04 agosto 20:01 Nuovo focolaio in un’azienda agricola a Mantova: 97 persone positive

Un nuovo focolaio con 97 persone positive è stato trovato in un'azienda agricola nel Mantovano. Lo ha fatto sapere l'assessore al Welafre lombardo, Giulio Gallera. "Un accurato e tempestivo lavoro di tracciamento e indagine disposto dall'ATS della Valpadana in attuazione delle linee guida emanate da Regione Lombardia – scrive in una nota – ha consentito di individuare e circoscrivere un focolaio Covid con 97 casi positivi in un'azienda agricola del Mantovano. Tre di questi mostravano sintomi lievi, gli altri sono asintomatici".

04 agosto 19:42 Nuovo focolaio a Prato, scoperto cluster familiare: positivi padre, madre e tre bambini

Cinque nuovi positivi, contagiati dal coronavirus e tutti appartenenti a un cluster familiare italiano, sono stati individuati oggi a Prato. Il focolaio è stato scoperto dall'Asl, dopo che era stato fatto il tampone a uno di loro, il padre, che aveva bisogno di un ricovero ospedaliero. Una volta scoperta la sua positività, già nei giorni scorsi, sono stati poi tracciati i familiari più stretti e quattro di loro sono risultati positivi: contagiati padre, madre e tre bambini. I cinque pazienti sono tutti asintomatici e non presentano al momento complicazioni ma la Asl vigila sul decorso del Covid-19 e ha disposto per loro la quarantena.

04 agosto 17:58 Aumentano ancora i casi in Spagna, 1178 nelle ultime 24 ore

Nelle ultime 24 ore in Spagna sono stati registrati 1.178 nuovi casi di contagio da Covid-19, con un aumento di 210 rispetto ai 968 nuovi casi registrati ieri. I decessi sono 26.

04 agosto 17:38 Coronavirus Lombardia, 44 nuovi casi e 1 morto

Il bollettino della Regione Lombardia riferisce oggi di 44 contagi e 1 morto. I casi sono in aumento rispetto ai 25 di ieri. Dei nuovi casi, 14 sono debolmente positivi e 4 a seguito di test sierologici. I tamponi sono stati 5696. I guariti/dimessi crescono di 86 unità a 73.810, mentre i ricoverati in terapia intensiva restano fermi a 9 e quelli non in terapia intensiva calano di 2 a 160.

04 agosto 17:10 Bollettino ministero della Salute: 190 contagi e 5 morti nelle ultime 24 ore

Il bollettino del Ministero della Salute sui contagi da Coronavirus in Italia: secondo l’ultimo bilancio aggiornato a oggi, il numero dei casi positivi al Covid-19 in Italia è salito a sono 248.419 (+190, ieri +159), di cui 200.766 guariti (+177, ieri +129) e 35.171 morti (+5, ieri +12).

04 agosto 16:14 Approvate le linee guida per il ritorno a scuola della fascia 0-6 anni

Sono state pubblicate le nuove linee guida per la ripresa dell’attività in presenza per la fascia 0-6. Il ministero dell’Istruzione le ha pubblicate sul suo sito: no all’obbligo di mascherina per i più piccoli e suddivisione dei bambini in gruppi stabili con l’individuazione per ciascun gruppo del personale dedicato.

04 agosto 15:58 Gallipoli, multe in spiaggia per lettini non distanziati

Nuovi controlli da parte delle forze dell’ordine sul litorale di Gallipoli, dove nelle ultime ore due stabilimenti balneari hanno ricevuto delle multe per il mancato rispetto delle norme anti coronavirus. Per la precisione, i due lidi sono stati sanzionati per non aver distanziato i lettini sulla spiaggia e per non aver fornito dispositivi di protezione individuale ai dipendenti addetti alla ricezione del pubblico. Entrambi gli stabilimenti balneari si trovano in località Baia Verde, nella parte meridionale della cittadina salentina. Il primo è stato multato di 400 euro per il mancato distanziamento dei lettini. Il secondo invece aveva 4 dipendenti addetti alla ricezione del pubblico senza dispositivi di protezione individuale, e ha ricevuto una multa di 1600 euro. Inoltre quest'ultimo aveva occupato abusivamente il suolo demaniale con 27 ombrelloni e 54 sdraio abusivi, in un'area di 300 metri quadri: tutto è stato sottoposto a sequestro.

