29 Novembre 22:48 Le regioni alpine chiedono al governo l’apertura degli impianti di risalita

Piemonte, Valle d'Aosta, Lombardia, Alto Adige, Trentino, Veneto e Friuli Venezia Giulia hanno richiesto al governo di poter dare il via alla stagione sciistica invernale già prima di Natale. La proposta, che verrà sottoposto all'esecutivo, riguarda l'apertura degli impianti di risalita già durante le festività ma solo ad ospiti di alberghi (vale anche un solo pernottamento) e proprietari o inquilini delle seconde case. Le Regioni chiedono un ascolto da parte del governo "che consenta l'apertura degli impianti di risalita" seguendo il criterio proposto "e che permetta la mobilità regionale". Secondo gli assessori regionali, "la soluzione proposta al governo Conte permette di avviare la stagione invernale con gradualità e solo in questo modo si potranno applicare i protocolli di sicurezza che abbiamo approvato lunedì scorso e metterli alla prova".

29 Novembre 22:27 Speranza: “No all’obbligo vaccinale, faremo una campagna di persuasione”

È ancora il tema dell'obbligo vaccinale a tenere banco. Secondo il ministro della salute Roberto Speranza "dobbiamo fare una grande campagna per convincere il più alto numero di italiani a capirne l'esigenza. Non parto dall'idea della obbligatorietà ma con campagna di persuasione, che a me convince di più, poi in corso d'opera vedremo". Il ministro ha anche espresso l'auspicio di avere la disponibilità dei primi vaccini alla fine di gennaio, "partiremo dai soggetti che sono di più sulla frontiera di questa battaglia. Partiremo con il vaccino alle persone che decideranno di sottoporsi a questo".

29 Novembre 22:14 Azzolina: “Favorevole a una graduale riapertura delle scuole superiori”

"Non è un mistero che io voglia con molta gradualità riaprire le scuole superiori. Se si allentano le misure per tutti i settori del Paese, anche per la scuola deve valere lo stesso". A dirlo la ministra dell'istruzione, Lucia Azzolina, intervenendo in collegamento alla trasmissione ‘Live Non è la D'Urso' su Canale 5. Sono decisioni "che si prenderanno in queste ore e con molta gradualità. Non penso che si debbano creare contrapposizioni", ha aggiunto.

29 Novembre 22:00 Fauci: “In USA ci sarà un’ondata dopo l’altra a causa degli americani che si sono messi in viaggio”

Gli americani potrebbero dover affrontare "un'ondata dopo l'altra" di Covid-19, dopo che a milioni si sono spostati e poi hanno fatto ritorno a casa per la festività del Thanksgiving, il Giorno del Ringraziamento: a dichiararlo il principale consigliere medico del governo Usa, Anthony Fauci. "Quasi certamente ci sarà un incremento per la gente che si è messa in viaggio", ha detto Fauci alla Cnn. "Potremmo aspettarci un'ondata dopo un'altra ondata" in due o tre settimane, ha detto il virologo. "Non vogliamo spaventare la gente, ma questa è la realtà", ha aggiunto

29 Novembre 21:54 L’Ordine dei Medici: “Tornano ad aumentare i dottori morti di covid”

"I decessi e i contagi tra i medici hanno ricominciato a salire. Il nostro memoriale, in procinto di essere aggiornato, conta stasera 221 nomi. Ringraziamo il ministro Roberto Speranza per la disponibilità a trovare, in tempi rapidi, soluzioni concrete per avviare un monitoraggio dei rischi sul territorio e mettere in sicurezza tutti i medici". A renderlo noto il presidente della Federazione degli Ordini dei medici Filippo Anelli, che ha appena avuto un'interlocuzione informale con il ministro della Salute Roberto Speranza.

29 Novembre 21:40 Vaccini, Burioni: “Vediamo una luce in fondo al tunnel”

Roberto Burioni, intervenuto a Che Tempo Che Fa, ha ribadito che "il vaccino senza dati sulla sicurezza non verrà approvato. Le agenzie sono molto severe, qualche volta anche troppo severe. I vaccini che funzionano non consentono la diffusione del virus o la limitano molto. Insomma, si vede la luce in fondo al tunnel".

29 Novembre 21:29 Gino Strada: “Emergency gestirà un ospedale Covid a Crotone. Disponibili a fare anche di più”

Il fondatore di Emergency Gino Strada, intervistato da Fabio Fazio a Che Tempo che Fa, ha chiarito quale sarà il ruolo dell'Ong in Calabria: "Sono stato chiamato dal governo, poi non si sono più fatti sentire e ho sempre parlato con Angelo Borreli della Protezione Civile. Gestiremo un ospedale covid a Crotone, poi se ci verrà chiesto altro lo faremo con piacere".

29 Novembre 21:12 Francia, 9.784 nuovi casi e 198 morti nelle ultime 24 ore

In Francia nelle ultime 24 ore sono stati riscontrati 9.784 nuovi casi di coronavirus e 198 morti, per un totale dall'inizio della pandemia di 52.325. A renderlo noto Santé Publique. Il tasso di positività è sceso all'11,1%.

29 Novembre 21:10 Locatelli: “Primi vaccini dal 15 gennaio”

Franco Locatelli, presidente del Consiglio Superiore della Sanità: “I due vaccini di Moderna e Pfizer verranno sottoposti al vaglio dell’Agenzia Europea del Farmaco e speriamo di ricevere l’approvazione come regalo di Natale. Dal 15 gennaio cominceremo a somministrare vaccini, si sta già lavorando da tempo per distribuzione”.

29 Novembre 20:33 A New York i contagi aumentano ma il sindaco riaprirà le scuole il 7 dicembre

A partire dal 7 dicembre a New York City riapriranno le scuole elementari e si svolgeranno lezioni in presenza per alunni nonostante la recente ondata di casi di coronavirus: ad annunciarlo il sindaco Bill de Blasio, che ha così deciso dopo l'insistenza dei genitori. Il sindaco ha annunciato l'abbandono dell'ordinanza che prevedeva la chiusura di tutte le scuole se la percentuale di test positivi supera il 3 per cento per sette giorni consecutivi, mentre attualmente i casi sono in aumento a New York – il più grande distretto scolastico del Paese – e la percentuale attuale è del 3,1 per cento.

29 Novembre 18:43 Maga (Cnr): “Impossibile in tempi brevi tornare a vita pre pandemia”

Non c'è nessuna possibilità di tornare in tempi stretti a una vita "normale", simile a quella pre pandemia. "È possibile immaginare un aumento della nostra capacità di vivere un'esistenza un po' meno ristretta, ma sempre con grande rispetto delle misure di contenimento. Il Natale facciamolo con chi vive a casa nostra, capisco che da un punto di vista sociale o culturale queste restrizioni costituiscono un sacrificio, ma dobbiamo farli questi sacrifici". A dirlo Giovanni Maga, direttore del laboratorio di Virologia Molecolare presso l'Istituto di Genetica del Cnr a Pavia, commentando a RaiNews24 il quadro odierno della situazione epidemiologica in Italia. Da Maga un nuovo invito quindi alla prudenza, "aiutiamoci a far sì che questi dati in calo si confermino, non siamo ancora fuori dalla zona pericolosa".

29 Novembre 17:57 Vaccino anti Covid, domani incontro tra il commissario Arcuri e Pfizer

Si terrà domani, secondo alcune indiscrezioni, un incontro tra governo, commissario Domenico Arcuri e rappresentanti della Pfizer per parlare del vaccino contro il Coronavirus che la casa farmaceutica sta mettendo a punto insieme alla tedesca BioNtech, di cui era stata annunciata nei giorni scorsi l'efficacia al 94,5%.

29 Novembre 17:34 Regno Unito, l’allarme del ministro degli Esteri: “Non escludo terzo lockdown nel 2021”

L'Inghilterra rischia una terza ondata di Coronavirus nell'anno nuovo se non si raggiungerà un giusto equilibrio nelle restrizioni. Lo ha detto il ministro degli Esteri britannico, Dominic Raab, riferisce il Guardian. Raab inoltre non ha voluto escludere la prospettiva di un terzo lockdown nazionale nel 2021. I Comuni voteranno martedì sul sistema di restrizioni a tre livelli che rimpiazzerà il blocco totale. Ieri il premier Boris Johnson ha scritto ai deputati Tory nel tentativo di arginare una potenziale ribellione sulle nuove misure anti-Covid, assicurando che termineranno il 3 febbraio, saranno riviste ogni due settimane e procederanno con l'approvazione dei parlamentari.

