527 CONDIVISIONI
10 Novembre 2022
15:31

Chi era Francesco Mazzacane, il ragazzo di 24 anni morto intossicato in un residence

Francesco Mazzacane, originario di Torre del Greco (Napoli) aveva 24 anni ed è morto in un residence del Milanese per un’intossicazione causata da una fuga di monossido di carbonio. Il ragazzo si trovava insieme a Pietro Caputo. Il 21enne è ricoverato in gravissime condizioni.
A cura di Ilaria Quattrone
527 CONDIVISIONI

Francesco Mazzacane, originario di Torre del Greco (Napoli) aveva 24 anni ed è morto in un residence di Novegro, frazione di Segrate (Milano). A ucciderlo sarebbe stata un'intossicazione causata da una fuga di monossido di carbonio. Il ragazzo si trovava lì, insieme a Pietro Caputo che attualmente è ricoverato in gravissime condizioni.

Questa tragedia è stata corredata da uno scambio di identità: inizialmente infatti, durante le identificazioni avvenute nella mattinata di ieri, mercoledì 9 novembre 2022, era stata diffusa la notizia che la vittima fosse Pietro Caputo e che invece Mazzacane fosse ricoverato.

La vittima infatti era stata trovata sul letto con accanto i documenti di riconoscimento del 21enne. Quando sono arrivati i genitori di entrambi i ragazzi, è stato possibile scoprire l'equivoco: durante l'identificazione della vittima nella camera mortuaria, si è risaliti all'errore che è stato poi comunicato dall'Arma dei carabinieri.

Chi era Francesco Mazzacane, 24enne di Torre del Greco e compagno di Piero Caputo

Era stato proprio Francesco ad affittare la stanza del residence. L'aveva trovata grazie a una convenzione tra la struttura e l'Esselunga, l'azienda dov'era stato assunto un mese fa e stava svolgendo un periodo di formazione. Entrambi originari di Torre del Greco, Francesco era stato raggiunto a Milano dal compagno Pietro. Il 21enne, arrivato nel capoluogo meneghino il 3 novembre, stava cercando un lavoro a Milano.

La tragedia causata da un guasto alla caldaia

Gli investigatori della compagnia di San Donato Milanese stanno intanto proseguendo con le indagini: il pubblico ministero Luigi Luzi ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e lesioni colpose. Sembrerebbe che l'ipotesi più battuta sia quello del guasto alla caldaia che si trova nello scantinato sotto la camera che i due ragazzi avevano preso in affitto.

Si sarebbe infatti sganciato un tubo di scarico. Attualmente il locale della caldaia, la caldaia e la stanza dove i due giovani sono morti restano sotto sequestro.

527 CONDIVISIONI
Incidente tra auto e moto nel Milanese: morto un ragazzo di 24 anni
Incidente tra auto e moto nel Milanese: morto un ragazzo di 24 anni
Bloccato nel bagno del negozio dopo la chiusura, ragazzo rimane intossicato dall'antifurto
Bloccato nel bagno del negozio dopo la chiusura, ragazzo rimane intossicato dall'antifurto
Auto esce di strada e si ribalta contro un muro: morto un ragazzo di 24 anni
Auto esce di strada e si ribalta contro un muro: morto un ragazzo di 24 anni
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni