Mancano poco meno di 24 ore all'inizio degli esami di Maturità 2019: si comincia con la prima prova domani alle 8.30, e negli ultimi giorni è impazzato il tototema per il totoesame, un gioco che i maturandi fanno ogni anno per indovinare gli autori dell'analisi del testo e gli argomenti delle tracce.

Quali autori e temi verranno scelti dal Miur per le tracce della prima prova alla Maturità 2019? Anche se non bisogna aspettare ancora molto per conoscere la decisione degli esperti del Ministero dell'Istruzione, gli studenti cominciano ad esprimere le proprie preferenze. Così, stando ad un'indagine condotta da Skuola.net, che ha intervistato tremila ragazzi che dovranno sostenere l'esame di Stato, è emerso che molti maturando hanno già le idee chiare rispetto a ciò che vorrebbero per le singole tipologie di compito. Si tratta, lo ricordiamo, di un gioco, scommesse che corrono sul web alla vigilia dell'esame. Ma la verità si potrà conoscere solo all'apertura dei plichi in arrivo dal Ministero dell'Istruzione.

I temi della prima prova alla Maturità 2019

Secondo quanto previsto dalla nuova normative, ci sono 3 tipologie di traccia tra cui scegliere per la prima prova d'italiano, in calendario il prossimo mercoledì 19 giugno, uguali per tutti gli indirizzi e stabiliti dal Miur. La prima è la tipologia A, cioè l'analisi del testo, per cui il Ministero dell'Istruzione propone due possibili analisi del testo, che possono essere un brano di prosa o una poesia di un autore italiano vissuto nel periodo compreso dall'Unità di Italia ad oggi. Il maturando dovrà scegliere quale delle due tracce analizzare; c'è poi la tipologia B, cioè il testo argomentativo, che presenta a sua volta tre tracce che possono essere d'ambito artistico, letterario, filosofico, storico, economico, sociale, tecnologico, scientifico; e infine la tipologia C, cioè il tema d'attualità o di ordine generale. I candidati hanno 6 ore di tempo, a partire dalle 08:30, per terminare il compito.

Maturità 2019, le tracce possibili per l'analisi del testo

Per quanto riguarda l'analisi del testo, considerando che quest'anno gli autori raddoppieranno, per i maturandi c'è sempre stato un testa a testa tra Giovanni Verga e Gabriele D'Annunzio per la scelta dell'autore di prosa dell'Ottocento, anche se il vate abruzzese sembra avere la meglio con il 30% dei voti, di contro al 20% del suo sfidante. A lunedì 17 giugno, dunque con l'avvicinarsi del
grande appuntamento, i risultati si sono polarizzati sempre più intorno a Giovanni Verga e Gabriele D’Annunzio, con il 34% dei consensi. Segue Alessandro Manzoni, ma molto distaccato dalla vetta.  Tra gli scrittori del Novecento, gli studenti sperano in Luigi Pirandello. Dopo di lui ci sono Italo Svevo e Primo Levi.  Tra i poeti, è Giuseppe Ungaretti a spuntarla nelle preferenze degli intervistati, a cui seguono Giacomo Leopardi, già protagonista di una delle simulazioni proposte dal Miur nei mesi scorsi, ed Eugenio Montale.

Ricorrenze nel 2019 e temi di attualità

Come tutti gli anni, anche per gli argomenti della prima prova della Maturità 2019 sono importanti gli anniversari, che bisogna ricordare perché tra i temi più papabili delle tracce scelte dal Miur.

Anniversari storici

Da ricordare, infatti, sono le ricorrenze dell'anno in corso, che potrebbero diventare oggetto di una delle tracce. L'anniversario che, secondo l'indagine di Skuola.net, i maturandi considerano più probabile è senza dubbio la caduta del Muro di Berlino, avvenuta esattamente 30 anni fa, il 9 novembre 1989, che svetta con il 22% dei voti. Al secondo posto c'è un altro trentennale, e cioè quello dell'invenzione di Internet, che riesce a convincere il 18% degli studenti. Infine, gli 80 anni dall’inizio della Seconda Guerra Mondiale. Fuori dal podio delle tematiche più probabili per gli studenti ci sono i 50 anni dallo sbarco sulla Luna e 10 anni dal terremoto dell'Aquila, celebrati lo scorso marzo. Ma ci sono anche gli 80 anni dalla nascita di Giovanni Falcone e 90 anni dalla nascita di Martin Luther King.

Anniversari letterari

A ciò si aggiungano i 500 anni dalla morte di Leonardo da Vinci, che sembra al momento la traccia più probabile sulle altre, e cioè i 100 anni dalla nascita di Primo Levi, i 200 anni dell'Infinito di Giacomo Leopardi. Si ricordino anche i 100 anni dalla nascita di Primo Levi, i 90 anni dalla morte di Italo Svevo e i 110 anni dalla nascita di Cesare Pavese. L'ipotetica traccia su Inquinamento e Ambiente resiste in cima alla classifica degli argomenti più "desiderati" per il tema di attualità. Seguono i temi su Immigrazione e Femminicidi, e poi ancora tematiche più generali come il "Futuro" e la "Memoria".

Anniversari artistici

Infine, per quanto riguarda gli anniversari artistici, quest'anno ricorre il 30esimo anniversario della morte di Salvador Dalì, massimo esponente del surrealismo, i 500 anni dalla morte di Leonardo Da Vinci (tra le sue opere più celebri: La Gioconda, L'ultima cena e Annunciazione), i 180 anni dalla nascita di Paul Cézanne, notissimo esponetene del movimento impressionista francese e il 75esimo anniversario della morte di Edvard Munch, pittore famoso soprattutto per il suo quadro L'urlo.

Maturità 2019, le scommesse sui temi per l'attualità

Tra i temi di carattere generale che potrebbero essere uno degli argomenti del tema di attualità ci sono, secondo gli studenti intervistati da Skuola.net, oltre a quello dell'inquinamento, l'immigrazione, fonte di discussione perenne nel nostro Paese, sia sui social che nei talk, oppure il delicato tema della violenza sulle donne: con l’11% dei voti è la terza scelta.  E poi ancora il tema della "La Memoria" e "Il Futuro": i maturandi in questo caso giocano di tradizione e scelgono spunti al centro di più di una traccia negli anni passati. A seguire, un terzetto di argomenti, che vanno da "il Ruolo dell’arte", a "L’amore e l’amicizia" e "La natura".