29 Novembre 17:22 In calo i ricoveri ordinari e in terapia intensiva per Coronavirus in Italia

Secondo il bollettino di oggi, domenica 29 novembre, dell'emergenza Coronavirus, in Italia sono in calo i ricoveri ordinari e quelli in terapia intensiva dei pazienti Covid. I primi diminuiscono di 420 unità e in totale sono 32.879, mentre i secondi calano di 9 unità e si fermano a quota 3.753. Inoltre, nelle ultime 24 ore sono stati effettuati 176.934 test, oltre 45mila meno di ieri, con il consueto calo del weekend. Il rapporto tra positivi è tamponi è invariato all'11,7%.

29 Novembre 17:16 In Italia 20.648 contagi e 541 morti Covid nelle ultime 24 ore

I nuovi casi di Coronavirus in Italia nelle ultime 24 ore sono stati 20.648, in calo rispetto al giorno precedente, per un totale di 1.585.178 dall'inizio dell'emergenza sanitaria. È quanto emerge dal bollettino di oggi del Ministero della Salute. I tamponi effettuati sono stati 176.934. Diminuiscono anche i decessi: ne sono 541 da ieri. Lombardia ancora prima regione per incremento giornaliero dei contagi, seguita da Veneto, Campania e Piemonte.

29 Novembre 16:56 Coronavirus in Emilia Romagna, oggi 1.850 contagiati e 30 decessi

In Emilia Romagna sono 1.850 i nuovi positivi al Coronavirus rilevati nelle ultime 24 ore, secondo quanto emerge dal bollettino regionale. Ieri sono stati eseguiti 13.434 tamponi con una percentuale di positività pari al 13,8%. Da inizio pandemia, in regione si sono registrati 121.034 casi. I decessi riscontrati sono 30. I casi attivi, cioè i malati effettivi, a oggi sono 70.229 (+448 rispetto a ieri). Di questi, le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono complessivamente 67.316 (+453), il 95,9% del totale dei casi attivi. Per quanto riguarda le persone complessivamente guarite, sono 1.372 in più rispetto a ieri e raggiungono quota 45.089.

29 Novembre 16:28 Covid Toscana, 908 nuovi casi e 38 decessi nelle ultime 24 ore

In Toscana sono 908 i casi positivi in più rispetto a ieri, su un totale complessivo, da inizio epidemia, di 102.548 unità. È quanto emerge dal bollettino odierno regionale. I nuovi casi sono lo 0,9% in più rispetto al totale del giorno precedente. Oggi inoltre si registrano 38 nuovi decessi: 16 uomini e 22 donne con un'età media di 79,9 anni. I guariti crescono del 4,4% e raggiungono quota 56.403 (55% dei casi totali). I tamponi eseguiti hanno raggiunto quota 1.557.825, 14.376 in più rispetto a ieri, di cui il 6,3% positivo. Gli attualmente positivi sono oggi 43.544, -3,4% rispetto a ieri. I ricoverati sono 1.868 (4 in meno rispetto a ieri), di cui 278 in terapia intensiva (1 in meno).

29 Novembre 16:21 Coronavirus Lazio, oggi 1.993 nuovi casi di Coronavirus: “Continuiamo così”

Secondo il bollettino regionale di oggi sono 1.993 i nuovi di Coronavirus registrati nel Lazio nelle ultime 24 ore. "Dopo 26 giorni nel Lazio siamo sotto quota 2mila casi", è stato il commento dell'assessore alla Sanità, Alessio D'Amato, che ha aggiunto: "Si tratta del miglior dato del mese di novembre. Occorre continuare così. I risultati stanno premiando le scelte fatte: numero alto dei tamponi, rigore nei comportamenti e unita' mobili nella gestione dei focolai".

29 Novembre 15:41 Coronavirus Usa, da domani scatta il coprifuoco a San Francisco

Scatta da domani, lunedì 20 novembre, il coprifuoco nella città californiana di San Francisco nell’ambito di nuove misure restrittive per contrastare il rapido aumento dei casi di Covid-19. Le attività commerciali non essenziali saranno chiuse e le riunioni vietate dalle 22 alle 5, fino al 21 dicembre, come ha annunciato la sindaca London Breed. Anche la contea di San Mateo vicino a San Francisco è interessata dalle stesse misure.

