(Immagine di repertorio)
in foto: (Immagine di repertorio)

Drammatico incidente a Coccaglio, in provincia di Brescia, dove venerdì 27 novembre ha perso la vita un ragazzo di 22 anni di origine tunisina. Il giovane, identificato solo 48 ore dopo il tragico evento, al momento dell'impatto era sprovvisto dei documenti di riconoscimento. Secondo le prime ricostruzioni della polizia stradale, risulterebbe essere senza fissa dimora ma domiciliato a Chiari, paesino a cinque chilometri dal luogo dell'impatto.

Ubriaco e in mezzo alla strada per chiedere un passaggio

L'incidente è avvenuto alle 21.30 di venerdì in via Lumetti, lungo la strada che porta a Chiari. Sembrerebbe che il giovane fosse visibilmente ubriaco e chiedesse alle macchine di fermarsi per farsi dare un passaggio. Il 22enne probabilmente voleva tornare a Chiari dove solitamente creava un giaciglio di fortuna per dormire o si faceva ospitare da alcuni connazionali. Venerdì sera diversi automobilisti, viste le condizioni del giovane, avevano allertato i carabinieri. Proprio mentre stava arrivando una pattuglia però il ragazzo è stato travolto da un'automobile.

Atteso il riconoscimento della salma da parte della famiglia

Il conducente ha allertato subito i soccorsi che, una volta arrivati sul posto e dopo aver tentato di rianimarlo per diverse ore, non hanno potuto fare altro che constatarne il decesso. I rilievi sono stati poi affidati alla polizia stradale di Iseo che è riuscita a risalire al 22enne. Le forze dell'ordine hanno quindi contattato i familiari che, nelle prossime ore – secondo quanto riporta il Giornale di Brescia – arriveranno in città dalla Tunisia per identificare la vittima.