04 agosto 15:33 Iran: altri 2.751 casi, record da inizio giugno

 Le autorità iraniane hanno riferito che nelle ultime 24 ore sono stati registrati 2.751 nuovi casi di coronavirus, portando il totale a 314.786. Si tratta del numero più alto dal 5 giugno, ha sottolineato il portavoce del ministero della Salute, Sima Sadat Lari, precisando che ci sono stati altri 212 decessi, per complessivi 17.617.

04 agosto 14:57 Germania: “Una piccola seconda ondata anche qui”

"Ci troviamo già in una piccola seconda ondata" e "il pericolo è vanificare i successi finora raccolti": lo ha detto la presidente dell’Associazione dei medici tedeschi Marburger Bund, Susanne Johna, alla Ausburger Allgemeine Zeitung. La crescita delle nuove infezioni non è paragonabile ai numeri di marzo e aprile, ma comunque c’è un aumento dei contagi "per cui esiste il pericolo di giocarsi i successi finora raccolti in Germania in una combinazione di rimozione e ricerca di normalità", ha detto la presidente della maggiore associazione dei medici ospedalieri.

04 agosto 14:05 Oms: “Crisi sanitaria epocale, è tutto nelle nostre mani”

Il direttore dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ieri ha dichiarato che la pandemia di COVID-19 è "una crisi sanitaria epocale", ma è ancora "nelle nostre mani", dipende cioè da noi. Tedros Adhanom Ghebreyesus, rispondendo a una domanda rivolta da Xinhua nel corso di una conferenza stampa online, ha affermato che il mondo "per decenni non ha mai visto nulla di simile" a questa pandemia e i suoi "effetti potrebbero durare ancora per decenni". "Da quando abbiamo iniziato il monitoraggio, questo è il primo caso in assoluto di pandemia causata da coronavirus che ha due pericolose implicazioni: si muove velocemente e allo stesso tempo uccide", ha spiegato il direttore generale dell'OMS.  Tuttavia, Ghebreyesus ha osservato che, sebbene la crisi sia molto grave, ci sono ancora soluzioni e speranze. "Non sto dicendo che ora non ci sia soluzione. Qualunque cosa accada nei prossimi mesi o anni, credo che dipenda da noi".

04 agosto 12:56 Il virologo Burioni: “Più di 200 contagiati in un campo scuola in Usa fa riflettere”

"Il virus è lì, pronto a diffondersi, e narrazioni troppo tranquillizzanti non servono ad arrestare il contagio. Per quello ci vogliono atteggiamenti responsabili e soprattutto misure di protezione adeguate". Lo scrive il virologo Roberto Burioni, che su Medical Facts analizza il caso del campeggio estivo in Georgia, dove a giugno quasi la metà dei partecipanti, tutti ragazzi dai 12 ai 17 anni, è stata contagiata. "Una storia su cui riflettere", scrive il virologo. Eppure, gli organizzatori "hanno fatto le cose per bene: tutti i partecipanti (supervisori e ragazzini) dovevano avere un esame negativo per il Coronavirus non più vecchio di 12 giorni. Basandosi sulla sicurezza fornita da questo screening, non hanno implementato tutte le misure di profilassi suggerite dalle autorità. Non hanno ventilato le camerate, i ragazzi non hanno indossato le mascherine, hanno urlato, festeggiato, giocato e cantato insieme. Qualcuno avrà pure pensato che i giovanissimi sono poco infettivi e si infettano poco, quindi non era il caso di rovinargli la vacanza. I 251 supervisori (età media 17 anni) erano arrivati il 17 giugno, mentre i 346 campeggiatori (età media 12 anni) sono arrivati il 21 giugno". Ma già il 22 giugno un teenager (quindi massimo diciannovenne) tra i supervisori si sente male, ha i brividi: lascia il campo il giorno dopo e il 24 risulta positivo al Coronavirus.

Immediatamente i partecipanti vengono mandati a casa e il 27 il campo estivo viene completamente chiuso. Tutti vengono messi in quarantena e si cominciano a eseguire i test, che vengono eseguiti su 344 persone che hanno frequentato il campo (il 58% del totale). "I risultati sono incredibili: il 76% risulta positivo. Per evitare polemiche, visto che oramai le questioni scientifiche sono trattate più o meno come quelle calcistiche, io – assicura Burioni – traduco letteralmente quello che scrivono gli autori del lavoro: ‘Questo lavoro si aggiunge alle evidenze che dimostrano come i bambini di tutte le età sono suscettibili all'infezione da Coronavirus e, contrariamente a quanto sembra risultare da alcune osservazioni, possono giocare un ruolo importante nella trasmissione"‘. Tuttavia, conclude il virologo, "non fatevi prendere dal panico pensando alla riapertura delle scuole: la situazione di questo campo estivo non ha nulla a che fare con la vita che faranno i nostri bambini in classe, visto che questi ragazzini dormivano insieme in camerate con decine di persone tutte nella stessa stanza".

