10 giugno 22:54 Trump annuncia la ripresa dei comizi in presenza

Dopo uno stop di tre mesi dalla campagna elettorale, il presidente Usa Donald Trump ha annunciato ai giornalisti del pool della Casa Bianca l'imminente ripresa dei comizi elettorali in quattro Stati: Florida, Arizona, North Carolina e Oklahoma.

10 giugno 22:21 Miozzo (Cts): con riapertura scuole a maggio i contagi sarebbero saliti

In un’audizione alla Camera, il coordinatore del Comitato tecnico-scientifico istituito presso il dipartimento della Protezione civile ha detto che l’esame di Maturità sarà “il primo test”. Per settembre consiglia “differenziare inizio lezioni e mascherine dai 6 anni”. In Italia sono stati 4.564 i casi di minori contagiati, gran parte gestiti a domicilio, un centinaio in ospedale

10 giugno 21:23 Ministro Speranza: “Sul vaccino non saremo spettatori delle superpotenze”

"Non possiamo essere spettatori di un mercato dove si fronteggiano le grandi superpotenze. L’Europa, unita, ha la forza politica, economica e scientifica, per svolgere un ruolo da protagonista in questa battaglia". Lo ha detto il ministro della Salute Roberto Speranza, nell’informativa al Senato, in merito allo sviluppo di un vaccino anti Covid. L’Italia "è stata protagonista di una forte iniziativa in Ue. Con Germania, Francia ed Olanda – ha detto – abbiamo costruito un’alleanza di testa per l’approvvigionamento del vaccino per tutti i Paesi Ue".

10 giugno 20:52 In Gran Bretagna stop al “divieto di sesso” tra single non conviventi

Con l'allentamento delle misure di lockdown imposte dall'emergenza, in Gran Bretagna scompare il "divieto di sesso" tra non conviventi anche se non per tutti. Lo stop al discusso provvedimento partirà da sabato ma sarà valido solo per gli adulti che vivono da soli o per genitori single con figli minori di 18 anni. Il premier Boris Johnson ha annunciato stasera che due persone di due nuclei diversi potranno riunirsi  formando una cosiddetta "bolla di sostegno”, che in pratica permetterà di abbracciare, baciare, uscire insieme, passare la notte e persino fare sesso con un non convivente. "Le bolle di supporto devono essere esclusive, il che significa che non è possibile cambiare la famiglia in cui si è in una bolla o connettersi con altre famiglie", ha affermato Johnson aggiungendo che la misura è stata pensata perché "Ci sono troppe persone, in particolare quelli che vivono da soli, che sono soli e alle prese con l'incapacità di vedere amici e familiari.

10 giugno 20:39 Oms: “Il caldo non fermerà il virus e c’è il rischio aria condizionata”

Anche se "non ci sono ancora indicazioni chiare su come il virus evolverà in futuro", sicuramente "non possiamo contare sulla stagione estiva e sulle temperature per fermare il virus", lo ha spiegato Michael Ryan, capo del programma per le emergenze sanitarie dell'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), rispondendo a una domanda dei giornalisti in conferenza stampa a Ginevra. "Ci sono esperti che dicono che in estate si sta più tempo all'aperto e, stando fuori, ci sono meno occasioni di contagio. D'altronde con l'aria condizionata le persone tendono anche a rifugiarsi al chiuso se fa molto caldo. Il fatto è che non abbiamo indicazioni su come andrà la malattia" ha aggiunto Ryan, ricordando infine che  il Sudamerica, che si trova in una stagione diversa, "vede un aumento persistente dei casi e questo preoccupa".

10 giugno 20:23 La nonna gli regala 100 euro, bimbo di 8 anni compra mascherine per l’ospedale

Quando la nonna gli ha regalato cento euro lui non ci ha pensato su due volte: ha chiesto ai genitori di comprare subito le mascherine e di regalarle poi all'ospedale per i sanitari. La storia arriva da Vasto dove ieri il bimbo di 8 anni si è presentato all'ospedale “San Pio” per consegnare il suo dono speciale: un pacco pieno di mascherine. Per il grande gesto di altruismo lo stesso il Direttore generale della Asl 2 Abruzzo, Thomas Schael, si è voluto congratulare personalmente col piccolo Christian incontrandolo di persona.

