Michele Bettinelli aveva 41 anni, viveva a Mozzo (Bergamo) ed era amato da tanti suoi concittadini: da ieri, venerdì 4 giugno, l'intera comunità è sotto choc. Michele infatti è morto in un tragico incidente, in provincia di Brescia, a bordo della sua moto. Stando a una prima ricostruzione, sembrerebbe che avesse tentato un sorpasso per poi perdere il controllo della motocicletta e schiantarsi contro un camion. Bettinelli è morto sul colpo. Per lui non c'è stato nulla da fare.

Il sindaco: Per la comunità grande dolore

Il 41enne era molto conosciuto nel suo Paese perché organizzava diversi eventi: due volte all'anno a Chiuduno di teneva il Tattoo Weekend o ancora la Mostra scambio all'Aeroclub. "Era una persona buona come il pane, generosa e sempre disponibile ad aiutare tutti", racconta la sorella Roberta al giornale "L'Eco di Bergamo". Oltre a organizzare eventi, Michele era un grande appassionato di moto e vespe. A ricordarlo, oltre ad amici e parenti, è anche il sindaco di Mozzo Paolo Pelliccioli: "Tutta la comunità sente grande dolore per l'improvvisa perdita di Michele Bettinelli", scrive su Facebook. I funerali si svolgeranno lunedì alle 14.30 nella chiesa parrocchiale di Mozzo.

Un altro incidente avvenuto pochi minuti prima: morto un uomo

L'incidente si è verificato poco dopo le 11 di ieri lungo la provinciale 237, all'altezza della galleria Pavone. E pochi minuti prima questo schianto, sull'autostrada A4 in direzione Venezia si è verificato un altro scontro tra un'auto e un mezzo pesante. A perdere la vita è stato un uomo di cinquant'anni. Anche lui è morto sul colpo.