18 maggio 22:53 Il presidente Trump: “Prendo idrossiclorochina da oltre 10 giorni, cosa c’è da perdere”

Donald Trump ha riferito che prende l'idrossiclorochina (un farmaco anti malarico) "da oltre una settimana e mezzo. Una pillola al giorno, cosa c'è da perdere", ha detto alla Casa Bianca, aggiungendo di essere testato ogni due giorni e di esser sempre stato negativo al Coronavirus. Da tempo numerosi scienziati ed esperti sono impegnati a studiare l'efficacia di questo farmaco antimalarico nella prevenzione dell'infezione da Covid-19.

18 maggio 22:43 Il virologo Silvestri: “Virus più buono? Malati gravi da 10% a 1%”

"L'ipotesi di una intrinseca riduzione della gravità clinica di Covid-19 in Italia è quella che spiega nel modo più parsimonioso i dati attualmente a nostra disposizione". Lo dice Guido Silvestri, docente alla Emory University di Atlanta, in quella che chiama ‘Pillola (straordinaria) di ottimismo' – la penultima del bollettino con cui cerca di spiegare sui social l'emergenza sanitaria. "Siccome a me piacciono i numeri e i dati sono andato un pochino a sfruculiare nei dati pubblici della Protezione civile. Così ho ‘plottato' per il periodo dal 29 febbraio al 17 maggio il rapporto in percentuale tra pazienti in terapia intensiva per Covid-19 e totale casi positivi". Rilevando come "questo valore, che uso come indice crudo della gravità clinica ‘media' dei casi di infezione con Sars-CoV-2", sia stato "intorno all'8-10% per i primi 20 giorni dell'epidemia", iniziando poi a "calare regolarmente: al momento è 1,1%. Questi sono numeri e su questi non si discute", dice il virologo che spiega quindi come interpretare questi dati. Silvestri aggiunge che negli ultimi 50 giorni il rapporto tra ricoverati in terapia intensiva e casi totali è passato da 5,5% a 1,11%. Per lo scienziato il primo fattore da considerare è il numero di tamponi fatti: "Sono andato a controllare ed ecco qui il numero di tamponi eseguiti in media per giorno nei 5 blocchi di 10 giorni qui considerati: 32.591,9 (da -50 a -41 giorni), 48.866,3 (da -40 a -31 giorni), 54.555,4 (da -30 a -21 giorni), 59.162,6 (da -20 a -11 giorni) 62.367,2 (da -10 a ieri). Quindi il numero medio dei tamponi fatti per giorno è aumentato di un fattore poco meno di 2, il che spiega in modo solamente parziale una riduzione del rapporto ricoveri in terapia intensiva/totale casi di un fattore 5″. Il secondo fattore è un possibile migliorato trattamento dei soggetti asintomatici una volta diagnosticati. E ancora, spiega: “Avendo escluso il ‘sovraccarico ospedaliero' come fattore di terapia sub-ottimale, e considerando l'assenza totale di evidenza clinica a favore di trattamenti precoci, l'uso sporadico del remdesivir in Italia e il fatto che l'efficacia clinica della clorochina appare sempre meno probabile, si può concludere che questa ipotesi non sia affatto parsimoniosa". Il terzo fattore considerato è quello di un andamento intrinsecamente migliore della malattia, che può essere spiegato come perdita di virulenza da parte del virus. "Come sempre spero che ognuno faccia le sue considerazioni senza lasciarsi andare a frasi ingiuriose, perché nel nostro ambiente la parola pseudoscienza è un insulto", fa notare il virologo. Ma "a mio avviso – conclude – l'ipotesi di una intrinseca riduzione della gravità clinica di Covid-19 in Italia è quella che spiega nel modo più parsimonioso i dati attualmente a nostra disposizione".

18 maggio 22:42 Trump attacca ancora l’Oms: “Un burattino della Cina”

Donald Trump. 
in foto: Donald Trump. 

Il presidente americano Donald Trump è tornato ad attaccare duramente l'Organizzazione mondiale della Sanità, definendola un "burattino nella mani della Cina". Dall'inizio dell'emergenza Coronavirus l'inquilino della Casa Bianca si è più volte scagliato contro l'Oms accusandolo di "cattiva gestione" e di aver "insabbiato la diffusione della pandemia".

18 maggio 22:17 Il ministro Gualtieri: “Il Paese ha reagito bene alla sfida della pandemia”

"Sarebbe sorprendente che andasse tutto bene quando si è investiti dalla più drammatica pandemia forse di tutti i tempi". Lo ha detto il ministro dell'Economia, Roberto Gualtieri, intervenendo al programma Quarta Repubblica su Rete 4 aggiungendo che "siamo di fronte a una tragedia, una sfida difficilissima che ci ha investito. Penso che il nostro paese ha reagito e sta reagendo bene a questa sfida".

18 maggio 21:24 La Biennale di Architettura di Venezia rimandata al 2021

Una visitatrice guarda incuriosita un’opera della Biennale di Venezia.
in foto: Una visitatrice guarda incuriosita un’opera della Biennale di Venezia.

La 17esima Biennale di Architettura di Venezia, che avrebbe dovuto svolgersi nella città lagunare dal 29 agosto al 29 novembre, è stata posticipata al 2021, (dal 22 maggio a 21 novembre) a causa dell'emergenza Coronavirus. Di conseguenza, la 59esima Esposizione Internazionale d'Arte, che avrebbe dovuto svolgersi nel 2021, è stata a sua volta posticipata al 2022. Durerà sette mesi e si terrà da sabato 23 aprile a domenica 27 novembre.

18 maggio 21:09 Di Maio: “99 vittime in tutta Italia. La strada è giusta: ora puntiamo a valorizzare la nostra terra”

"Il bollettino odierno ci fa ben sperare. Meno di 100 vittime in tutta Italia, in molte regioni i numeri sono davvero molto confortanti". Così il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, su Facebook ha commentato i dati dell'emergenza Coronavirus in Italia nel primo giorno di vera riapertura dopo il lockdown. "La strada è giusta, non finirò mai di ripetere che serve prudenza, ma in questa prima giornata della fase 2 l’Italia fa notevoli passi avanti – ha continuato -. È stato bello vedere il Paese riaprire. L’impegno e il sacrificio di commercianti, artigiani, imprenditori che dopo mesi di buio sono ripartiti, ci regalano speranza. Ma attenzione: siamo all’inizio, il governo deve sostenere queste persone. Le fasce più deboli, le famiglie e i lavoratori saranno aiutati in questa nuova fase. Stiamo lavorando guardando anche in prospettiva, ai prossimi mesi. Il governo ha il dovere di pianificare perché l’estate è alle porte e per la nostra economia il turismo è fondamentale. Proprio questa mattina ho sentito i ministri di alcuni paesi Ue". Infine, un appello: "Puntiamo a valorizzare la nostra terra, le eccellenze, il nostro Made in Italy. Compriamo prodotti italiani, sosteniamo le nostre imprese, dimostriamo di essere una grande Paese".

18 maggio 20:55 In Gran Bretagna 160 morti: dato giornaliero di decessi più basso dall’inizio del lockdown

Il dipartimento britannico della Salute ha diffuso gli ultimi dati sull'epidemia nel Paese. In tutto il Regno Unito sono stati registrati ulteriori 160 decessi, che portano il totale delle vittime di coronavirus a 34.796. In tutto i casi di Covid-19 finora sono stati 246.406. Si tratta del numero giornaliero di decessi più basso da quando è stato decretato il lockdown, il 24 marzo scorso.

18 maggio 20:34 In Francia 131 morti nelle ultime 24 ore

Sono 131 le vittime del Coronavirus in Francia nelle ultime 24 ore, fra ospedali, case di riposo e istituti per disabili. Il totale dei decessi nel Paese sale a 28.239, secondo la Direzione generale della Sanità. Per la prima volta dall'inizio di marzo, la diminuzione di 89 pazienti nei reparti di rianimazione ha fatto scendere il numero totale dei pazienti in terapia intensiva sotto quota 2.000, a 1.998.

18 maggio 20:05 Speranza: “Dall’inizio della crisi 24.000 assunzioni nel Servizio sanitario nazionale”

"Il tracciamento si fa innanzitutto con le persone e noi ne stiamo assumendo moltissime nel Servizio sanitario nazionale: 24.000 assunzioni ci sono state dall'inizio di questa crisi, persone in carne e ossa che devono provare a combattere questo virus". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, intervistato al Tg 3. "La app può servire. L'auspicio è che da fine maggio possa essere avviata una sperimentazione, per aggiungere un nuovo strumento alla strategia in campo", ha aggiunto Speranza.

18 maggio 19:27 In Spagna 59 decessi nelle ultime 24 ore: cala ancora il bilancio per il secondo giorno consecutivo

In Spagna sono stati registrati altri 59 decessi di persone contagiate dal Coronavirus nelle ultime 24 ore: si tratta dell'incremento giornaliero più basso in due mesi e per il secondo giorno consecutivo sotto quota 100. In totale finora ci sono stati 27.709 decessi mentre i casi sono arrivati a 231.606.

18 maggio 18:41 “500 miliardi per la ricostruzione dell’Ue”: l’annuncio di Merkel e Macron

Un maxi piano economico per dare nuova linfa vitale all'Europa dopo la crisi Coronavirus. Germania e Francia hanno stretto un accordo "su un piano temporaneo da 500 miliardi di euro che vengano dalle spese di bilancio dell'Ue, e quindi non prestiti, a disposizione delle regioni più colpite dalla pandemia". Lo ha detto la cancelliera tedesca Angela Merkel, in videoconferenza con Emmanuel Macron. "Gli aiuti non saranno rimborsati dai destinatari, ma dagli Stati membri", ha affermato il presidente francese.

18 maggio 18:08 Bollettino Lombardia: “24 decessi in 24 ore, dato più basso da febbraio”

Secondo l'ultimo bollettino regionale sono 24 i nuovi decessi in Lombardia per il Coronavirus, un numero che non si registrava dallo scorso 29 febbraio, per un totale di 15.543. Ieri erano stati 69. Continua a diminuire anche il numero dei ricoverati in terapia intensiva (252, -3) mentre ce ne sono 2 in più per un totale di 4.482 in altri reparti. I casi positivi in totale sono 85.019 con un aumento contenuto di 175 (ieri +326) ma con un numero più che dimezzato di tamponi (5.078) rispetto a ieri.

18 maggio 17:57 Protezione civile: “225.886 casi in Italia di cui 127.326 guariti e 32.007 morti”

Secondo il bollettino di oggi, lunedì 18 maggio, dell'emergenza Coronavirus in Italia reso noto dalla Protezione civile nel nostro Paese ci sono 225.886 casi positivi (+451 rispetto a ieri), di cui 127.326 guariti (+2.150) e 32.007 decessi (+99). Ben quattro regioni hanno fatto registrare zero contagi: si tratta di Basilicata, Calabria, Umbria e Sardegna.

18 maggio 17:09 Il ministro Boccia: “Sono preoccupato perché oggi comincia la settimana più difficile”

"Dobbiamo essere tutti molto preoccupati perché la settimana che sta iniziando sarà la settimana più difficile". Lo ha detto il ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, durante la trasmissione Tagadà in onda su La7. Boccia ha poi precisato: "Sono preoccupato com’è giusto che chiunque debba esserlo. Questa e la prossima settimana saranno cruciali per capire se e come riusciremo a convivere con il Covid-19".

18 maggio 17:01 In Danimarca tutti gli adulti potranno sottoporsi al test per il Coronavirus

Tutti gli adulti in Danimarca avranno la possibilità di prenotare un test per il Coronavirus. Lo ha annunciato il ministero della salute di Copenhagen. Il test, si legge in una nota, sarà condotto in dei punti allestiti in 16 città in tutto il Paese. La Danimarca è stata uno dei primi Paesi in Europa ad allentare le misure di contenimento un mese fa, senza evidenti effetti negativi.

18 maggio 16:52 Zaia (Veneto): “Sì agli spostamenti per vedere i parenti: accordo con regioni vicine”

Ci si potrà muovere per vedere i congiunti nelle province venete che confinano con il Friuli Venezia Giulia, l'Emilia Romagna e la Provincia di Trento. Lo ha annunciato il presidente del Veneto, Luca Zaia, spiegando che l'accordo, fatto con i presidenti dei tre territori interessati, prevede "con l'autocertificazione di poter uscire dal Veneto per incontrare parenti e partner.

18 maggio 16:46 Allarme America Latina: i casi di Coronavirus raggiungono quota 520mila, i morti sono 29mila

Continua a salire il numero dei contagi da Coronavirus in America latina, con un aumento in circa 36 ore di 20.000 casi ed un totale generale di 520.888. Aumentano anche i morti, arrivati a quota 29.379 (+750). Il Brasile a guida la classifica con quasi il 45% dei contagiati (241.080) e ben oltre la metà dei decessi.

18 maggio 16:15 Renzi: “Dispiace che le scuole non siano state riaperte. La didattica a distanza non basta”

"Dispiace che non siano state riaperte le scuole, mi preoccupa la scarsa centralità che è stata data alla scuola da parte del dibattito pubblico in tutto il Paese, non solo tra i politici". Così l'ex premier Matteo Renzi nella sua newsletter sulla questione scuola e Coronavirus. Il leader di Italia Viva ha anche sottolineato l'insufficienza della didattica online: "Ragazzi, se non si riparte dalla scuola la società di domani non ha futuro, io ho provato a dirlo in tutte le lingue, ma praticamente da solo: la didattica a distanza non basta".

18 maggio 16:06 Il premier Conte terrà un’informativa alla Camera giovedì 21 maggio

Giovedì 21 maggio alle 09.30 il presidente del Consiglio Giuseppe Conte terrà una informativa urgente nell'Aula della Camera sulla emergenza Covid-19 a meno di una settimana dalla riapertura delle attività economiche. Lo si apprende dal calendario dei lavori dell'Aula.

18 maggio 15:11 Di Maio: “Italia pronta ad accogliere turisti europei, no a black list”

Luigi Di Maio garantisce che dal 3 giugno "l'Italia ripartirà, ci si potrà muovere tra le Regioni e saremo pronti ad accogliere in sicurezza i cittadini Ue che vorranno venire a trascorrere le ferie nel nostro Paese". Così il ministro degli Esteri parlando con alcuni omologhi di altri Paesi. "E' inammissibile che ci siano black list tra Paesi Ue. Se non cambiamo direzione, ci saranno serie ricadute economiche sul comparto turistico di tutti i Paesi europei, non solo dell'Italia", ha aggiunto.

18 maggio 14:57 Moderna, dati “positivi” dal test sul vaccino

La società statunitense di biotecnologia Moderna ha annunciato che i primi risultati della sua sperimentazione sul potenziale vaccino per il coronavirus sono stati «positivi». La “fase 1” dei test clinici – si spiega – ha mostrato che le persone che si sono sottoposte alla sperimentazione hanno sviluppato anticorpi in modo del tutto simile ai pazienti di Covid-19 che sono guariti.

18 maggio 14:18 Fase due in Piemonte, l’ordinanza della Regione per le riaperture dal 18 maggio

Per la fase due si riparte anche in Piemonte. A disciplinare aperture e nuove norme l'ultima ordinanza della Regione Piemonte firmata dal governatore Alberto Cirio. Dal 18 maggio ripartono negozi e parrucchieri ma per bar e ristoranti bisognerà attendere sabato 23 maggio. L’ordinanza firmata da Cirio prevede infatti un calendario delle riaperture spalmato dal 18 al 24 maggio.

18 maggio 14:11 Fase 2, Conte riferirà in Aula alla Camera giovedì

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte giovedì prossimo riferirà alla Camera sull'emergenza Covid-19 e la fase due. Lo si apprende dal calendario dei lavori dell'Aula di Montecitorio. Il premier terrà una informativa urgente a partire dalle 9.30 del 21 maggio per fare il punto della situazione sull'emergenza coronavirus e le misure intrapresa per la fase due

18 maggio 14:06 Fase 2, l’avvertimento dell’Oms: “Paesi che vanno troppo veloci rischiano di non riprendersi”

"La maggior parte del mondo ancora in pericolo, la strada è ancora lunga e i Paesi che si muovono troppo veloci, corrono un rischio vero di ostacolare la loro ripresa", a lanciare l'avvertimento sulle riaperture troppo veloci della fase due è il direttore generale dell'Oms, Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel corso del suo intervento alla 73esima a assemblea dell'organizzazione del'Onu. "I Paesi che stanno meglio sono quelli che hanno applicato tutte le misure, non esiste la bacchetta magica, non esiste una panacea" ha aggiunto Ghebreyesus.

18 maggio 14:00 Coronavirus Veneto, l’ordinanza per le riaperture di fase due dal 18 maggio

Via alla riapertura per la fase due anche in Veneto. Secondo l'ordinanza regionale firmata nelle scorse ore dal governatore Zaia, da oggi, lunedì 18 maggio riaprono le attività commerciali come bar, ristoranti, hotel, parrucchieri, piscine e palestre. Restano chiusi discoteche e parchi divertimento mentre potrebbe essere dato il via libera alla riapertura dei centri estivi e dei luna park nei prossimi giorni.

18 maggio 13:52 In Irlanda si riparte dopo il lockdown

C’è anche l’Irlanda tra i Paesi in cui da oggi si riparte con nuove norme e l’allentamento massiccio delle misure di contenimento anti covid. Nel Paese riaprono cantieri, negozi e impianti sportivi mentre per i cittadini è possibile riunirsi in piccoli gruppi all'aperto anche con persone al nucleo familiare. Bisognerà però continuare a rispettare le regole di distanziamento sociale

18 maggio 13:38 Autoscuole ed esami di guida ripartono dal 20 maggio

Dal 20 maggio ripartono anche le attività delle Autoscuole e gli esami per il conseguimento della patente da parte della Motorizzazione civile. Lo ha ricordato il Ministero dei Trasporti. "Dal 20 maggio riparte l'attività di formazione, sia teorica che pratica, da parte delle autoscuole per i candidati alle patenti di guida delle categorie A e B, nel rispetto delle norme di comportamento previste dalle linee guida fissate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti" spiegano dal Mit ricordando che sono previste regole molto precise  per il distanziamento sociale durante gli esami sia orali che pratici.

18 maggio 13:21 In Brasile boom di contagi ma si riapre: “Palestre e chiese servizi essenziali”

Nonostante il Paese sia ancora in piena emergenza con migliaia di nuovi contagi al giorno, il Brasile riapre dando il via libera a una serie di attività considerate essenziale. Il presidente Jair Bolsonaro infatti ha disposto per decreto la riapertura di 57 servizi individuato tra questi anche palestre, chiese, tabacchi, edilizia civile e attività industriali. Nel Paese però è ormai scontro aperto tra Presidente e governatori locali con molti amministratori locali che hanno deciso di non seguire le indicazioni varando misure più restrittive.

18 maggio 13:12 Presidente cinese Xi Jinping: “Da noi trasparenza e rapidità, abbiamo aiutato gli altri con tutti i mezzi”

"La Cina ha agito con trasparenza e rapidità, fornendo tutte le informazioni in tempo utile e aiutando inoltre con tutti i mezzi i Paesi che ne avevano bisogno", lo ha dichiarato il presidente cinese Xi Jinping nel suo intervento alla 73esima assemblea dell’Oms, parlando del gestione dell'emergenza sanitaria scatenata dal novo coronavirus e della pandemia globale. Il Presidente cinese ha così replicato alle accuse giunte dagli altri stati su ritardi e reticenze nel comunicare al mondo quanto stava avvenendo. Ben 194 Paesi infatti  hanno promosso una risoluzione che chiede un'inchiesta indipendente sulle origini e la diffusione del coronavirus, ipotesi contro cui si è sempre opposto con forza proprio il governo cinese.

"La Cina è a favore di un’inchiesta sul coronavirus, ma dopo aver controllato l’epidemia" ha chiarito Xi Jinping.  Il presidente cinese infine ha annunciato che Pechino darà finanziamenti per "due miliardi di dollari di aiuti internazionali nei prossimi 2 anni per contrastare l’epidemia" e ha promesso che se la Cina dovesse trovare un vaccino contro il Covid-19, ne farebbe "un bene pubblico mondiale".

18 maggio 13:03 Coronavirus Francia, decine di scuole richiudono per sospetti casi di coronavirus

Pochi giorni dopo la riapertura, decine di scuole in Francia sono state costrette a chiudere di nuovo per  sospetti casi di coronavirus. Secondo i primi calcoli, almeno settanta istituti hanno dovuto chiudere i cancelli perché insegnanti, operatori e in alcuni casi anche alunni, sono stati segnalati come possibili contagiati in quanto avevano sintomi o perché sono stati a contatto con persone infette. "Sono probabilmente casi contratti prima di tornare a scuola, all'uscita dal confinamento", ha dichiarato il ministro dell'Istruzione, Jean-Michel Blanquer, aggiungendo: "Queste chiusure sono la dimostrazione del fatto che siamo rigidi".

18 maggio 12:52 Calciatore della Fiorentina Caceres contagiato: “Ho avuto il Coronavirus senza saperlo”

"Senza saperlo, ho avuto dentro di me il virus per 60 giorni, non se ne voleva andare" così il calciatore della fiorentina Martin Caceres ha rivelato di essere stato colpito dal nuovo coronavirus ma di essere ora guarito. "Ho accusati i primi sintomi che potevano ricondurre al coronavirus a iniziare dall'8 marzo fino al 15. Sono rimasto isolato, provando ad allenarmi a casa ma i miei polmoni ne hanno risentito. Mi hanno detto di mettermi in quarantena e che in una ventina di giorni ne sarei uscito. Adesso ho fatto un ultimo tampone e sono guarito, sono risultato negativo" ha raccontato il difensore viola.

18 maggio 12:44 L’Onu accusa: “Alcuni Paesi hanno ignorato raccomandazioni Oms e ora paghiamo le conseguenze”

alto commissariato onu

"Alcuni Paesi hanno ignorato le raccomandazioni dell'Oms" durante la pandemia globale, l'accusa arriva dal numero uno dell'Onu,  Antonio Guterres, in apertura 73esima assemblea generale dell'Oms, la prima virtuale nella storia dell'agenzia dell'Onu. "Un virus microscopico ci ha messo in ginocchio, condizionando tutti gli aspetti delle nostre società" ha aggiunto il segretario generale dell'Onu nel suo intervento, proseguendo: "Il Covid-19 deve essere una sveglia. Non c'è stata molta unità nella risposta al virus e adesso stiamo pagando un prezzo alto. Ci vuole uno sforzo unitario per aiutare adesso i Paesi più fragili".

18 maggio 12:35 Oms: 345 bimbi con Covid-19, alcuni in terapia intensiva

Tra i malati di Covid-19 anche per alcuni bambini è stata necessaria ospedalizzazione e ricovero in terapia intensiva anche se generalmente  i sintomi della malattia si presentano in forme  "più leggere" rispetto agli adulti. Lo precisa l'Oms rivelando i primi risultati su uno studio a livello globale. Ad oggi i dati limitati su manifestazioni cliniche pediatriche del nuovo coronavirus sono però limitati. Nel mondo finora vengono segnalati 345 bimbi con Covid-19, di questi il 23% aveva altre malattie pregresse come asma, problemi cardiovascolari o situazioni di immunodepressione.

18 maggio 12:24 Fase 2 in Liguria, l’ordinanza della Regione per le riaperture dal 18 maggio

In Liguria da oggi 18 maggio via libera alla riapertura di negozi, bar, ristoranti e parrucchieri ma anche a palestre e piscine, in anticipo rispetto alle altre regioni. Lo prevede l’ordinanza della Regione Liguria firmata nelle scorse ore dal governatore Giovanni Toti dopo l'ultimo Dpcm di Conte.

18 maggio 12:17 Coronavirus Lombardia, folla a Bergamo: l’ira del sindaco Gori

"Mentre ero tornato a casa rinfrancato dopo una passeggiata sui Colli dove  non avevo incontrato una sola persona senza mascherina, le immagini di Città Alta e di Largo Rezzara mi hanno preoccupato e fatto arrabbiare. Non sono bastati centinaia morti nella nostra città? Vogliamo ritrovarci tra un mese di nuovo nei guai?" è il messaggio di allarme lanciato dal sindaco di Bergamo, Giorgio Gori, dopo la pubblicazione di alcune foto che mostrano molte persone in giro senza mascherina. "Vogliamo ritrovarci tra un mese di nuovo nei guai? Ve lo chiedo di nuovo: per piacere, metteteci serietà, impegno e rigore" ha aggiunto Gori.

18 maggio 12:05 L’ordinanza per la Fase due nel Lazio: cosa riapre dal 18 maggio

Via libera alle riaperture per la fase due nel Lazio dal 18 maggio. Il governatore Zingaretti ha firmato nelle scorse ore l'ordinanza della Regione Lazio che recepisce le indicazioni del governo. Ad aprire i battenti i servivi di cura alla persone, compresi parrucchieri, barbieri e centri estetici ma anche bare e locali. Chiusi invece teatri, cinema e stabilimenti balneari mentre nei centri sportivi e nelle palestre possibili solo attività individuali.

18 maggio 11:54 Fase due Lombardia, l’ordinanza: cosa riapre dal 18 maggio

Attilio Fontana ha firmato l’ordinanza per le riaperture in Lombardia per la Fase due da oggi lunedì 18 maggio. Via libera a ristoranti, pub e bar ma anche a negozi di vendita al dettaglio, parrucchieri ed estetisti. Si dovrà attendere invece il 31 maggio per le palestre . Ecco cosa riapre in Lombardia le regole per la Fase due.