29 Novembre 15:34 Vaccino anti Covid, Gentiloni: “Prime dosi Ue a tutti Paesi a gennaio”

Le prime dosi di vaccino anti-Covid prenotate dall'Unione europea dovrebbero arrivare già a gennaio, e tutti i paesi le riceveranno contemporaneamente. Lo ha detto il commissario Ue all'Economia Paolo Gentiloni rispondendo alle domandi di Lucia Annunziata a Mezz'ora in più su Rai Tre. "Abbiamo negoziato quasi 2 miliardi di dosi da 6 produttori: non solo per i cittadini europei ma anche perché l'Europa vuole essere il punto di riferimento per i Paesi più poveri e in difficoltà del mondo. È possibile – ha proseguito – che si comincino ad avere le prime dosi a gennaio, e i cittadini italiani devono sapere che arriveranno contemporaneamente a tutti i Paesi europei. Il negoziato è stato fatto per tutti dalla Commissione europea e questo garantisce parità di condizioni per tutti. Arriverà un milione di dosi? All'Italia ne toccano 135mila, x alla Bulgaria, y all'Olanda e così via".

29 Novembre 15:21 Associazione Presidi: “Improbabile didattica in presenza prima Natale”

"Mi sembra improbabile riuscire a tornare a una didattica in presenza prima di Natale: infatti i problemi collegati alla presenza non affliggono tutti i territori allo stesso modo, come il trasporto pubblico. Ma se vogliamo prendere una decisione univoca sarà difficile, ripeto, prima di Natale". Lo ha detto alle agenzie di stampa il presidente dell'Anp, Associazione nazionale dirigenti e alte professionalità della scuola, Antonello Giannelli.

29 Novembre 15:10 Ricciardi: “Avremo copertura vaccini per tutto il Paese”

"La fornitura del vaccino anti Covid verrà gestita direttamente dallo Stato, quindi non ci sono rischi che vengano a mancare. L’Italia è stata insieme alla Germania, alla Francia e all’Olanda, in prima fila per far arrivare i vaccini in Europa. Avremo sicuramente la copertura per tutto quello che serve per il Paese". Lo ha detto a La7 Walter Ricciardi, consulente del ministro della Salute, Roberto Speranza.

29 Novembre 15:07 Il virologo Silvestri: “Dubbi sui vaccini? Stupidità”

"Mi aspettavo che la notizia di due vaccini per Covid-19 (Pfizer e Moderna) in fase di approvazione per uso di emergenza, con risultati che mostrano efficacia del 95% in assenza di effetti collaterali gravi, scatenasse le ire dei no-vaxx. Non mi illudevo certo che i danni della pandemia (e delle "chiusure" usate per combatterla) riuscissero a far cambiare idea a certe teste. Atteggiamento assurdo quanto volete, ma del tutto prevedibile. Mi aspettavo, e naturalmente condivido, anche il grande entusiasmo della stragrande maggioranza di medici ed infermieri, di immunologi, virologi e ricercatori tutti, per questo straordinario risultato della scienza, ottenuto in tempi brevi ma rispettando tutte le norme che regolano gli studi clinici e l'approvazione da parte delle agenzie competenti. Un lavoro fantastico di cui andare orgogliosi, anzi, orgogliosissimi. Quello che invece non mi aspettavo è la reazione negativa di alcuni colleghi (pochi, ma rumorosi), a cui pare quasi dispiaccia di arrivare presto alla vaccinazione di massa per Covid-19″. Lo ha scritto su Facebook Guido Silvestri, virologo italiano di fama internazionale e docente alla Emory University di Atlanta, che ha aggiunto: "Alcuni loro timori sono ragionevoli, come la "catena del freddo". Ma altre obiezioni sono veramente assurde, come le insinuazioni infondate sulla validità del processo di sperimentazione clinica o della approvazione per uso di emergenza. Sinceramente, mi chiedo il perché un simile atteggiamento, che è un assist ai no-vaxx nel momento in cui una rapida vaccinazione di massa potrebbe salvare migliaia di vite (e riportarci alla normalità). Confesso di avere la strana sensazione che qualcuno, per un motivo o per l'altro, non veda con favore l'arrivo del "post-COVID". Ma sicuramente pecco di poco occamismo, perché, in fondo, la spiegazione più parsimoniosa è che sia solo stupidità".