04 agosto 12:51 L’Oms cauta sul vaccino russo: “Rispettare tutte le linee guida”

L'Oms ha reagito con cautela all'annuncio di parte degli scienziati russi, secondo i quali un vaccino anti-coronavirus è già pronto per essere somministrato alla popolazione entro l'autunno, e ha ricordato che prima di concedere una licenza vanno completate tutte le fasi del test. "Attualmente ci sono centinaia di vaccini in fase di sperimentazione e devono essere conformi alle linee guida e ai regolamenti per procedere in sicurezza", ha dichiarato il portavoce, Christian Lindmeier, in una conferenza stampa, in cui ha aggiunto che a volte "sono stati riportati risultati che poi richiedono tempo per passare tutte le fasi necessarie" prima di poter essere applicati in generale.

04 agosto 12:48 L’infettivologo Vella: “Non c’è emergenza Covid da migranti, ma è generale”

Secondo l'infettivologo Stefano Vella, docente dell'Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, intervenuto in diretta su La7 alla trasmissione Coffee Break, "non c'è un'emergenza Covid da migranti, c'è un'emergenza Covid in generale. Non è un problema legato ai migranti, il virus può arrivare da ogni parte. Dobbiamo stare attenti perché il virus non è andato via". Sulla riapertura scuole in programma a settembre ha detto: "Sono un po' preoccupato, perché i giovani sono grandi trasmettitori di virus respiratori".

04 agosto 12:29 Gli esperti francesi avvertono: “Situazione precaria, possibile seconda ondata in autunno”

Secondo gli esperti del comitato scientifico che affianca il governo di Parigi nella gestione della pandemia, la situazione in Francia è "molto precaria" ed è possibile una seconda ondata di Coronavirus tra l'autunno e l'inverno prossimo. L'avvertimento arriva al termine delle ultime due settimane in cui la curva dei contagi nel Paese è tornata a risalire: "Se le persone non rispetteranno le regole di distanziamento sociale, non si può escludere un ritorno dell'epidemia già alla fine di questa estate", hanno aggiunto. Negli ultimi tre giorni, la Francia ha registrato 3.376 nuovi casi confermati di Covid-19 e il numero di persone in terapia intensiva in terapia intensiva ha iniziato a risalire.

04 agosto 12:15 La ministra Azzolina ribadisce: “Dal 14 settembre tutti in classe in sicurezza”

"Voglio tranquillizzare le famiglie rispetto a tutta la comunicazione che, scusatemi, spesso è stata distorta: noi riporteremo a scuola gli studenti dal 14 settembre e dal primo riporteremo tutti gli studenti e le studentesse che hanno bisogno di recuperare o approfondire rispetto all'anno appena concluso". Lo ha detto la ministra dell'Istruzione, Lucia Azzolina, a margine del tavolo regionale sulla ripresa dell'attività scolastica a settembre, che si è svolto stamane a Palazzo Ducale di Genova. "Come per l'esame di maturità – ha aggiunto – c'è stata una campagna mediatica contro gli esami di Stato, si diceva che non li avremmo portati a termine, che si sarebbero ammalati tutti e invece è andato tutto molto bene, perché abbiamo lavorato con molta serietà, seguendo principi di precauzione, di prevenzione e sicurezza. La stessa cosa stiamo facendo per settembre: dateci fiducia e vedrete che riportiamo tutti a scuola".

04 agosto 11:46 In Puglia tamponi ai sanitari che andranno in ferie in aree a rischio

"Tutti gli operatori che abbiano soggiornato nei Paesi previsti dall'ordinanza ministeriale del 16 luglio 2020 devono essere sottoposti a misure di natura preventiva dopo avere contattato il medico competente". È quanto si legge in una disposizione firmata dai responsabili del Sirgil, il Sistema regionale della Puglia di gestione integrata della sicurezza sul lavoro. I Paesi interessati sono Armenia, Bahrein, Bangladesh, Brasile, Bosnia Erzegovina, Cile, Kuwait, Macedonia del Nord, Moldova, Oman, Panama, Peru', Repubblica Dominicana, Serbia, Montenegro e Kosovo.