18 maggio 11:47 Spettacoli e concerti dal vivo ripartono con nuove regole

Come prevede l'ultimo Dpcm cinema, teatri, e concerti dal vivo potranno ripartire da prossimo 15 giugno ma tutto sarà diverso. Tra le principali novità si dovrà rispettare il distanziamento  tra gli artisti, si dovrà procedere alla misurazione della febbre a maestranze e pubblico, ma ci sarà anche il divieto di vendita di cibo, come pop corn o bibite. Ecco tutte le regole da rispettare per gli spettacoli e i concerti dal vivo

18 maggio 11:37 Fase due: Sale giochi e agenzie scommesse restano chiuse

Non tutti riapriranno oggi 18 maggio per la fase due. Tra le attività  che dovranno restare ferme ancora per qualche settimana ci sono sale giochi e agenzie di scommesse. Secondo l'ultimo Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri firmato dal premier Giuseppe Conte queste attività potranno riaprire i battenti solo a partire dal prossimo 14 giugno. 

18 maggio 11:29 App Immuni disponibile solo a fine maggio

Oggi 18 maggio l'italia riparte con la riapertura di negozi, bar e parrucchieri ma per il momento non ci sarà il previsto tracciamento digitale promesso dal governo per questa fase due. La App Immuni scelta dell'esecutivo infatti sarà disponibile solo a partire da fine maggio. Lo ha chiarito in una intervista al Corriere della Sera la ministra dell'Innovazione Paola Pisano. La app "ci aiuterà a svolgere in modo più completo il tracciamento manuale, senza precluderlo in modo da liberare risorse che aiutino chi non ha accesso alla app" ha sottolineato Pisano spiegando che la app è stata scelta "sulla base della valutazione compiuta dal gruppo di lavoro sui dati, che aveva valutato positivamente due app, Immuni e Covidapp"

18 maggio 11:21 Fase due, tutte le regole per andare in spiaggia

Con l'avvio della fase 2, dal 18 maggio in molte regioni si riaprono anche le spiagge libere e gli stabilimenti balneari ma quelle che attendono gli italiani saranno vacanze al mare molto diverse. Numerose sono le restrizioni previste dalle norme anticontagio sia sui lidi che nelle spiagge libere. Ecco tutte le regole  per andare in spiaggia in sicurezza

18 maggio 11:12 Viceministro Sileri attacca: “Comitato tecnico scientifico teneva documenti secretati”

"Mentre in Italia si moriva a centinaia dal comitato tecnico  scientifico mi dicevano ‘ i documenti non sono secretati ma non puoi leggerli, Un perfetto comma 22″ è l'attacco del viceministro  alla sanità Pierpaolo Sileri, contro il comitato di esperti voluto dal Governo per l'emergenza coronavirus. "Io e la mia collega, la sottosegretaria Sandra Zampa,  solo dopo molti sfori di poter inserire degli osservatori" durante gli incontri del Cts. Un osservatore nel Comitato riferisce a me quando io non partecipo alle riunioni, ma non ha potere deliberativo al pari dei membri del Cts" ha aggiunti Sileri. Il viceministro si è scagliato però anche contro la mancata attivazione di deleghe al ministero della Sanità che di fatto lo avrebbero tagliato fuori da ogni comunicazione. "Non è normale che io il Dpcm lo ottenga da un altro ministero e non dal mio, che una delibera o una circolare la scarichi dal ‘Corriere della Sera' e non la riceva dagli uffici che l'hanno diffusa".

18 maggio 11:00 Conte: “Saranno mesi duri ma l’Italia tornerà a correre”

Da oggi, dopo la prima ripartenza del 4 maggio, altri milioni di italiani riprenderanno a lavorare. Ci sono persone, però, che in queste settimane sono rimaste senza lavoro e senza uno stipendio, commercianti che rischiano di chiudere per sempre la propria attività, imprenditori che non sanno se potranno continuare a produrre. Saranno mesi molto duri e complessi, non dobbiamo nascondercelo. Come ho già detto più volte, stiamo affrontando la prova più dura dal Dopoguerra. Il Governo ne è pienamente consapevole. Stiamo facendo l’impossibile per venire incontro in tempi ancora più rapidi alle esigenze di tutti" Lo scrive il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in una lettera inviata a Leggo. "Sappiamo che anche gli ultimi decreti legge non potranno essere la soluzione per tutti i problemi economici e sociali che stiamo vivendo. Siamo al lavoro giorno e notte per fare ancora di più e meglio. Il Governo non è sordo alle tante difficoltà che i cittadini stanno vivendo, e intende affrontarle una per una, assumendosi tutte le proprie responsabilità. Tornare alla normalità è un po’ come imparare di nuovo a camminare. Lo Stato conta di esserci per rimuovere e superare gli ostacoli. Un passo alla volta, con prudenza e attenzione, in modo da evitare di cadere e tornare indietro. L’Italia tornerà a correre" ha assicurato il Premier.

18 maggio 10:49 Coronavirus Lombardia, Fontana : “Non ho nessun peso sulla coscienza”

"Non ho alcun tipo di peso sulla coscienza" per quanto riguarda la gestione dell'emergenza coronavirus in Lombardia, lo ha ribadito oggi il presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana. "Fra tutte le grandi accuse che mi vengono mosse, nessuna di questa è fondata e quindi non mi fa dormire di notte. Fortunatamente se sopravvivo è perché riesco a dormire molto bene di notte" ha dichiarato Fontana a Mattino Cinque, aggiungendo: "Le infezioni aumenteranno, non ci sono dubbi al riguardo" ma "dobbiamo impedire che il virus torni a correre", motivo per cui sarà fondamentale "tenere sotto controllo" le nuove infezioni ed "evitare che si diffondano in maniera incontrollata".

18 maggio 10:42 Oggi assemblea Oms, parla presidente cinese Xi: 194 Paesi chiedono inchiesta su origini del virus

Sarà una assemblea dell'Oms mai così carica di tensione quella che si svolgerà oggi, in rigorosa video conferenza come richiedono le misure anticontagio. E ovviamente sarà proprio la pandemia globale scatenata dal nuovo coronavirus il tema al centro dell'intera discussione. Tra gli iscritti a parlare ci sarà il presidente cinese Xi Jinping, invitato dal direttore generale Tedros Adhanom Ghebreyesus a tenere un discorso. La Cina però resta al centro delle critiche per la gestione iniziale del Covid 19 e questo rischia di scatenare una profonda spaccatura in seno all'organizzazione mondiale della sanità. Ben 194 Paesi infatti  hanno promosso una risoluzione che chiede un'inchiesta indipendente sulle origini e la diffusione del coronavirus, ipotesi contro cui si è sempre opposto con forza proprio il governo cinese. Polemiche anche perla mancata presenza di Taiwan che non ha avuto un invito a partecipare a causa delle pressioni della Cina. La proposta mira ad avviare "un processo graduale di valutazione imparziale, indipendente e globale" delle attività dell'Oms, "per valutare l'esperienza conquistata e le lezioni apprese" e coordinare la risposta internazionale alla pandemia.

18 maggio 10:26 Immunologa Villa: “Un metro non è suficiente in un ristorante”

"Un metro di distanza non è assolutamente sufficiente in un ristorante, in un luogo chiuso in cui non si usa la mascherina, in cui si chiacchiera, si sta insieme per tanto tempo. Sono sconcertata dalla decisione presa che dal punto di vista scientifico non tutela le persone che andranno al ristorante", lo ha dichiarato Antonella Viola, immunologa dell'Università di Padova, criticando le decisioni sulle riaperture dal 18 maggio a livello nazionale. "Ci sono decisioni che non si comprendono come la riapertura delle palestre così accelerata, con l'apertura di spogliatoi e docce. Queste riaperture dovrebbero essere possibili in alcuni Regioni, in altre non sono giustificate" ha aggiunto l'esperta  in collegamento con Agorà su Rai3, aggiungendo: "Non riesco a trovare una motivazione scientifica per cui si può riaprire un ristorante e una palestra e non un teatro o un cinema dove le persone hanno le mascherine, sono distanziate e non parlano".

18 maggio 10:20 Crollo dei consumi in Italia, ad aprile -47,6%: “Mai così dal dopoguerra”

Nel mese di aprile è crollo dei consumi per gli italiani con un  -47,6%, lo rende noto Confcommercio attraverso l'ufficio studi. "Ad aprile i consumi degli italiani sono crollati del 47,6% e nonostante un rimbalzo del pil del 10% stimato a maggio il prodotto interno lordo rimarrà sempre a un -16% rispetto all'anno precedente", spiegano dall'associazione di categoria. "Il completo lockdown di aprile ha avuto conseguenze che il sistema economico italiano non ha mai sperimentato dopo la seconda guerra mondiale" sottolineano da Confcommercio, specificando che i più penalizzati continuano a risultare i servizi mentre segno più solo per alimentazione domestica, comunicazioni ed energia. Secondo  l'associazione dei commercianti, "la questione più grave è la concentrazione delle perdite su pochi importanti settori, come il turismo e l'intrattenimento, che sono anche quelli più soggetti a forme di distanziamento e rigidi protocolli di sicurezza, ma anche la mobilità e l'abbigliamento". "Dopo la riapertura inoltre si avvertiranno anche dolorosi effetti su reddito e ricchezza che si protrarranno ben oltre l'anno in corso" aggiungono da Confcommercio

18 maggio 10:06 Galli: “La fase due è un test, potrebbe non funzionare ma il tentativo andava fatto”

Non è detto che il sistema di riapertura che sta adottando l'italia sia efficace, ma, in ogni caso, "il tentativo bisogna farlo", lo ha ricordato il virologo Massimo Galli, direttore del dipartimento di Malattie infettive dell'ospedale Sacco di Milano. "Il rischio di una seconda ondata dell'epidemia non è una cosa che dico io ma è un'ipotesi che spaventa l'Organizzazione mondiale della sanità. C'è stata in altri Paesi che hanno aperto, anche se non ha portato situazioni drammatiche. Ora l'abbiamo deciso anche noi, per motivi di assoluta necessità. Siamo di fronte a un esperimento di riapertura che si fonda principalmente su mascherine e distanziamento" ha precisato l'esperto a Repubblica. Per Galli, "in una situazione tecnicamente ideale, prima dell'apertura ci sarebbero dovute essere altre cose", per esempio "sarebbe stato estremamente più opportuno individuare prima e meglio i positivi," ma riaprire era una necessità perché "la gente non ne può più di stare in casa, molte attività economiche rischiano di morire, e muore anche chi ci lavora". "Se l'apertura avviene è perché non ci sono alternative, ma dobbiamo viverla con il massimo senso di responsabilità nei nostri comportamenti" ha concluso Galli.

18 maggio 09:56 De Luca firma la nuova ordinanza per la Campania: “Favorire lo Smart working”

Per la fase due dell'emergenza coronavirus si "raccomanda alle aziende e alle amministrazioni, pubbliche e private, il massimo ricorso allo smart working e, ove si renda necessaria la prestazione lavorativa in presenza, l'articolazione del lavoro con orari differenziati che favoriscano il distanziamento fisico riducendo il numero di presenze in contemporanea nel luogo di lavoro e impedendo assembramenti sia sui mezzi di trasporto sia in entrata e in uscita", lo prevede l'ultima ordinanza della Regione Campania firmata nella tarda serata di ieri dal Governatore De Luca per le riaperture dal 18 maggio.

18 maggio 09:48 Riapre l’aeroporto di Bergamo Orio al Serio, primo volo atterrato questa mattina

Riapre l'aeroporto di Bergamo – Orio al Serio. Dopo la chiusura forzata per il lockdown nazionale, lo scalo lombardo infatti ha inaugurato questa mattina il ritorno ai voli civili. Il via alle 6,51 di lunedì 18 maggio con l'atterraggio di un volo Wizzair giunto da Sofia con a bordo 109 passeggeri. Lo stesso velivolo ha inaugurato anche le partenze visto che poco dopo è ripartito alla volta della capitale della Bulgaria dopo aver imbarcato un'ottantina di persone. Nessun problema anche se i controlli son stati serrati ai gate anche perché è stato ridottissimo numero di passeggeri.

18 maggio 09:40 Pregliasco: “Avremo nuovi contagi ma ora siamo più pronti”

Il professor Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università degli Studi di Milano
in foto: Il professor Fabrizio Pregliasco, virologo dell’Università degli Studi di Milano

"Dobbiamo ripartire, affrontando un rischio calcolato. Dobbiamo tenere conto che ci saranno nuovi contagi e, purtroppo, altri decessi. Ma ora siamo più pronti" lo ha dichiarato Fabrizio Pregliasco, virologo dell’università di Milano e direttore sanitario dell’Irccs Galeazzi di Milano. "Sarà fondamentale individuare i nuovi focolai e tenerci pronti, meglio di quanto fatto in passato. All’inizio il virus ci ha colti all’improvviso, ora non è così; ne conosciamo abbastanza per essere attrezzati in maniera migliore. Le riaperture serviranno come test" ha ricordato l'espeto a leggo, aggiungendo: "Serve la responsabilizzazione di ognuno di noi".