29 Novembre 14:18 Il governo al lavoro sulle possibili deroghe al divieto di spostamento tra Regioni

Il governo, in vista del nuovo Dpcm con le regole per il Natale ai tempi della pandemia di Coronavirus, starebbe pensando ad una serie di deroghe al divieto di spostamenti tra Regioni se non per chi rientra nella città di domicilio o residenza: è possibile che venga eliminato qualsiasi impedimento per genitori soli, studenti, coniugi e congiunti per non trascorrere le feste in solitudine.

29 Novembre 13:58 Da clochard a infermiere, la storia di un giovane di Teramo

"Dopo tanta sofferenza fin dall'infanzia, oggi si chiude un cerchio e ricomincio di slancio da zero: da clochard sono diventato infermiere grazie agli infermieri. Riparto, così, da dove tutto era iniziato, dall'associazione di primo soccorso in cui avevo fatto volontariato e che mi ha permesso di pensare a un futuro diverso in un periodo di emergenza sanitaria così grave per tutti". Lo ha raccontato a Tgcom24 un giovane neolauretao di Scienze infermieristiche di Teramo che è riuscito a realizzare il suo sogno ai tempi della pandemia di Covid-19 dopo essere stato un senzatetto.

29 Novembre 13:44 Antonio, medico di rianimazione: “Mi manca la mia famiglia, ma rinuncio ad abbracciarli a Natale”

"Mi mancano i miei affetti, mi manca la mia famiglia ma rinuncio a riabbracciarli, rinuncio dolorosamente ai baci". Lo ha scritto su Facebook Antonio Galzerano, medico della rianimazione dell’ospedale di Perugia che ha già deciso che a Natale non vedrà la madre e le sorelle che vivono a Roma e il cui appello ha fatto il giro del web. "Perché – si legge ancora – non posso sottoporli a un rischio inaccettabile. Il mio Natale – ha sottolineato – non sarà né rosso, né arancione, né giallo ma azzurro come il cielo che ho visto a Belluno dopo un turno in ospedale quando cercai la luce dopo essere stato in mezzo a tanta sofferenza e la vidi nel cielo proprio in quel colore".

29 Novembre 13:38 La Svezia del no-lockdown ammette: “Non vediamo segni di immunità di gregge”

La Svezia, tra i pochi paesi europei a non essere mai andata in lockdown dall'inizio della pandemia, per la prima volta ha ammesso di "non vedere segni di immunità di gregge" che rallenti la diffusione del Covid-19. Anzi, c'è un aumento del numero di nuove infezioni. Anders Tegnell, il capo scientifico e artefice della strategia svedese senza blocchi, aveva precedentemente affermato che il loro Paese sarebbe andato "meglio di altri nella seconda ondata dopo aver creato un'immunità di gregge", ma ha dovuto fare dietrofront: "Vediamo una diffusione del virus in molte regioni del nostro Paese contemporaneamente in questo momento", ha rettificato l'esperto, secondo quanto riportato dall'agenzia Reuters.

29 Novembre 13:27 Papa Francesco: “Covid a Natale ci impone maggiore sobrietà e attenzione a chi ha bisogno”

Nella prima domenica di Avvento Papa Francesco augura a tutti, al termine dell'Angelus, "un buon cammino" in attesa del Natale. Invita inoltre i fedeli a "ricavare del bene anche dalla situazione difficile che la pandemia ci impone: maggiore sobrietà, attenzione discreta e rispettosa ai vicini che possono avere bisogno, qualche momento di preghiera in famiglia con semplicità. Queste tre cose ci aiuteranno tanto".

29 Novembre 13:07 In Alto Adige 471 casi e 7 decessi covid in 24 ore

In Alto Adige sono 471 i casi di coronavirus e 7 decessi covid nelle ultime 24 ore. 437 sono emersi da 3.482 tamponi Pcr esaminati e 34 su 529 test antigenici effettuati. In totale 23.594 sono risultate positive dall'inizio del'emergenza covid mentre i decessi sono in totale 530. In leggero  aumento da 262 a 273 i pazienti covid ricoverati nei normali reparti ospedalieri. Il numero delle terapie intensive è stabile a 36.

29 Novembre 12:47 Le Regioni chiedono di aprire ristoranti a cena per Natale e Capodanno

Le Regioni chiedono di aprire ristoranti a cena per Natale e Capodanno. "Domani torneremo a incontrare il Governo: ho già presentato le nostre proposte e ritengo che nei giorni delle prossime festività i ristoranti debbano poter rimanere aperti anche la sera, perché già hanno sofferto tanto", lo ha dichiarato il presidente della Liguria Giovanni Toti in qualità di vicepresidente della Conferenza delle Regioni ha convocato per domani alle 17 in seduta straordinaria i colleghi delle Regioni e i presidenti delle Province autonome per esaminare da adottare nel prossimo Dpcm di Natale.