10 giugno 19:54 Bergamo: troppa gente e niente mascherine, chiusi 2 bar

La polizia di Stato di Bergamo ha provveduto a chiudere due locali per la durata di 5 giorni ciascuno, perché in entrambi i casi, nel corso di controlli per il rispetto delle normative anti Covid-19, sono state trovate persone intente a bere senza rispettare il dovuto distanziamento e senza utilizzare i dispositivi di protezione. Si tratta del Bar Beo di via Carpinoni 6 e del bar Luna Nueva di via Baschenis 17. La sospensione della licenza ha una durata di 5 giorni per entrambi i locali.

10 giugno 19:04 Cinema contro l’uso della mascherina in sala: “Il cliente deve poterla togliere una volta seduto”

Il 15 giugno è la data della riapertura delle sale cinematografiche, ma secondo l’Anec, l’associazione degli esercenti cinematografici, i protocolli inseriti all’interno delle Linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative emanate dalla Conferenza delle Regioni in data 9 giugno "non permettono ancora alcuna sostenibilità economica per i cinema" . "Sicuramente – scrive in una nota l’associazione – sono stati fatti passi avanti con la deroga al distanziamento interpersonale per la visione con i propri familiari, ma il permanere dell’obbligo dell’uso della mascherina anche dopo aver preso posto in sala rimane incomprensibile. Le misure per le sale cinematografiche impongono il distanziamento di almeno un metro e, così come previsto in altre attività commerciali, si ritiene che al momento della occupazione del posto in sala il cliente possa rimuovere la protezione delle vie aeree, al pari di quanto definito per il settore della ristorazione".

10 giugno 18:53 Oms: “Su asintomatici servono nuove ricerche”

"Dall'inizio di febbraio abbiamo detto che le persone asintomatiche possono trasmettere il covid-19, ma che abbiamo bisogno di ulteriori ricerche per stabilire la misura di tale trasmissione. Le ricerche continuano". Lo ha sottolineato il direttore generale dell'Organizzazione mondiale della Sanità Tedros Adhanom Ghebreyesus, nel consueto briefing sulla pandemia di coronavirus, menzionando il dibattito scaturito dalle affermazioni dei giorni scorsi dell'Oms sul tema.

10 giugno 18:33 Scuola, come e dove vedere i voti in ogni materia

Una nota del ministero dell’Istruzione chiarisce le modalità di comunicazione sia dell’esito degli scrutini che dei voti in ogni singola materia. Gli alunni e i loro genitori potranno controllare la pagella attraverso il registro elettronico, sia per quanto riguarda l’ammissione all’anno successivo che per le singole votazioni.

10 giugno 17:56 Il bollettino della Protezione Civile sui contagi da Coronavirus di oggi 10 giugno

Il bollettino dell’emergenza coronavirus, regione per regione, aggiornato a mercoledì 10 giugno, rilasciato dal Dipartimento di Protezione Civile. Sono 202 i nuovi casi di contagio, in calo rispetto ai 283 di ieri. Cala leggermente anche il numero dei decessi, 71 (ieri 79) così come il numero dei guariti, 1.293 (ieri 2.062). I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono 62.699, in rialzo rispetto ai 55.003 di ieri mentre continua a diminuire il numero degli attualmente positivi: quest’oggi si contano 1.858 malati in meno.

10 giugno 17:46 Lo studio: gruppo sanguigno 0 associato a minor rischio di contagio da Covid-19

Il Covid-19 potrebbe avere un “occhio di riguardo” per il gruppo sanguigno 0. Stando ao una ricerca condotta dalla società di test genetici 23andMe, infatti, le differenze in un gene, il cosiddetto gene ABO, che influenza il gruppo sanguigno possono influenzare la suscettibilità al coronavirus. Come riporta El Mundo, gli scienziati hanno analizzato 750.000 test (ma lo screening è ancora in corso) i fattori genetici per cercare di determinare perché alcune persone che contraggono il nuovo coronavirus non manifestano sintomi, mentre altre si ammalano gravemente. Secondo i dati pubblicati da 23andMe, le persone con gruppo sanguigno O hanno una probabilità in meno del 9-18% di risultare positivi al coronavirus rispetto alle persone con altri gruppi sanguigni. Questi risultati sono veri anche quando i dati vengono adeguati per età, sesso, indice di massa corporea ed etnia.

10 giugno 17:36 Gli esperti lanciano l’allarme: obesità in aumento dopo il covid

 "I cardiologi si preparino ad affrontare il probabile aumento dell'obesità che seguirà alla pandemia" e gli Stati si preparino a "intraprendere un'obbligatoria azione globale a sostegno di una dieta sana e di un'attività fisica per incoraggiare le persone a tornare a corretti stili di vita". Queste le conclusioni di un articolo italiano sul cosiddetto "Effetto Pandemia", pubblicato sulla rivista European Journal of Clinical Nutrition (Gruppo Nature) e condotto da ricercatori dell'Università Modena e Reggio Emilia.

10 giugno 17:26 Immuni: per l’app 2,2 milioni di download

I download dell'app Immuni arrivano a 2,2 milioni. L'aggiornamento è confermato dal ministero dell'Innovazione. L'applicazione è scaricabile sugli smartphone dal primo giugno, da lunedì scorso è partita in quattro Regioni.

10 giugno 17:15  Francia, il coronavirus costa alto: “bruciati 800 mila posti di lavoro per la crisi”

La crisi economica causerà la soppressione di "800.000 posti di lavoro" in Francia: è quanto dichiarato oggi dal ministro francese dell’Economia, Bruno Le Maire, parlando di "shock considerevole" per il Paese. "La nostra valutazione è che avremo entro i prossimi mesi la soppressione di 800.000 posti di lavoro, vale a dire 2,8% dell’occupazione totale", ha dichiarato il ministro durante un’audizione presso la commissione Finanze dell’Assemblea Nazionale.

10 giugno 16:52 Nella Cina continentale zero contagi locali

Nessuna nuova infezione da coronavirus trasmessa a livello "locale" è stata segnalata ieri nella Cina continentale, dove invece sono stati registrati 3 nuovi casi confermati provenienti dall'estero. È quanto rende noto il rapporto odierno della Commissione Sanitaria Nazionale cinese. Tra i nuovi casi di contagio arrivati nella Cina continentale da altri Paesi, 2 sono stati confermati nella Regione autonoma della Mongolia Interna e uno a Tianjin. Un terzo nuovo caso sospetto proveniente dall'estero è stato segnalato a Shanghai.

10 giugno 16:27 Per il focolaio di Roma verrà usato il metodo Vo’ Euganeo

"Abbiamo circoscritto la zona, e ringrazio anche il prefetto per la tempestività. Sono stati eseguiti i test a tutti gli operatori e i pazienti. Oggi non ci sono casi positivi nella struttura. Abbiamo richiamato tutti i pazienti, si stanno facendo i controlli presso i nostri drive in, parliamo di oltre 3.000 test. Una cosa impegnativa, tipo Vo' Euganeo per intenderci". Lo ha detto l'assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D'Amato.

10 giugno 16:12 Locatelli: “Virus continua a circolare, necessario continuare su questa linea di prudenza”

"I numeri confortano: c'è una progressiva flessione dei nuovi contagi, così come c'è un evidente calo dei ricoveri ospedalieri, soprattutto nelle terapie intensive. Basti pensare che oggi siamo sopra a 250 persone ricoverate in terapia intensiva, quando il 3 aprile eravamo sopra le 4.000 unità. Ma questo non deve indurci ad allentare i comportamenti improntati alla responsabilità individuale". A dirlo intervenendo a SkyTg24 il presidente del Consiglio superiore di sanità Franco Locatelli, che ha sottolineato che "il virus continua a circolare, seppure in maniera meno intensa, e quindi dobbiamo continuare su questa linea di prudenza". Quanto alla Lombardia, "che è stata quella più investita dal fenomeno, è anche la regione a più alta densità di popolazione", e bisogna tener conto che la discesa delle epidemie "è più lenta dell'ascesa". Questo, secondo l'esperto, spiegherebbe l'attuale situazione nella regione. Locatelli ha spiegato che adesso "la maggior parte dei contagi si osserva in ambito familiare" e che qualcuno viene identificato anche grazie a test sierologici. Quanto ai tempi di incubazione, "la media è tra 5 e 7 giorni". "Per definire un indebolimento del virus dovremmo avere l'evidenza dal sequenziamento di ceppi virali che vi è stata la presenza di mutazioni che, in qualche modo, hanno ridotto il potere di aggressione del virus. Noi queste evidenze non le abbiamo affatto", ha detto poi Locatelli secondo cui comunque si è ridotto sia il numero di soggetti contagiati sia la gravità delle manifestazioni cliniche. "Questo fa riferimento alla carica virale", spiega Locatelli, che chiama in causa le misure di protezione individuale e la possibilità di diagnosi precoci. Così oggi "i malati che afferiscono alle strutture ospedaliere sono meno gravi" e "sono in numero minore. Anche un effetto esperienza nel trattare questi malati ha influito, e abbiamo evidenze che alcune terapie" adottate si sono rivelate utili.

