Dall'euforia alla tragedia sfiorata nel giro di pochi minuti. Doveva essere una serata di festa quella per due amici di Bregnano, paese in provincia di Como, che ieri – domenica 13 settembre – sono stati protagonisti di una discreta vincita al Bingo. I due avevano fatto puntate comuni spartendosi l'investimento, e così avrebbero dovuto fare anche con i soldi della vincita ma qualcosa è andato storto.

Accoltella l'amico con 15 fendenti: arrestato con l'accusa di tentato omicidio

All'uscita dal locale, mentre discutevano su chi doveva ricevere quale parte della somma, è scoppiata una furibonda lite che ben presto si è trasformata in un'aggressione fisica. Uno dei due, un 64enne, ha estratto il coltello dalla tasca e ha sferrato diversi fendenti all'amico, un uomo di 63 anni, lasciandolo in una pozza di sangue sull'uscio del centro scommesse. L'aggressore si è quindi allontanato dal luogo dandosi alla fuga. Fortunatamente, alcuni testimoni hanno avvisato i soccorsi che si sono precipitati al Bingo per medicare la vittima e trasportarla al pronto soccorso. Gli operatori sanitari inviati dall'Azienda regionale emergenza urgenza della Lombardia hanno stabilizzato il 63enne prima di trasferirlo all'ospedale Sant'Anna di San Fermo della Battaglia dove è stato ricoverato in condizioni critiche. Da quanto emerso, l'uomo sarebbe stato raggiunto da 15 coltellate. E mentre l'uomo veniva soccorso dal 118, i carabinieri di Cantù si erano messi sulle tracce dell'aggressore, rintracciandolo dopo poco tempo. L'uomo è stato arrestato con l'accusa di tentato omicidio che, dovesse il 63enne non farcela, si trasformerebbe in omicidio volontario.