

Cresce la tensione tra il fronte a cui va stretto il coprifuoco alle 22 e la polizia che deve far rispettare la norma. Ieri sera alle Colonne di San Lorenzo, cuore della movida di Milano, un centinaio di persone hanno lanciato bottiglie contro gli agenti intervenuti per disperdere le oltre 2mila presenti in strada oltre l’orario. Flop alla manifestazione “No coprifuoco” in piazzale Loreto: non si è presentato nessuno.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Milano Fanpage.it
A cura di Salvatore Garzillo
443 CONDIVISIONI
Immagine

Un centinaio di persone che lancia bottiglie contro la polizia, a Milano, è un evento che non succede spesso. Non è accaduto durante manifestazioni da codice rosso e neppure durante scontri con le tifoserie. Ci è riuscito il coprifuoco in primavera. Ieri, dopo le 22, c’erano almeno 2mila persone alle Colonne di San Lorenzo, uno dei maggiori punti di ritrovo della movida milanese. Sembrava di essere tornati nel 2018. Troppa gente per non intervenire. Alle 22.20 gli agenti sono arrivati in piazza dal lato di Molino delle Armi, così come accaduto venerdì, quando in strada c’era oltre un migliaio di persone. Ma se venerdì è bastata la sola presenza dei lampeggianti per convincere tutti ad allontanarsi, ieri un gruppo di circa cento persone ha reagito lanciando bottiglie di vetro. La tensione è durata pochi minuti, i violenti si sono dispersi rapidamente mentre i poliziotti in tenuta antisommossa si sono avvicinati fino a prendere possesso della piazza accanto al sagrato della basilica di San Lorenzo Maggiore.

Immagine

Assembramenti in corso Garibaldi

Dalla radio arrivavano notizie di altri assembramenti in corso Garibaldi, dove è stato necessario intervenire per disperdere 1.500 persone in strada oltre l’orario consentito. Le operazioni si sono svolte senza problemi di ordine pubblico ma comunque si registra più azione che in piazzale Loreto, dove era stata annunciata una manifestazione dei ‘No coprifuoco'. Appuntamento alle 21.45 per una fiaccolata di protesta contro le disposizioni anti Covid, o almeno questo era il programma. La Questura si aspettava una cinquantina di persone, in piazza c'erano solo poliziotti e qualche giornalista superstite.

La rissa

Intanto alle Colonne, alle 23, dopo alcuni minuti di quiete c’è stato un nuovo momento di fibrillazione quando il contingente di poliziotti ha attraversato compatto tutta la piazza delimitata dal colonnato romano per raggiungere corso di Porta Ticinese. Sembrava che potessero esserci nuovi disordini. Invece, pochi metri più avanti, si sono fermati tutti attorno a tre ragazzi che avevano litigato tra loro. Una breve rissa durante la quale un quarto ventenne è stato colpito da una bottigliata. Il ferito è stato medicato per una contusione poco grave, mentre i tre sono stati accompagnati in Questura per essere identificati. Prima che scoccasse la mezzanotte la piazza era di nuovo vuota come nell’ultimo anno, ma stavolta ricoperta di bottiglie e bicchieri.

443 CONDIVISIONI
A Milano il 92 per cento delle case non è accessibile alle coppie che vogliono avere un figlio
A Milano il 92 per cento delle case non è accessibile alle coppie che vogliono avere un figlio
Colpito alla testa con una bottiglia durante una lite in un locale: uomo in ospedale con un trauma cranico
Colpito alla testa con una bottiglia durante una lite in un locale: uomo in ospedale con un trauma cranico
A Milano i sindacati degli agenti della polizia locale portano il Comune in Tribunale
A Milano i sindacati degli agenti della polizia locale portano il Comune in Tribunale
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni