305 CONDIVISIONI
video suggerito
Conflitto Israelo-Palestinese

Israele attacca l’Iran, esplosioni a Isfahan: nessun danno ai siti nucleari. Teharan: “Raid fallito, droni abbattuti”

L’attacco che Israele ha lanciato all’Iran: Teheran non prevede una ritorsione immediata, Usa erano a conoscenza del raid.

305 CONDIVISIONI
Immagine

L'atteso attacco israeliano all'Iran è arrivato poco prima dell'alba. Erano circa le 4 e 30 quando sono state udite una serie di esplosioni ad Isfahan, città considerata strategicamente importante in quanto sede di numerose infrastrutture, inclusi siti di ricerca e sviluppo militare. La base, colpita con dei droni, ospita da tempo la flotta iraniana di F-14 Tomcat di fabbricazione statunitense, acquistati prima della Rivoluzione Islamica del 1979.

Nella zona di Esfahan sorgono anche siti associati al programma nucleare iraniano, compreso quello sotterraneo di arricchimento dell'uranio di Natanz, che è stato ripetutamente preso di mira da sospetti attacchi di sabotaggio israeliani. Tuttavia, la televisione di Stato iraniana ha descritto tutti i siti della zona come "completamente sicuri" e anche l'AIEA ha rassicurato che nessun impianto è stato danneggiato dai raid. Attacchi anche in Siria e Iraq.

Teheran ha immediatamente attivato i suoi sistemi di difesa aerea. L'agenzia di stampa ufficiale iraniana Irna ha annunciato che "non sono stati segnalati danni rilevanti" in seguito alle esplosioni udite all'alba. In seguito all'attivazione della difesa aerea in alcune regioni del Paese, "non sono stati segnalati danni o esplosioni su larga scala", ha dichiarato l'agenzia, sulla base delle informazioni riportate dai suoi giornalisti. L'agenzia ha aggiunto che "non sono state ricevute segnalazioni di lancio di sistemi di difesa missilistica". Le autorità iraniane hanno inizialmente chiuso lo spazio aereo sul Paese, salvo poi riaprirlo poche ore dopo.

Il Ministro della Difesa italiano Crosetto: "Al lavoro con gli alleati per scongiurare escalation". G7: "Siamo pronti a nuove sanzioni contro l'Iran".

Per approfondire:

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
22:39

Macron: "Impegno per impedire escalation Libano Israele"

Emmanuel Macron ha assicurato al primo ministro libanese Najib Mikati, ricevuto a Parigi, "l'impegno della Francia a fare tutto il possibile per evitare un'escalation di violenza tra Libano e Israele", ha riferito l'Eliseo. Il presidente francese, che ha incontrato anche il capo dell'esercito libanese Joseph Aoun, ha in particolare "espresso la sua determinazione a continuare a fornire alle Forze armate libanesi il sostegno di cui hanno bisogno", ha aggiunto il suo ufficio in un comunicato stampa.

A cura di Ida Artiaco
21:23

Jihad islamica: "Silenzio mondiale sui crimini sionisti in Cisgiordania"

La Jihad islamica palestinese ha condannato il “silenzio” del mondo arabo e della comunità internazionale su quelli che ha descritto come crimini commessi dalle forze israeliane e dai coloni illegali in Cisgiordania.

In una dichiarazione, il gruppo ha denunciato l'ultimo e continuo raid israeliano nel campo profughi di Nur Shams a Tulkarem. Ha inoltre criticato gli attacchi dei coloni contro i palestinesi e le loro proprietà, che sono aumentati nelle ultime settimane. Secondo la Jihad islamica, i tentativi da parte delle nazioni occidentali di sanzionare i coloni non aiuteranno, mentre queste stesse nazioni “chiudono un occhio sui ministri che armano e incitano” i coloni a compiere attacchi.

A cura di Ida Artiaco
21:10

Isreale, raid contro infrastrutture di Hezbollah in sud Libano

Iseaele ha lanciato un raid aereo nel sud del Libano per colpire alcune infrastrutture di Hezbollah, dopo che da quella zona sono stati lanciati almeno tre razzi contro il territorio dello Stato ebraico. Lo fa sapere l'aeronautica israeliana, citata dai media israeliani, fra cui YNet e Haaretz. L'attacco in Libano è stato anche confermato anche daI portavoce militare.

A cura di Ida Artiaco
20:21

Media Usa: "L'obiettivo in Iran era la base di Natanz"

Citando "fonti militari americane di alto livello", Fox News riferisce che l'obiettivo del presunto attacco israeliano di ieri sera in Iran era una base militare a Isfahan vicino a Natanz, non gli stessi impianti nucleari. "Gli israeliani hanno colpito ciò che intendevano colpire", dice una delle fonti a Fox News, aggiungendo che c'era un obiettivo principale che è stato colpito più volte e che il sistema di difesa aerea iraniano di fabbricazione russa si è dimostrato inefficace.

A cura di Ida Artiaco
19:52

Capo Aiea: "Deplorevole prendere di mira gli impianti nucleari"

Il capo dell'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea) Rafael Grossi ha messo in guardia i Paesi dagli attacchi mirati agli impianti nucleari iraniani. In un'intervista alla Bbc, Grossi ha detto di aver tirato un "grande sospiro di sollievo" dopo aver saputo che nessun impianto nucleare era stato colpito dall'attacco, aggiungendo che la sua squadra è rimasta "sveglia gran parte della notte… seguendo la situazione". Un attacco agli impianti nucleari iraniani sarebbe stato "una cosa terribile", ha precisato Grossi, sottolineando però che avendo l'Iran i suoi impianti nucleari sottoterra "l'attacco non sarebbe stato efficace". Isfahan, dove si pensa sia avvenuto il raid notturno israeliano, ospita molti degli impianti nucleari del Paese, ricorda l'emittente britannica.

A cura di Ida Artiaco
19:33

Media Israele: "Allarme a Sderot, intercettato un razzo da Gaza"

"Due lanci di razzi da Gaza sono stati rilevati in seguito all'allarme attivato nella zona di Sderot in Israele. Un razzo è stato intercettato e l'altro è caduto in un'area aperta fuori dagli insediamenti. Non si sono registrate vittime o danni". Lo riporta il sito israeliano Ynet.

A cura di Ida Artiaco
19:00

Iran: "Attacco fallito, droni abbattuti e nessuna vittima"

"I micro veicoli aerei sono stati abbattuti senza fare vittime o danni». Lo ha affermato il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amirabdollahian, parlando dell'attacco contro Isfahan attribuito ad Israele. "I media filo israeliani hanno tentato di rendere una vittoria il loro fallimento ed esagerare la questione", ha detto Amirabdollahian agli inviati dell'Organizzazione per la Cooperazione islamica presso l'Onu a New York, come riporta Iran International. Il capo della diplomazia di Teheran ha ribadito che l'Iran è pronto a colpire decisamente Israele se adotterà misure contro la Repubblica islamica.

A cura di Biagio Chiariello
18:52

Di Maio: "De-escalation con dialogo Usa-Ue e Paesi moderati"

"Qualsiasi cosa vogliamo fare, la de-escalation nella regione non può prescindere dal dialogo tra Stati Uniti, Unione europea e Paesi moderati della regione, tra cui ci sono i sei Paesi di cui mi occupo io, ovvero Arabia Saudita, Emirati Arabi, Qatar, Oman, Bahrein e Kuwait". Lo dice il rappresentante speciale dell'Ue per il Golfo Persico, Luigi Di Maio, nel suo intervento al Feuromed 2024, in corso a Napoli. "Questi sei Paesi sono interessati a mantenere la pace regionale – aggiunge – non solo perche' stanno implementando ambiziosissimi programmi economici, che stanno attraendo anche tante aziende europee e italiane, ma anche perche' sono ormai attori multilaterali". Per l'ex ministro e vicepremier, inoltre, "non ci potrà mai essere stabilità duratura e strutturale senza una soluzione del conflitto israelo-palestinese e soprattutto Israele-Hamas".