18 maggio 09:31 Ministro Boccia contro De Luca: “Non deve firmare nulla, deve seguire le regole”

“De Luca non deve firmare nulla. Il parere è stato dato dalla conferenza delle Regioni. Una cosa sono le leggi e le regole un’altra cosa è la realtà virtuale" così il Ministro per gli affari regionali e le autonomie, Francesco Boccia, ha replicato alle cause del presidente della Regione Campania che ha annunciato di non aver firmato l'intesa con Governo per le riaperture accusando l'Esecutivo di scaricare la responsabilità sulle Regioni. "C'è un decreto legge. Nessuno lo obbliga ad aprire. Ma se vuole ripartire deve seguire delle regole e attenersi alle indicazioni delle leggi dello Stato” ha affermato Boccia in un colloquio con il quotidiano ‘La Stampa'. “Questo è l’inizio di una fase nuova. Ora proprio perché restringere è doloroso, ma più facile, è inevitabile responsabilizzare i territori. Per le ripartenze, ci piaccia o no, il nostro Paese si confronta con 21 sistemi diversi e quindi è inevitabile coinvolgere tutti. Ma lo sforzo fatto oggi sarà utile per i mesi che varranno" ha aggiunto il Ministro.

18 maggio 09:20 Ripartono i collegamenti aerei e navali con Sicilia e Sardegna

Con l'avvio della fase due ripartono anche i collegamenti marittimi e aerei per il trasporto passeggeri con Sicilia e Sardegna. La ministra delle Infrastrutture e dei Trasporti Paola De Micheli ha firmato, di concerto con il ministero della Salute, il Decreto che aggiorna le misure di limitazione alla mobilità delle persone sulle due Isole maggiori ma i due governatori hanno già deciso misure differenziate per i loro territori. In Sardegna ad esempio a partire dal 21 maggio sono consentite in tutti gli aeroporti le attività di aviazione generale, "previa sottoscrizione tra Regione e società di gestione degli scali di apposite linee guida sui controlli da effettuare sui passeggeri in ingresso, validate dal Comitato tecnico scientifico". Resta esclusa la mobilità extraregionale e rimane l'obbligo di quarantena per chi arriva da fuori regione per motivi validi

18 maggio 09:09 Tutte le riaperture del 18 maggio, via libera a bar, parrucchieri e negozi ma non in tutta Italia

Da oggi lunedì 18 maggio via alla fase due con la riapertura di quasi tutte le attività produttive e commerciali come bar, ristoranti, negozi, parrucchieri, centri estetici, chiese, musei e anche alcune attività sportive, ma non in tutta Italia. Ecco cosa riapre oggi e quali regioni hanno deciso invece di varare misure differenti rispetto alle indicazioni nazionali.

18 maggio 08:35 Grosseto: è in quarantena ma litiga, va via di casa e fa perdere le tracce

Al termine di una lite in famiglia, ha sbattuto la porta ed è andato via facendo perdere le tracce, peccato che fosse in quarantena e avrebbe dovuto restarsene rinchiuso. Protagonista dell'episodio un uomo originario di Roma ma abitante a Porto Ercole, in provincia di Grosseto. L'uomo era in quarantena perché sarebbe venuto in contatto con una persona malata di Covid. Secondo la polizia, dopo la lite si è diretto a piedi verso la stazione di Orbetello ed è scomparso. Si pensa possa aver preso il treno e gli agenti lo stanno cercando.

18 maggio 08:26 Il Piemonte compra 625mila tamponi: “Pronti a raddoppiare i test”

Anche il Piemonte ha deciso di accelerare sul fronte dei tamponi avviando una nuova campagna di test per tracciare i positivi al coronavirus nella Fase 2. La Regione ha già avviato l'acquisto di 625mila tamponi attraverso la società regionale che in questa fase si occupa dell’approvvigionamento dei Dispositivi di protezione individuale e nei prossimi giorni allargherà la platea. "Abbiamo la percentuale più alta di singole persone tracciate con il test virologico, in relazione al numero totale dei tamponi processati, rispetto a Lombardia, Veneto ed Emilia Romagna" ha  dichiarato l’assessore regionale Matteo Marnati, sostenendo che “il Piemonte ha usato meglio di tutti i tamponi a disposizione con una percentuale altissima, pari al 68%, mentre la Lombardia registra il 59%, l’Emilia Romagna il 64% e il Veneto il 54%”. "Oggi il Piemonte ha una buona capacità, ma è pronto a raddoppiare le potenzialità a breve ed è la Regione italiana con le miglior performance" ha aggiunto Marnati

18 maggio 08:15 Virologo Crisanti: “Il virus non ha diminuito la sua virulenza”

"Il virus non ha diminuito la sua virulenza ma solo la sua carica infettante", a spiegarlo è il virologo Andrea Crisanti, direttore di microbiologia dell'Università di Padova e principale attore del contenimento del contagio in Veneto. "Il virus non si definisce con l'aggettivo potente, si definisce con due parametri: virulenza e R0. Non vi sono evidenze che siano diminuite virulenza e R0" ha sottolineato Crisanti a Che tempo che fa, rispondendo ad alcune domande sulla presunta minore potenza del virus in questa fase. "Quello che è diminuito è la carica infettante, si sa anche in altre malattie che la carica infettante ha un ruolo determinante per il decorso. Se mi infetto con 10 virus, è diverso rispetto alla situazione in cui mi infetto con 1 milione di virus. Il virus non è mutato e non è cambiato per nulla. Quando un virus entra in una nicchia ecologica, nel caso specifico siamo noi, la cosa più probabile che accada è un aumento di virulenza", ha aggiunto Crisanti

18 maggio 08:03 Il Papa torna a dire messa alla presenza dei fedeli 

Il Papa torna a dire messa alla presenza dei fedeli in chiesa. in concomitanza con quanto avviene in Italia, anche Papa Francesco oggi 18 maggio è tornato a dire messa in presenza dei fedeli in chiesa. L'occasione è stata la celebrazione liturgica sulla tomba di Giovanni Paolo II nel centenario della nascita del pontefice polacco. Bergoglio ha celebrato la messa nella cappella della tomba del Papa polacco alla presenza di circa trenta persone. Il Pontefice, che dal 9 marzo scorso ha celebrato le messe in diretta streaming per raggiungere quante più persone possibili, ieri aveva lanciato un appello a rispettare le misure per contenere il contagio dal Covid-19 in chiesa: "Per favore, andiamo avanti con le norme, le prescrizioni che ci danno per custodire così la salute di ognuno e del popolo".