04 agosto 11:04 Australia, 439 nuovi casi e 11 morti nello Stato di Victoria

Lo Stato australiano di Victoria, nuovamente in lockdown, ha registrato 439 casi di coronavirus e 11 morti. Lo riporta il Guardian. Decisa anche la chiusura dei negozi non essenziali e il divieto di matrimoni. Il premier Andrews ha anche stabilito che chi violerà l'auto-isolamento rischia una multa di 5.000 dollari australiani (circa 3.000 euro).

04 agosto 10:43 In Russia 5.159 nuovi casi in 24 ore: è il dato più basso dal 23 aprile

Sono 5.159 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Russia nelle ultime 24 ore. Secondo la Tass si tratta del numero più basso di contagi giornalieri registrato dal 23 aprile scorso. Il totale dei contagi accertati dall'inizio dell'epidemia sale a 861.423, il quarto al mondo in termini assoluti. Stando ai dati del centro operativo nazionale anticoronavirus, 144 persone sono morte a causa del Covid-19 nelle ultime 24 ore in Russia, per un totale di 14.351 vittime dall'inizio dell'epidemia.

04 agosto 10:22 Il presidente del Comitato scientifico sul Covid in Belgio: “Qui è arrivata la seconda ondata”

"È chiaro che è arrivata la seconda ondata di Covid-19. Il numero di infezioni in Belgio è in crescita e non è un piccolo aumento. Non sappiamo quanto durerà e quanto saliranno le curve. Tuttavia questa seconda ondata potrebbe non avere conseguenze drammatiche: le misure messi in atto dal Consiglio di Sicurezza Nazionale possono funzionare". Lo ha detto Steven Van Gucht, presidente del comitato scientifico sul Coronavirus  dell'Istituto di sanità Sciensano, secondo quanto riportano gli online dei quotidiani belgi.

04 agosto 10:03 Coronavirus in Germania, 870 nuovi casi in 24 ora e indice R0 a 1,09

Torna a salire il numero dei contagi in Germania nelle ultime 24 ore, quando sono stati registrati 870 nuovi casi (contro i + 509 di ieri). Lo riferisce il Robert Koch Institut, riportando i dati alla mezzanotte di oggi. Le rilevazioni del martedì sono in generale più corrispondenti al trend della settimana precedente, che registrava venerdì +870 nuovi casi, dal momento che i dati riportati il lunedì risentono della flessione dovuta alla chiusura degli Uffici sanitari del fine settimana. Il fattore R0 giornaliero del 3 agosto in Germania è di 1,09, leggermente inferiore al dato di ieri. Va tenuto presente che questo valore riflette l'andamento del contagio relativo alla settimana precedente. Il fattore R0 sui sette giorni è di 1,09. Dall'inizio dell'emergenza i casi totali registrati sono di 211.281, le vittime sono 9156.

04 agosto 09:48 In Argentina nuovo record giornaliero di morti

Il ministero della Sanità argentino ha annunciato che nelle ultime 24 ore i morti per la pandemia da Coronavirus sono stati 166, record per una sola giornata, portando il bilancio generale dei decessi a 3.813. Per quanto riguarda i contagi, con i 4.824 localizzati negli ultimi test, hanno raggiunto quota 206.743, collocando l'Argentina al sesto posto fra le Nazioni latinoamericane, dopo Brasile (2.750.318), Messico (443.813), Peru' (433.100), Cile (361.493) e Colombia (327.850). Un portavoce ministeriale ha infine ricordato che in Argentina 1.150 pazienti sono ricoverati in rianimazione, con una percentuale di occupazione dei letti in questo settore del 55.5% nel Paese e del 65% nell'area metropolitana di Buenos Aires.

04 agosto 09:42 Morto per Covid il professor Bruno Ficili: è il primo decesso in Sicilia dopo quasi 1 mese

È morto a seguito a causa di una grave crisi polmonare il professor Bruno Ficili di Scicli. Ottantaquattro anni, noto per il suo impegno internazionale a favore della pace e già affetto da una patologia polmonare, Ficili era stato trovato positivo al Coronavirus ed è deceduto all'ospedale Maggiore di Modica nella serata di ieri: si tratta della prima vittima del nuovo virus dopo quasi un mese in Sicilia. L'uomo si trovava a Donnalucata come ogni anno per la villeggiatura ma nei giorni successivi alla sua visita in ospedale a Catania, le sue condizioni di salute sono peggiorate. Ieri il ricovero d'urgenza a Modica, dopo una grave crisi respiratoria. Nei giorni precedenti una donna 45enne albanese aveva scoperto di essere positiva al Covid: faceva la domestica, due giorni la settimana, a casa Ficili.

