Foto: A Buon diritto/Facebook
in foto: Foto: A Buon diritto/Facebook

Il Pd scende in piazza, insieme ai promotori del manifesto ‘Non siamo pesci’, per protestare contro le politiche del governo in tema di migranti e per chiedere di far sbarcare i 47 migranti a bordo della Sea Watch 3 al largo delle coste siciliane. Contestualmente, raccogliendo proprio il principio su cui si fonda il manifesto, i parlamentari del Pd hanno depositato una proposta di legge con la quale si chiede di istituire una commissione parlamentare d’inchiesta sulle stragi di migranti nel Mar Mediterraneo. Il primo firmatario è il capogruppo dem alla Camera, Graziano Delrio. Scopo della commissione è quello di “individuare le cause principali e secondarie dei naufragi in quest’area, anche accertando la tempestività e le modalità di soccorso in mare, il rispetto delle leggi e delle Convenzioni internazionali in materia di diritti umani fondamentali, e l'eventuale violazione di tali diritti”.

La proposta di legge è stata depositata alla Camera: si prevede che la commissione verifichi il rispetto e l’attuazione “degli obblighi derivanti dalle Convenzioni internazionali sottoscritte e ratificate dall'Italia in materia di soccorso e salvataggio in mare, incluso il divieto di respingimento”. Con la commissione si vuole anche verificare come siano avvenute le operazioni di soccorso in mare, cercando di scoprire anche se ci siano state o meno omissioni di soccorso. L’idea è quella di formare una commissione composta da 15 deputati e 15 senatori.

La manifestazione davanti Montecitorio

I parlamentari del Pd hanno deciso di scendere in piazza, davanti Montecitorio, insieme alle donne e agli uomini che hanno sottoscritto l’appello ‘Non siamo pesci’, promosso in primis da Luigi Manconi. Durante il presidio i presenti hanno più volte chiesto di far scendere dalla Sea Watch 3 i 47 migranti a bordo. La manifestazione è stata convocata dai Radicali italiani e da A Buon diritto. Presenti anche alcuni dei volti noti, tra coloro che hanno sottoscritto il manifesto, come Sandro Veronesi, Alessandro Bergonzoni e Gad Lerner.

I parlamentari a bordo della Sea Watch 3

Nel pomeriggio una delegazione di parlamentari del Pd è salita a bordo della Sea Watch 3. La volontà dei parlamentari è quella di verificare quali siano le condizioni dei migranti per cui si chiede lo sbarco immediato. Dopo l’ordinanza di questa mattina che aveva deciso lo stop alla navigazione intorno alla nave, la delegazione del Pd ha incontrato la prefettura di Siracusa, ottenendo il via libera. Sull’imbarcazione dell’Ong sono saliti il presidente dem, Matteo Orfini, e il candidato alla segreteria del partito, Maurizio Martina.