A cura di Biagio Chiariello
18:42

Cisgiordania, 5 morti per una retata di Israele

Almeno cinque persone sono morte e diverse sono rimaste ferite in una retata del l'esercito israeliano nel campo profughi di Nur Shams, in Cisgiordania. Lo riferiscono i media locali

A cura di Biagio Chiariello
18:20

Lufthansa sospende i voli per Israele fino a domattina

Lufthansa e le sue controllate Swiss e Aua hanno sospeso tutti i voli verso Israele a causa della situazione attuale. Si tratta di quattro collegamenti previsti fino alle 7 di domani, sabato, ha detto un portavoce di Lufthansa come riferisce l'agenzia Dpa associando l'annuncio alle informazioni sull'Iran.

A cura di Biagio Chiariello
18:18

Il ministro degli Esteri Iran: "Attacco fallito, droni abbattuti e nessuna vittima"

"I micro veicoli aerei sono stati abbattuti senza fare vittime o danni". Lo ha affermato il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amirabdollahian,parlando dell'attacco contro Isfahan attribuito ad Israele. "I media filo israeliani hanno tentato di rendere una vittoria il loro fallimento ed esagerare la questione", ha detto Amirabdollahian agli inviati dell'Organizzazione per la Cooperazione islamica presso l'Onu a New York, come riporta Iran International. Il capo della diplomazia di Teheran ha ribadito che l'Iran è pronto a colpire decisamente Israele se adotterà misure contro la Repubblica islamica.

A cura di Biagio Chiariello
17:54

Israele: 276 camion umanitari entrati a Gaza

Un totale di 276 camion carichi di aiuti umanitari sono stati ispezionati oggi e ammessi a entrare nella Striscia di Gaza. Lo riferisce l'organismo israeliano per il coordinamento delle attività governative nei territori palestinesi (Cogat). Lo riporta la Cnn. Nel nord di Gaza sono stati, invece, lanciati per via aerea 114 pallet contenenti decine di migliaia di pacchi di aiuti. Quanto alle nuove rotte, secondo il Cogat, 20 camion hanno attraverso quella della Giordania e otto tir carichi di farina sono arrivati attraverso il porto di Ashdod in Israele.

A cura di Biagio Chiariello
17:34

Raid Israele nel sud del Libano, Hezbollah: "Ucciso figlio di un nostro fondatore"

Questa mattina “i soldati delle Forze di difesa israeliane (Idf) hanno identificato i terroristi che operavano in una struttura militare di Hezbollah nella zona di Ayta ash Shab, nel sud del Libano. Gli aerei dell'Aeronautica militare israeliana (Iaf) hanno colpito la struttura insieme ai terroristi”. Lo scrivono su Telegram le stesse Idf. Hezbollah, tramite la sua emittente al-Manar, ha dato notizia della morte nell'operazione di un suo componente, Muhammad Fadal Allah, 55 anni, figlio di uno dei fondatori del movimento.

A cura di Biagio Chiariello
17:06

Nuove sanzioni Usa per la violenza dei coloni ebrei in Cisgiordania

Nuove sanzioni Usa per le violenze dei coloni ebrei in Cisgiordania. Il dipartimento di stato colpisce Ben Zion Gopstein, fondatore e leader di Lehava, "un'organizzazione i cui membri sono coinvolti  nella violenza destabilizzante che colpisce la Cisgiordania". Nel mirino del dipartimento del tesoro invece due entità, Mount Hebron Fund e Shlom Asiraich, "per il loro ruolo nella creazione di campagne di raccolta fondi per conto di due estremisti impegnati in attività violente, rispettivamente Yinon Levi e David Chai Chasdai, già sanzionati dagli Usa".

A cura di Biagio Chiariello
16:51

Il Belgio chiederà di rivalutare l'accordo Ue-Israele

"Il Belgio prenderà l'iniziativa a livello europeo per rivalutare il nostro accordo di associazione con Israele", co-sponsorizzerà "una risoluzione Onu a favore della piena adesione della Palestina alle Nazioni Unite" e chiederà l'imposizione di dazi all'importazione in tutta l'Ue sui "prodotti provenienti dagli insediamenti israeliani illegali". Lo annuncia la vice premier belga, Petra De Sutter, in un tweet.