29 Novembre 12:22 Coronavirus Toscana, 908 nuovi contagi in 24 ore

Sono stati 908 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Toscana nelle ultime 24 ore a fronte di 14.376 tamponi, analizzati nell'ultima giornata. Ad anticipare i dati del bollettino con la situazione epidemiologica della Regione è stato il Presidente della toscana Eugenio Giani . "I nuovi casi positivi registrati nelle ultime 24 ore in Toscana sono 908 su 14.376 tamponi molecolari e 1.942 test rapidi effettuati" ha precisato il Governatore toscano.

29 Novembre 12:04 In un mese 43 sacerdoti morti per covid in Italia

In soli trenta giorni il Coronavirus ha ucciso 43 sacerdoti. La drammatica conta dei decessi covid nelle diocesi d’Italia arriva da da Avvenire sottolinenando come nella seconda ondata di coronavirus il bilancio dei morti, anche tra i preti della Chiesa italiana, sia pesante. Da febbraio i sacerdoti morti per Covid sono stati 167. L’ultimo decesso ieri:a Genova, dve è morto monsignor Paolo Rigon, 82 anni, preside del capitolo della Cattedrale e vicario giudiziale del Tribunale ecclesiastico ligure.

29 Novembre 11:45 In Germania 14.611 casi di coronavirus e 158 morti covid in 24 ore

La Germania ha registrato altri 14.611 casi di coronavirus in 24 ore. Lo riporta il bollettino aggiornato della situazione covid in Germania del Robert Koch Institute. Nel Paese nell'ultima giornata anche ulteriori 158 nuovi decessi covid. Il totale dei contagi nel Paese sale così a 1.042.700 mentre i morti per covid sono 16.123

29 Novembre 11:29 Nelle Marche 518 nuovi casi di coronavirus in 24 ore

Sono 518 i nuovi casi di coronavirus registrati nelle Mache nelle ultime 24 a fronte di 1.921 tamponi processati per il percorso nuove diagnosi cnun incidenza del 27%. Il totale dei casi positivi individuati in tutta la regione dall'inizio della crisi pandemica è salito cosi' a 29.554. Sempre ieri, sono stati effettuati anche 1.530 test nel percorso guariti. Lo si apprende dal primo aggiornamento del Servizio Sanità della Regione Marche.

29 Novembre 11:02 Coronavirus Veneto, oggi 2.617 nuovi contagi e 33 morti covid

Sono 2.617 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Veneto nelle ultime 24 ore, in netto calo rispetto a quelli registrati ieri. Il dato emerge dal bollettino odierno della situazione covid in Regione che registra anche ulteriori 33 decessi covid. Le persone in terapia intensiva son invece 311 in leggero aumento rispetto a ieri.

29 Novembre 10:35 Piano Vaccini Covid , quando arriveranno in Italia e a chi andranno le prime dosi

La prossima settimana il ministro Roberto Speranza illustrerà in Parlamento il piano per i vaccini covid. Ma quando saranno disponibili in Italia? E a chi andranno le prime dosi? Mentre negli Stati Uniti è già iniziata una campagna di distribuzione, nel nostro Paese anche riuscendo a mettere subito il moto una gigantesca macchina organizzativa, a inizio 2021 semplicemente non saranno disponibili tante dosi quante ne sarebbero necessarie per una vaccinazione di massa. Che porterebbe a raggiungere l’immunità di gregge.