18 maggio 07:52 In Germania nessuna vittima per coronavirus nelle ultime 24 ore

La Germania conferma che anche durante la fase due delle riaperture il contagio da coronavirus è sotto controllo. Secondo gli ultimi dati diffusi  dall’Istituto Robert Koch di Berlino, infatti, nelle ultime 24 ore nel Paese non son stati registrati decessi per coronavirus mentre vi sono solo due ulteriori casi di contagio. I dati però risentono dei ritardi con cui di solito vengono comunicati i numeri dai vari land durante il fine settimana.  Nel paese, il bilancio è ad oggi di 7.914 vittime e 174.355 casi di contagio.

18 maggio 07:46 L’allarme di Galli: “I Contagiati sono dieci volte i casi noti e ora usciranno di casa”

"Sappiamo che i positivi sono dieci volte tanto quelli trovati. Ora tutti usciranno di casa, senza avere una diagnosi definita e precisa. E questo potrebbe far aumentare il numero dei contagiati" è l'allarme lanciato per l'inizio di questa fase due dal professor Massimo Galli, direttore di Malattie infettive dell'Ospedale Sacco di Milano. "Non faccio previsioni su cosa potrà succedere in questi giorni. Deve però essere chiara una cosa: non sarà facile riaprire con una epidemia ancora in corso" ha aggiunto Galli a Il Messaggero, sottolineandon che "c'è qualcuno che è positivo al tampone dal 28 febbraio, ci sono persone che hanno lunghissimi tempi di eliminazione del virus e  per questo bisogna fare molta attenzione"

18 maggio 07:39 In Sardegna riaprono tutte le spiagge

Da oggi 18 maggio in Sardegna riaprono anche tutte le spiagge. Lo prevede l'ultima ordinanza firmata nella notte dal presidente della Regione, Christian Solinas dopo il dpcm del Premier Conte. È consentito il libero accesso a tutte le spiagge ma resta l'obbligo di mascherina in tutti i locali aperti al pubblico e anche nei luoghi all'aperto "laddove non sia possibile mantenere il distanziamento di almeno un metro". Tornano anche i collegamenti marittimi e aerei con l'Isola ma resta l'obbligo di quarantena per 14 giorni per chi arriva in Sardegna. Per i voli a partire dal 21 maggio sono consentite in tutti gli aeroporti sardi le attività di aviazione generale, "previa sottoscrizione tra Regione e società di gestione degli scali di apposite linee guida sui controlli da effettuare sui passeggeri in ingresso, validate dal Comitato tecnico scientifico".

18 maggio 07:31 In Brasile 241mila contagi, superata anche la Spagna

Con 7.938 nuovi casi nelle ultime 24 ore il Brasile supera anche la Spagna e diviene il quarto Paese in assoluto più colpito dalla pandemia con oltre 241mila contagi totali. Nel Paese sudamericano ieri registrati anche ulteriori 485 decessi per coronavorus che portano il totale dei morti a 16.122. Lo ha annunciato il ministero della Salute.

18 maggio 07:21 In Sicilia mascherine obbligatorie anche all’aperto

In Sicilia mascherine obbligatorie anche all'aperto durante la fase due. Con il via libera alla fase due e alle riaperture, infatti, il Governatore Nello Musumeci ha deciso per ulteriori restrizioni rispetto alle indicazioni nazionali nell'ultima ordinanza regionale siciliana. In particolare l'obbligo per tutti, eccetto i minori sotto i sei anni, di indossare la mascherine sia all'aperto sia nei luoghi pubblici al chiuso. Dal 25 maggio apriranno palestre e piscine con obbligo distanza in acqua di 7 metri quadrati. Si dovrà attendere l'8 giugno invece per riaprire teatri, cinema e anche discoteche.

18 maggio 07:11 Tragedia in Canada, aereo cade durante esibizione dedicata a chi lotta contro il coronavirus

Tragedia in Canada dove un aereo è precipitato durante un’esibizione dedicata a chi lotta contro il coronavirus. Il bilancio è di una vittima e di un ferito grave, entrambi membri dell’equipaggio. L'aereo faceva parte della pattuglia acrobatica dell’aviazione militare canadese impegnata in una esibizione nella British Columbia, non lontano da Vancouver.

18 maggio 07:00 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di lunedì 18 maggio

In Italia sono 225.435 i contagi da Coronavirus, di cui 31.908 morti e 125.176 guariti, secondo l'ultimo bollettino della Protezione Civile. La mappa aggiornata regione per regione:

Lombardia: 84.844

Piemonte: 29.547

Emilia Romagna: 27.232

Veneto: 18.941

Toscana: 9.948

Liguria: 9.159

Lazio: 7.446

Marche: 6.667

Campania: 4.684

Puglia: 4.379

Trento: 4.338

Sicilia: 3.388

Friuli VG: 3.191

Abruzzo: 3.186

Bolzano: 2.581

Umbria: 1.424

Sardegna: 1.353

Valle D'Aosta: 1.373

Calabria: 1.151

Molise: 411

Basilicata: 392

Inizia oggi la nuova Fase 2: da lunedì 18 maggio riaprono i negozi, ristoranti, bar, parrucchieri e centri estetici in tutta Italia. Via libera anche alle messe. Il Premier Conte ha firmato il nuovo dcpm per le aperture del 18 maggio, che sarà in vigore fino al 14 giugno 2020 e sostituisce il precedente del 26 aprile 2020. Intanto lo scontro tra Governo e Regioni sul nuovo dpcm ha portato alla scelta di aprire un tavolo di confronto in piena notte per evitare rinvii delle riaperture e definire ulteriormente le linee guida. Intanto il Presidente della regione Sardegna Solinas propone l'idea di un passaporto sanitario – che certifichi la negatività al test del tampone – per recarsi in Sardegna durante il periodo estivo. Il Governatore della Campania De Luca ha affermato di rimandare alle prossime settimane la scelta di riaprire i confini della Campania dal 3 giugno.

Sono oltre 4,5 milioni i casi di Coronavirus nel mondo; l'Europa pensa a una strategia per garantire la ripresa del turismo soprattutto nei mesi estivi, con la distinzione dell'area Schengen e del Regno Unito in "zone rosse" e "zone verdi" in base a diversi criteri, tra cui l'indice di contagio R0. Ma l'OMS avverte l'UE: "Non è il momento di festeggiare, prepariamoci a una seconda ondata dell'epidemia".