A cura di Biagio Chiariello
16:27

Ministro Baerbock: "Israele contribuisca a porre fine a sofferenze a Gaza"

"Come G7, sottolineiamo quanto io e il mio collega David Cameron abbiamo reso chiaro mercoledì a Gerusalemme. Nonostante i primi passi visibili verso un maggiore aiuto umanitario, questo non è sufficiente, ed è dovere del governo israeliano contribuire a porre fine alla sofferenza umanitaria di tante persone, e soprattutto dei bambini a Gaza". Lo ha detto la ministra degli Esteri tedesca Annalena Baerbock in conferenza stampa a conclusione del G7 Esteri a Capri. "Abbiamo il dovere di proteggere concretamente la popolazione civile. In particolare a Rafah, dove oltre un milione di persone continuano a cercare protezione. Una vasta operazione militare avrebbe qui conseguenze catastrofiche", ha aggiunto. Affinché "la sofferenza per tutte le parti abbia fine", "il passo decisivo in questa direzione è un'ulteriore tregua umanitaria che porti a un cessate il fuoco sostenibile".

A cura di Biagio Chiariello
16:01

Hamas: oltre 34mila palestinesi uccisi in 6 mesi di guerra

Il ministero della Sanità di Gaza, gestito da Hamas, ha dichiarato venerdì che almeno 34.012 persone sono state uccise nel territorio durante gli oltre sei mesi di guerra tra Israele e i militanti palestinesi. Il bilancio comprende almeno 42 morti nelle ultime 24 ore, ha dichiarato il ministero, aggiungendo che 76.833 persone sono state ferite nella Striscia di Gaza dall'inizio della guerra.

A cura di Biagio Chiariello
15:50

Onu, Guterres condanna "ogni atto di rappresaglia"

Il segretario generale dell'ONU, Antonio Guterres, "condanna qualsiasi atto di ritorsione" in Medio Oriente. "Il Segretario generale ribadisce che e' tempo di fermare il pericoloso ciclo di ritorsioni in Medio Oriente", ha detto il suo portavoce Stephane Dujarric in un comunicato stampa, e mette in guardia dal rischio di un "conflitto regionale diffuso".

A cura di Biagio Chiariello
15:38

Blinken: "Palestina? Non ora, lavori diplomazia"

"Gli Stati Uniti vogliono arrivare allo Stato palestinese; ma per avere una pace sostenibile, duratura e di lunga durata e per rispondere alle giuste aspirazioni del popolo palestinese, allo Stato della Palestina si puo' arrivare attraverso la diplomazia, non con l'imposizione": cosi' il segretario di Stato americano, Antony Blinken, ha spiegato, a conclusione della ministeriale Esteri del G7 a Capri, il veto che gli Usa hanno posto la notte scorsa in Consiglio di Sicurezza dell'Onu all'ingresso a pieno titolo della Palestina al Palazzo di Vetro. Blinken ha comunque assicurato che gli Usa lavorano al progetto e anche "alla potenziale normalizzazione" del processo di distensione tra Israele e i Paesi arabi. "Ci sono modi migliori per ottenere risultati significativi: si possono scrivere cose su un pezzo di carta e non avrebbero effetto, quello che conta e' la diplomazia".

A cura di Biagio Chiariello
15:30

Ue verso sanzioni a droni e missili iraniani

I Paesi dell'Unione europea puntano a raggiungere un accordo politico lunedi' prossimo – nella riunione dei ministri degli Esteri e della Difesa a Lussemburgoo – per sanzionare i missili iraniani ed espandere le misure contro individui ed entita' iraniane responsabili del trasferimento di droni. Dopo l'attacco iraniano di domenica scorsa con piu' di 300 droni e missili, questa settimana prima gli stessi ministri degli Esteri e poi i leader dei Ventisette hanno avanzato l'intenzione di imporre maggiori sanzioni a Teheran. La risposta dovrebbe arrivare lunedi' con un accordo di principio per sanzionare

l'industria iraniana dei droni e dei missili. In primo luogo, l'Ue si e' concentrata sul regime messo in atto per sanzionare l'Iran per aver trasferito droni alla Russia da utilizzare nella sua guerra contro l'Ucraina, con cui ha imposto misure restrittive contro persone ed entita' legate all'attivita'. "L'idea ora e' di introdurre i missili in questo regime", ha spiegato un alto funzionario europeo, che confida che lunedi' si raggiunga un accordo politico tra i ministri sulla proposta.

