video suggerito
video suggerito
Alberto Genovese arrestato per stupro

Alberto Genovese torna davanti ai giudici: è accusato di altri due casi di violenza sessuale

E’ tornato davanti ai pm di Milano Alberto Genovese, l’ex imprenditore del web già condannato a 6 anni e 11 mesi, per difendersi dalle accuse della seconda tranche di indagini: nelle prossime settimane è attesa una nuova richiesta di processo.
A cura di Francesca Del Boca
74 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Torna davanti ai pm di Milano Alberto Genovese, l'ex imprenditore del web già condannato a 6 anni, 11 mesi e 10 giorni per stupro ai danni di due giovani modelle e di nuovo in carcere da febbraio, per difendersi dai capi d'imputazione della seconda tranche di indagini chiusa nei mesi scorsi. Il mago delle startup 46enne è accusato di altri due casi di violenze sessuali (insieme a detenzione di materiale pedopornografico e intralcio alla giustizia): anche in questo caso, secondo la Procura, prima di abusare delle vittime le avrebbe prima stordite con un mix di alcol e sostanze.

Nuove indagini su Alberto Genovese

Genovese, dopo la chiusura del nuovo filone coordinato dall'aggiunto Letizia Mannella e dai pm Rosaria Stagnaro e Paolo Filippini e sempre condotto dalla Squadra mobile, ha chiesto ai pm di essere interrogato: l'audizione è ora in corso presso gli uffici della Procura milanese. Per le prossime settimane, intanto, è attesa una nuova richiesta di processo.

Immagine

Genovese resta in carcere a Bollate

Di recente il Tribunale di Sorveglianza ha deciso inoltre che Genovese dovrà restare nel carcere di Bollate almeno fino a fine ottobre del 2023: tanto ci vorrà infatti prima che il Tribunale di Sorveglianza di Milano decida se Alberto Genovese potrà essere affidato a una comunità di recupero dove curarsi dalla dipendenza dalla cocaina. Prima di quel momento, secondo i giudici, è necessario che Genovese sia ancora sottoposto a un periodo di osservazione da parte degli specialisti, che monitoreranno le sue condizioni psicofisiche. Inoltre, occorrerà una valutazione psichiatrica sulla causa specifica dei reati e delle modalità di "estrema violenza" con le quali sono stati commessi.

74 CONDIVISIONI
148 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views