Un uomo di 57 anni un senza fissa dimora questa notte è stato preso a calci e pugni alla testa da un ragazzo. Stando a quanto precisato dai carabinieri di Milano, il clochard si trovava in via Jannozzi nel capoluogo lombardo quando attorno a mezzanotte è stato avvicinato e aggredito da un ragazzo di 27 anni in evidente stato di ebrezza. Una volta lanciato l'allarme sul posto sono intervenuti i volontari del 118 che hanno trasportato il 57enne in codice rosso all'ospedale Policlinico di Milano, dove resta ancora ricoverato in prognosi riservata.

Arrestato l'aggressore di 27 anni

Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di San Donato Milanese che hanno rintracciato l'aggressore ancora in zona e con gli abiti sporchi di sangue. Si tratta di un ragazzo di 27 anni, cittadini brasiliano. I militari sono ancora al lavoro per cercare di ricostruire nel dettaglio quanto accaduto: dalle prime informazioni il 57enne sarebbe stato aggredito a sangue per futili motivi. Ora il ragazzo dovrà rispondere davanti ai giudici di tentato omicidio.

La scorsa estate un senza tetto è stato preso a pugni e derubato

Sempre a Milano la scorsa estate due uomini hanno aggredito a calci e pugni un senzatetto che stava dormendo per derubarlo di 40 euro. Per fortuna, nei pressi c'era un operatore ferroviario che ha assistito al pestaggio e li ha fatti arrestare. Teatro dell'accaduto la stazione dei treni di Lambrate, nella zona est del capoluogo di regione lombardo. Secondo quanto ricostruito, i due uomini, rispettivamente di 48 e 60 anni, entrambi originari della Tunisia, hanno dapprima cercato di accedere ad un gabbiotto usato come ripostiglio dal personale di Trenord per lasciare gli effetti personali durante il turno di lavoro, salvo poi desistere e prendersela con il clochard che stava riposando pochi metri più avanti per rubargli 40 euro contenuti nel portafogli.