A cura di Biagio Chiariello
15:14

Iran: "Israeliani o americani i mini droni colpiti"

Un membro della Commissione parlamentare per la sicurezza nazionale, Shahriar Heidari, ha dichiarato che gli oggetti volanti presi di mira oggi dal sistema di difesa iraniano erano "mini droni di sorveglianza americani o israeliani". "Le indagini continuano per verificare se ci sono stati danni durante l'incidente", ha aggiunto Heidari. Le esplosioni a Isfahan "erano legate a un'operazione israeliana e sono state ridicole", ha dichiarato il portavoce del Consiglio di presidenza del Parlamento Nezameddin Mousavi. "Israele ha accettato la loro sconfitta e si compiacciono di queste mosse infruttuose", ha aggiunto.

A cura di Ida Artiaco
15:10

Ex ministro iraniano Zarif: "Attacco imprudente, fermare Israele"

"Ora, alla luce degli imprudenti fuochi d'artificio a Isfahan, tutti i Paesi e i leader dovrebbero concentrarsi sul porre fine alle trasgressioni israeliane, soprattutto alla sua guerra a Gaza". Lo ha affermato, a proposito dell'attacco nella notte attribuito a Israele contro l'Iran, Javad Zarif, ex ministro degli Esteri iraniano e negoziatore di Teheran all'epoca del raggiungimento dell'accordo sul nucleare del 2015, noto come Jcpoa.

"I continui atti di aggressione di Israele contro l'Iran, in particolare il suo provocatorio attacco alle sedi diplomatiche iraniane in Siria, sono rimasti impuniti al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, costringendo l'Iran ad adottare una risposta misurata di autodifesa, prendendo di mira solo le strutture militari e, a differenza di Israele, evitando intenzionalmente i civili", ha scritto Zarif su X, in riferimento alla ritorsione di Teheran contro Tel Aviv lo scorso fine settimana dopo il raid contro l'ambasciata americana di Damasco.

A cura di Ida Artiaco
14:51

Iran: "Fallito tentativo di Israele attraverso agenti locali"

Mehdi Toghyani, membro del parlamento iraniano di Isfahan, afferma che il "tentativo disperato" di Israele "con l'aiuto di agenti locali" è "fallito e ha portato loro una nuova disgrazia". Lo riporta Al Jazeera. "Fate loro sapere che siamo pronti a proteggere il nostro caro Iran", ha scritto il deputato su X. Kioumars Heydari, comandante in capo delle forze di terra dell'esercito iraniano, afferma che l'Iran rimane vigile: "Se oggetti volanti sospetti appaiono nel cielo del Paese, saranno presi di mira dalla nostra potente difesa aerea", ha detto all'Irna.

A cura di Ida Artiaco
14:44

Intervento della polizia a Parigi: uomo minaccia di farsi esplodere al consolato iraniano

Un uomo sarebbe asserragliato nell'edificio del consolato iraniano a Parigi, situato in rue Fresnel, nel 16° arrondissement, minacciando di farsi esplodere. Lo riporta Europe 1 citando fonti della polizia. Intervento della polizia in corso: interrotta la linea 6 della metropolitana.

A cura di Ida Artiaco
14:40

Tajani: "Usa informati all'ultimo minuto da Israele sull'Iran"

"Gli Stati Uniti sono stati informati all'ultimo minuto" sull'attacco israeliano contro l'Iran "ma non c'è stata condivisione da parte degli Usa, è stata una mera informazione. Ritengo tuttavia che quanto accaduto sia frutto dell'impegno e lavoro del G7: non ci sono morti e feriti". Lo ha detto il ministro degli Esteri Antonio Tajani in conferenza stampa al termine del G7 di Capri rispondendo ad una domanda sulle informazioni condivise con i partner dal segretario di Stato Usa Antony Blinken.