10 giugno 15:51 Gli anticorpi sintetici potrebbero bloccare l’infezione

Gli anticorpi monoclonali potrebbero bloccare l’infezione da SARS-CoV-2 ed essere utilizzati nella sperimentazione di terapie efficaci. Questo il risultato di uno studio condotto da un team internazionale di esperti, affiliati al Dipartimento di Biomedicina e prevenzione dell’Università di Tor Vergata, dell’ospedale Spallanzani, dell’Università di Toronto e della Washington University School of Medicine, che hanno analizzato le proprietà degli anticorpi monoclonali nel trattamento di Covid-19. “Gli anticorpi monoclonali sono immunoglobuline identiche generate in genere da un singolo clone di cellule. Oggi disponiamo di una serie di metodologie per sintetizzarli, grazie alla genetica ricombinante”, ha spiegato Giuseppe Novelli, genetista presso l'Università di Roma Tor Vergata, spiegando che il metodo utilizzato dal suo team si basa su anticorpi sintetici isolati da librerie importanti. “La migliore fonte attualmente si trova a Toronto, in Canada, ed è un metodo che ci consente di ottenere miliardi di molecole clonate in batteriofagi, cioè virus che infettano i batteri. Questa procedura permette di trovare tutti gli anticorpi sintetici, che si possono isolare in tempi brevi e soprattutto possono adattarsi alle eventuali mutazioni del virus”, ha aggiunto precisando che in poche settimane sarebbe possibile isolare un anticorpo diverso una volta stabilite le linee guida.

10 giugno 15:33 Zero contagi per la prima volta in Puglia, Lopalco: “Da 4 giorni nessun nuovo positivo”

Il Prof. Pier Luigi Lopalco
in foto: Il Prof. Pier Luigi Lopalco

Su 2.572 tamponi processati oggi in Puglia non si sono registrati casi di nuovi contagi da Coronavirus. È il primo giorno in cui un bollettino quotidiano non segna  nuovi positivi. Secondo i dati della Regione crescono però i decessi, con i 3 nuovi trasmessi oggi e il cui conto totale sale a 529. Il responsabile del coordinamento regionale per le emergenze epidemiologiche, Pier Luigi Lopalco, spiega: "Da quattro giorni non ci sono casi positivi per data di prelievo tampone. Ovvero, da quattro giorni non ci sono tamponi positivi e quelli registrati erano solo quelli trasmessi e riportati nel database. Il risultato deve comunque essere ancora monitorato prima di sciogliere la prognosi sull'andamento dell'epidemia e quindi tutti i comportamenti personali devono ancora essere improntati alla prudenza come previsto dalle norme". "Stiamo lavorando per una Puglia sicura, anche se il rispetto dei protocolli sarà fondamentale, come è fondamentale l'attività di monitoraggio che il servizio sanitario regionale proseguirà", ha commentato il presidente della Regione, Michele Emiliano.

10 giugno 15:09 Pm Bergamo sentiranno Conte e ministri su mancata zona rossa Nembro e Alzano

I pm di Bergamo sentiranno, come persone informate sui fatti, il premier Giuseppe Conte e i ministri della Salute Roberto Speranza e dell'Interno Luciana Lamorgese. L'audizione, che potrebbe essere anche fatta a Roma, verterà sulla mancata istituzione della zona rossa nei comuni di Nembro e Alzano Lombardo.

10 giugno 14:19 “Con nuove ondate di contagi il Pil italiano cadrà del 14%”

Le stime dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (Ocse) sulla crisi economica innescata dall’emergenza sanitaria sono tra le più pessimistiche pubblicate finora. In Italia, se non si dovessero registrare nuove ondate di contagi il Pil potrebbe cadere dell’11,3 percento, ma se si dovessero scoppiare nuovi focolai il crollo arriverebbe al -14 percento. “Al di là dei rischi di breve termine legati alla crisi pandemica, il principale rischio riguarda la forza e la durata della ripresa”, scrive l’Ocse.

10 giugno 13:13 In Africa superati i 200mila casi di Coronavirus

In Africa i casi di Coronavirus hanno superato i 200mila. Lo ha riferito l'Organizzazione mondiale della sanità (Oms), secondo cui il totale dei contagi nei 54 Paesi del continente è arrivato a 201.157, con 5.486 morti. A guidare la classifica, c'è il Sudafrica con quasi 53mila contagi e 1.162 decessi, seguito da Egitto (35.444 casi e 1.271 morti), Nigeria (13.464 casi e 365 morti), poi Algeria e Ghana con poco più di 10 mila casi, Cameron e Marocco poco sopra gli 8 mila.