29 Novembre 10:07 Locatelli: “In un mese scenderemo a 6-7mila casi al giorno e misure saranno allentate”

"Se trascorreremo in modo assolutamente responsabile le festività in tre o quattro settimane potremmo scendere a 6-7mila casi al giorno, un numero che consente di fare contact tracing contribuendo a impedire la propagazione incontrollata del virus e il passaggio da una fase di contenimento a una di mitigazione", lo ha spiegato il presidente del Consiglio superiore di sanità e membro del Cts, Franco Locatelli, in un'intervista a ‘La Stampa'. Per quest'anno per "dobbiamo scordarci grandi tavolate a Natale, feste in piazza e concerti per Capodanno" ha sottolineato Locatelli che in una intervista al ‘Il Fatto Quotidiano' invece ha ricordato che se ci sarà l'ok al vaccino covid  a fine estate saremo fuori dalla pandemia. "C'è grande attesa per i vaccini, di cui uno sembrerebbe addirittura conferire immunità sterilizzante: cioè impedire il contagio. Per fine gennaio in Italia, incrociando le dita rispetto alle approvazioni di Fda ed Ema, inizieremo la campagna d'immunizzazione con il vaccino di Pfizer" ha spiegato, assicurando: "Già da tempo ci stiamo occupando di distribuzione e pianificazione, soprattutto rispetto alla catena del freddo. Priorità agli operatori sanitari e sotto-sanitari: 800 mila persone. Poi gli anziani delle Rsa e gli over 80: 4,5 milioni di persone, di cui circa 300 mila nei presidi residenziali".

29 Novembre 09:55 Record di casi di coronavirus in Giappone: 2.688 contagi in 24 ore

Nuovi Record di casi covid in Giappone dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 2.688 contagi da coronavirus. Come riportano i media nazionali, il dato segna l’incremento maggiore di contagi su base giornaliera dall’inizio della pandemia. Record anche per i ricoveri in terapia intensiva con 440 persone in Rianimazione. Sono invece 32 i decessi covid nelle ultime 24 ore. Il bilancio totale nel Paese è di 145.365 casi e 2.119 morti, covid dall’inizio della pandemia.

29 Novembre 09:29 Viceministro Castelli: “Ristori anche a chi non ha chiuso ma ha subito le conseguenze dei blocchi”

Abbiamo fatto slittare le scadenze fiscali per tutti quelli che hanno avuto un calo di fatturato ma va fatto un passo in più per fare in modo che tutti possano superare questo momento di crisi, anche andando oltre le categorie e i codici Ateco. Dobbiamo dare ristoro a tutte quelle attività che hanno registrato un importante calo di fatturato, nonostante non abbiano chiuso” lo ha sostenuto Laura Castelli, vice ministro dell’Economia. “Il principio a cui continuiamo a tenere fede è quello di aiutare chi ne ha effettivamente bisogno” ha spiegato la rappresentante del governo a Il Messaggero

29 Novembre 09:23 In Europa superati i 400mila morti covid

Superata la soglia dei 400 mila morti per Covid in Europa. I paesi europei più colpiti dalla pandemia come vittime sono il Regno Unito (57.551 morti), l'Italia (53.677 morti) e la Francia (51.914 morti). In vista del Natale intanto in Francia, tutti i negozi hanno riaperto il sabato fino alle 21 mentre in Polonia via libera ai centri commerciali. Proteste e scontri invece a Londra durante la manifestane contro i blocchi anche per il periodo natalizio.

29 Novembre 09:05 Il neo commissario della Calabria Guido Longo: “Io non ho paura, ho subito accettato”

"Dopo aver ricevuto la proposta dal ministro dell’Interno, d’accordo con il premier Conte, ho subito accettato. Io non ho paura, non l’ho mai avuta nella mia vita di uomo delle istituzioni e sono sempre andato là dove lo Stato mi ha chiesto di andare. Sarà così anche questa volta" così si è presentato il neo commissario alla sa ita della Calabria Guido Longo. "Chi mi conosce sa che sono un tipo puntiglioso, nei prossimi giorni voglio toccare con mano, vedere con i miei occhi qual è la situazione. È il mio metodo di lavoro. Sarò più puntiglioso di San Tommaso" ha affermato Longo al Corriere della Sera

29 Novembre 08:43 Dpcm Natale, le regole per le festività: dallo stop agli spostamenti tra Regioni al coprifuoco

Il governo sembra orientato a mantenere la linea del rigore per il prossimo dpcm di Natale. Si va quindi verso un blocco generale degli spostamenti tra Regioni per il periodo natalizio, misure però che dovrebbero partire solo più avanti, circa una settimana prima di Natale. Per quanto riguarda le nuove misure in vigore dal 4 dicembre, si va verso un'apertura dei negozi prolungata, probabilmente fino alle 21, in modo da scaglionare ulteriormente lo shopping natalizio. Il governo sembrerebbe anche intenzionato ad andare verso una riapertura dei centri commerciali nei fine settimana, proprio per favorire i consumi sotto Natale. Altre norme invece non saranno allentate: si va verso la proroga del coprifuoco alle 22 e la chiusura dei ristoranti in fascia gialla dopo le 18. Tutte le regole per Natale.