A cura di Ida Artiaco
14:24

Hamas: "L'aggressione di Israele all'Iran è un'escalation"

L'"aggressione" di Israele all'Iran è un'escalation contro la regione: lo ha detto Sami Abu Zuhri, alto funzionario di Hamas, dopo le notizie di un attacco di droni israeliani contro un sito militare iraniano. Lo riporta il Times of Israel. Hamas fa parte dell'Asse della Resistenza guidato dall'Iran, insieme agli Hezbollah libanesi e ai gruppi in Siria e Iraq.

A cura di Ida Artiaco
13:59

Ue: "Su Israele e Iran tutti diano prova di moderazione"

"Stiamo vedendo i rapporti" su una controreazione di Israele verso l'Iran, "vediamo la situazione sul campo. L'Ue è stata molto chiara riguardo al fatto che ci aspettiamo da tutti i soggetti coinvolti diano prova della massima moderazione per non aggravare la situazione la situazione. L'Alto rappresentante Ue Josep Borrell in diversi momenti ha detto che la regione è sull'orlo del baratro e ora tutti devono assicurarsi e prendere le misure necessarie per fare un passo indietro perché il contrario significherebbe uno scontro regionale a tutto campo che non gioverebbe a nessuno". Lo ha detto  il portavoce Ue per la politica estera nel corso del briefing quotidiano con la stampa

A cura di Biagio Chiariello
13:40

Turchia avverte, rischio di conflitto permanente

La Turchia mette in guardia dal rischio di un conflitto permanente che incombe sull'intera regione e accusa Israele di aver dato il via alla spirale di violenza, in seguito all'attacco all'ambasciata iraniana a Damasco dello scorso 1 aprile. Il ministero degli Esteri turco è intervenuto con un comunicato, emesso in seguito all'invio di droni verso l'Iran, avvenuto questa mattina per mano dello Stato ebraico, che però non ha rivendicato ufficialmente. "Il bombardamento dell'ambasciata di Damasco, una chiara violazione del diritto internazionale, ha dato il via all'escalation di tensione e fatto aumentare il rischio di un conflitto di lunga durata. Seguiamo gli sviluppi con preoccupazione e invitiamo le parti coinvolte a evitare passi che possano spianare la strada a una guerra. Chiediamo la fine del massacro in corso a Gaza, la fondazione di uno Stato palestinese e una pace duratura per l'intera nostra regione", si legge nel comunicato di Ankara.

A cura di Biagio Chiariello
13:28

Blinken: "Usa non coinvolti in alcuna operazione offensiva"

"Non siamo coinvolti in alcuna operazione offensiva. Quello che posso dire è che stiamo lavorando alla de-escalation. Non voglio dire altro, non siamo stati coinvolti". Lo ha detto il segretario di Stato americano Antony Blinken in conferenza stampa al termine del G7 di Capri rispondendo ad una domanda sull'attacco israeliano di stamane in Iran.

A cura di Biagio Chiariello
13:20

Iran: "Se Israele fa un nuovo errore la risposta sarà dura"

"Se il regime di Israele commettesse ancora volta un grave errore la nostra risposta sarà decisiva, definitiva e per loro un rammarico". Lo ha affermato il ministro degli Esteri iraniano, Hossein Amirabdollahian, in un'intervista a Cnn, come riferisce Irna. "La nostra prossima risposta sarà immediata e ai massimi livelli nel caso in cui il regime di Israele si imbarchi nuovamente in avventurismo e intraprenda azioni contro gli interessi dell'Iran", ha detto Amirabdollahian, affermando che gli Usa sono stati informati di questo tramite l'ambasciata della Svizzera a Teheran e che la Repubblica islamica non cerca di alzare le tensioni.

A cura di Biagio Chiariello
305 CONDIVISIONI
832 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views