04 agosto 09:08 Filippine, nuovo lockdown per 27 milioni di persone dopo la risalita dei contagi da Coronavirus

Le Filippine hanno avviato oggi un nuovo lockdown per 27 milioni di persone, imponendo misure più severe nel tentativo di arrestare il numero crescente di casi di Coronavirus nel paese. Il provvedimento si è reso necessario dopo l'impennata di nuovi contagi da Sars-CoV-2, che nelle ultime ore ha raggiunto quota 100mila unità. Gli esperti hanno emesso un "segnale di pericolo", sollecitando il presidente Rodrigo Duterte ad agire.

04 agosto 08:59 A Fiumicino chiuso stabilimento per Covid dopo un party: tutti senza mascherina

Immagine di repertorio.
in foto: Immagine di repertorio.

Allerta Coronavirus nel Lazio: la Polizia di Stato ha chiuso un noto stabilimento balneare a Fiumicino per il mancato rispetto delle procedure anti-Covid. Gli agenti erano impegnati nei servizi straordinari di controllo del territorio, intensificati nel corso del fine settimana, e sono andati a verificare se negli stabilimenti erano rispettate le misure di distanziamento sociale per il contenimento del contagio. Non è stato così sul Lungomare della Salute, dove il locale è stato chiuso per gravi violazioni, tra cui il mancato utilizzo delle mascherine da parte dei dipendenti e degli avventori e l'irregolare tenuta dei registri della clientela.

04 agosto 08:54 Il virologo Palù: “Possibile che il Coronavirus rimanga senza diventare più virulento”

Per Giorgio Palù, 71 anni, professore emerito all'Università di Padova ed ex presidente della Società europea di virologia, "come nei fenomeni fisici la pandemia si sparge da est a ovest e da nord a sud, attenuandosi col caldo e riemergendo col freddo. È un Coronavirus che infetta la specie umana destinato a durare per generazioni. Ha una mortalità del 3,8 per cento contando i positivi al tampone, ma dell'1, 5 se si calcolano tutti i contagiati. Lo scenario probabile è che rimanga senza diventare più virulento, coesistendo con l'uomo fino al vaccino o a un farmaco specifico. Questo non vuol dire che possiamo dormire sonni tranquilli". Lo ha detto in una intervista a La Stampa, in cui ha fatto il punto della situazione dell'emergenza Covid-19.

04 agosto 08:19 L’appello dell’Onu: “Riaprire le scuole per evitare catastrofe generazionale”

L'Onu esorta tutti i Paesi a dare priorità alla riapertura delle scuole una volta controllata la diffusione locale del Coronavirus, avvertendo che chiusure prolungate comportano il rischio di una "catastrofe generazionale. Viviamo in un momento decisivo per bambini e giovani in tutto il mondo. Le decisioni che i governi  prenderanno ora avranno un effetto duraturo per decenni su centinaia di milioni di giovani, nonchè sulle prospettive di sviluppo dei Paesi", ha affermato in un video messaggio il segretario generale, Antonio Guterres, presentando un rapporto sull'impatto della chiusura di scuole, istituti e università, secondo il quale la pandemia ha causato la più grande interruzione dell'istruzione nella storia, che ha interessato oltre 1 miliardo di studenti. Almeno 40 milioni di bambini in tutto il mondo, ha aggiunto Guterres, hanno perso la possibilità di andare a scuola "nel loro decisivo anno pre-scolastico".

04 agosto 07:59 Il virologo Burioni: “Senza vaccino scordiamoci l’immunità di gregge”

"I dati odierni derivati da uno studio sierologico di un campione della popolazione italiana confermano integralmente quanto già detto: l’immunità di gregge senza vaccino possiamo scordarcela". Lo scrive Roberto Burioni in un post su Facebook abbinato ad un articolo pubblicato su Medical Facts. "Avete sentito sicuramente diversi politici (per fortuna non italiani) auspicare il raggiungimento dell’immunità di gregge attraverso la diffusione dell’infezione naturale da Coronavirus. Uno studio recente apparso su Lancet indica che questa strada non è percorribile. Infatti, mentre in Italia le indagini sierologiche vanno a rilento, iniziano a essere pubblicati i dati riguardo alla sieroprevalenza (ovvero il numero di persone che hanno nel loro sangue gli anticorpi contro il coronavirus) in zone dove l’epidemia è stata particolarmente intensa. E la sostanza è molto semplice. La grandissima parte della popolazione (sopra l’80%) non è entrata in contatto con il virus, anche nelle zone dove il virus ha avuto una intensa circolazione. Questo è accaduto anche nelle nazioni – come la Svezia – dove non c’è stato un lockdown particolarmente severo". Dunque, conclude Burioni "come per tutte le altre infezioni, per l’immunità di gregge ci vuole il vaccino; nel frattempo – senza paura e senza panico – continuiamo a vivere la nostra vita di sempre con qualche precauzione in più. Portare la mascherina nei luoghi affollati non è un sacrificio così drammatico, e sono sicuro che il disagio è solo questione di abitudine".