29 Novembre 08:37 Antonelli (Cts): “Tanti negazionisti ma quando escono dalla Rianimazione si scusano”

"Di negazionismi ne vediamo tanti e ne abbiamo curati tanti al Gemelli ma una volta fuori, si sono scusati. ‘Professore, le prometto che farò di tutto per aiutarvi' dicono" lo ha ricordato Massimo Antonelli, direttore del centro di terapia intensiva del Policlinico Gemelli, di Roma e componente del Cts, il Comitato tecnico scientifico. "In ospedale finiscono non solo anziani. Anche adulti di 50-60 anni. A volte restano da noi 4-5 settimane, ma poi hanno bisogno di riabilitazione in ospedale. Questo è un virus terribile. Lascia deficit in tutti gli organi. Liberarsene è difficile anche quando si guarisce" ha sottolineato il medico al Corriere della Sera

29 Novembre 08:30 La Lombardia è zona arancione: ecco cosa cambia

Da oggi, domenica 29 novembre, la Lombardia è zona arancione. Dagli spostamenti alla riapertura dei negozi, dai bar e i ristoranti sino alla didattica in presenza sono molte le cose che cambiano per i cittadini lombardi dopo l'ordinanza del ministro della Salute Roberto Speranza. A partire da oggi in Lombardia sarà nuovamente consentito tornare a spostarsi all'interno del proprio comune senza necessità di presentare l'autocertificazione, giustificando, dunque, lo spostamento. Ciò varrà dalle 5 alle 22 di sera, perché nelle sette ore notturne resterà in vigore il coprifuoco nazionale. Non sarà invece consentito lasciare il proprio comune se non per comprovate necessità di lavoro o salute.

29 Novembre 08:25 Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi, domenica 29 novembre

Secondo l'ultimo bollettino diffuso dal ministero della Salute sull’emergenza Covid-19 in Italia sono stati registrati nel nostro Paese 26.323 nuovi contagi di Coronavirus, su 225.940 tamponi effettuati. Ancora alto il numero di decessi per covid con 686 vittime in 24 ore. In totale sono 1,564,532  i casi di Coronavirus in Italia. Di seguito i dati relativi agli incrementi delle ultime 24 ore, Regione per Regione:

Lombardia: +4.615

Piemonte: +2.157

Campania: +2.729

Veneto: +3.498

Emilia Romagna: +2.172

Lazio: +2.070

Toscana: +1.196

Sicilia: +1.189

Liguria: +454

Puglia: +1.573

Marche: +473

Abruzzo: +532

Friuli Venezia Giulia: +1.432

Umbria: +348

P.A. Bolzano: +494

Sardegna: +311

P.A. Trento: +219

Calabria: +426

Valle d'Aosta: +72

Basilicata: +215

Molise: +148

In Italia da oggi Lombardia, Piemonte e Calabria passano a zona arancione mentre Liguria e Sicilia passano ad area Gialla dopo l'ordinanza del ministro Speranza. Il Governo intanto è pronto a varare il nuovo dpcm di Nataleche nelle ultime bozze prevede il divieto di spostamento anche tra le Regioni gialle e il coprifuoco confermato alle 22 pet tutti il periodo del festività comprese le giornate di Natale e Capodanno ma anche l’apertura dei negozi prorogata probabilmente fino alle 21 compresi centri commerciali e grandi magazzini, per rilanciare consumi. La scuola invece potrebbe rimanere chiusa perché di verso la riapertura direttamente al 7 gennaio. L’indice di trasmissibilità Rt a 1.08  conferma l'efficacia delle misure anticontagio. Iss: “Decrescita in tutta Europa e anche in Italia, curva sta decrescendo”.

Nel mondo sono oltre 62 milioni i contagi da coronavirus mentre il numero totale delle persone decedute è pari a più di 1 milione 451.000. Gli Stati Uniti restano il Paese più colpito al mondo con 4 milioni di contagi solo a novembre: più del doppio di ottobre. Il Brasile con oltre 172.500 morti, è il secondo Paese più colpito al mondo dalla pandemia. In Europa oltre 400mila morti per covid dall'inizio della pandemia ma in Gran Bretagna proteste anti-lockdown a Londra con oltre 150 arresti.