04 agosto 07:29 Donald Trump fa retromarcia sulla mascherina: “I patrioti la indossano”

Retromarcia definitivo di Donald Trump sull'uso della mascherina contro la pandemia di Coronavirus. La campagna del presidente Usa ha inviato ai suoi sostenitori una mail invitando ad indossare il dispositivo di protezione. "I patrioti indossano la mascherina": si legge nel testo firmato dal presidente. "Non amo indossarla" e "so che c'è stata qualche confusione intorno all'uso della mascherina", ammette il presidente, "ma penso che sia qualcosa che tutti dobbiamo provare a fare quando non siamo in grado di mantenere la distanza sociale".

04 agosto 07:17 Negli Stati Uniti altri 46mila contagi in 24 ore: il totale sale a quasi 5 milioni

Gli Stati Uniti hanno registrato ieri altri 46.321 contagi e 532 decessi da Coronavirus in 24 ore, secondo il conteggio della Johns Hopkins University. Il totale nel paese al mondo più colpito dalla pandemia sale a 4.711.323 casi e 155.366 vittime. Secondo il Washington Post, Alaska, Hawaii, Missouri, Montana and Oklahoma sono tra gli Stati che hanno registrato il più forte incremento di contagi nella scorsa settimana; tendenze preoccupanti si registrano anche in alcune città della East Coast e del Midwest.

04 agosto 07:11 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di martedì 4 agosto

Continua l'emergenza Coronavirus in Italia e nel mondo, dove sono stati superati i 18 milioni di casi, mentre sono 692.679 i decessi. Nel nostro Paese, dove l'indice Rt nazionale si ferma a 0,98, i numeri dell'epidemia sono stabili, alimentati da nuovi piccoli focolai, spesso legati a casi di importazione, che scoppiano da un angolo all'altro della Penisola. Ecco, secondo il bollettino aggiornato dal Ministero della Salute, la situazione delle infezioni a livello regionale:

Lombardia: 96.337 

Piemonte:  31.711

Emilia Romagna: 29.808

Veneto: 20.233

Toscana: 10.508

Liguria: 10.238

Lazio: 8.697

Marche: 6.897

Campania:  5.020

Trento: 4.981

Puglia: 4.648

Friuli VG: 3.411

Abruzzo: 3.398

Sicilia: 3.308

Bolzano: 2.734 

Umbria: 1.475

Sardegna: 1.416

Calabria: 1.270

Valle D'Aosta: 1.209

Molise: 477

Basilicata: 453

Secondo l'ultimo studio sulla sieroprevalenza illustrato da Franco Locatelli, presidente del Consiglio superiore della sanità e membro del Comitato tecnico scientifico, quasi un milione e mezzo di italiani presenta anticorpi a Covid-19. "Non è investigato" in questo studio "il contributo del sistema immunitario per la parte dei T linfociti – rileva Locatelli – e non conosciamo l'effetto protettivo di questi anticorpi", e la durata della risposta immunitaria. In altre parole, essere venuti a contatto col nuovo virus non dà un "patentino di immunità". Prosegue, intanto, la polemica sul distanziamento a bordo dei mezzi pubblici: dopo essere intervenuto nel comparto dei treni con una ordinanza ad hoc, il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha detto che "il Comitato tecnico scientifico "è al lavoro sulla questione dei voli e io ho espresso una posizione molto chiara, che nei verbali precedenti si può riscontrare".

A livello mondiale, gli Stati Uniti restano il primo paese al mondo per numero di casi e decessi, seguiti da Brasile e India. Gli Usa in particolare hanno registrato ieri altri 46.321 contagi e 532 decessi da coronavirus in 24 ore, secondo il conteggio della Johns Hopkins University. Il totale nel paese al mondo più colpito dalla pandemia sale a 4.711.323 casi e 155.366 vittime.