10 giugno 13:00 Mattarella aprirà l’anno scolastico a Vo’ Euganeo, tra i primi focolai Covid in Italia

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella sarà presente a Vo' Euganeo, il comune in provincia di Padova che fu focolaio del Coronavirus in Veneto, per l'inaugurazione del prossimo anno scolastico. Lo confermano fonti del Quirinale. Proprio a Vo' alla fine dello scorso messe di febbraio, si contò la prima vittima italiana da Covid, Adriano Trevisan. Ma questo è stato anche il primo comune nel quale, su decisione del governatore Luca Zaia, vennero fatti i tamponi a tutta la popolazione.

10 giugno 12:52 L’Austria riapre i confini con l’Italia, ma restano sconsigliati i viaggi in Lombardia

L'Austria aprirà il 16 giugno il confine con l'Italia. Dopo le voci che si erano rincorse nei giorni scorsi, è arrivata l'ufficialità. Resterà invece in vigore un invito alla cautela per la Lombardia. Lo ha annunciato il ministro degli Esteri Alexander Schallenberg. Vienna, dunque, consentirà da martedì prossimo viaggi in 31 paesi europei complessivamente, ad eccezione di Svezia, Gran Bretagna, Portogallo e Spagna. "Oggi abbiamo aperto una grande finestra verso la libera circolazione", ha detto Schallenberg che ha rivolto un appello di "non dimenticare il buonsenso facendo la valige. Il ministro della Salute, Rudolf Anschober, ha invece fatto i complimenti all'Italia per gli ultimi dati epidemiologici. "Diverse regioni italiane – ha detto – hanno superato alcuni laender austriaci, grazie al duro lavoro svolto finora. Anche in Lombardia l’andamento è positivo e il lavoro svolto grandioso, potremmo rivedere l’avviso tra 2 e 4 settimane".

10 giugno 12:27 Il farmacologo Remuzzi: “Le mascherine come cinture di sicurezza contro il virus”

"Le epidemie si esauriscono, lo farà anche Covid-19, anche se non in tempi brevi. Questa è stata una pandemia che ha unito la gravità della Sars alla contagiosità dell'influenza. Continuerà a stare con noi per uno/due anni. Finché, a furia di circolare, si fermerà". È quanto ha spiegato Giuseppe Remuzzi, direttore dell'Istituto farmacologico Mario Negri di Bergamo, in una intervista a Panorama. "Direi che ci sono due ipotesi – ha aggiunto l'esperto – la prima è che è diminuita la sua carica virale, per effetto anche del lockdown: se stiamo a distanza, ci laviamo le mani e indossiamo la mascherina è evidente che ci arrivano meno particelle virali".

10 giugno 11:03 Fondazione Gimbe su asintomatici: “Trasmettono il virus, vanno fatti più tamponi”

Non solo gli asintomatici trasmettono il virus per un periodo prolungato, anche oltre i 14 giorni, ma sono anche tra il 40% e il 45% del totale delle persone contagiate. Lo afferma la fondazione Gimbe, intervenendo nelle polemiche scoppiate dopo le dichiarazioni dell’Oms rispetto agli asintomatici e la trasmissibilità del virus."Le evidenze ad oggi disponibili dimostrano che la prevalenza dei soggetti asintomatici è un fattore rilevante nella diffusione del contagio da Sars-Cov-2. Di conseguenza in questa fase della pandemia le misure di sanità pubblica devono essere orientate sia a identificare, tracciare e isolare i soggetti asintomatici, sia a fare rispettare il distanziamento sociale e utilizzare la mascherina quando non è possibile mantenere la distanza di sicurezza", ha dichiarato il presidente Nino Cartabellotta.

10 giugno 10:03 Ricciardi (Oms): “In autunno avremo le prime dosi del vaccino anti-Covid”

Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute, Roberto Speranza, e rappresentante dell'Oms, è intervenuto sulla questione vaccino anti-Covid: "L'Europa è molto più avanti degli Stati Uniti, ci stiamo organizzando affinché una parte sostanziale venga prodotto in Italia". Quindi, ha aggiunto parlando durante la trasmissione Agora su Rai 3, "ci stiamo organizzando per essere tra i paesi leader. In particolare quello che vede unita l'Università di Oxford in collaborazione con un'azienda di Pomezia è in una fase di sviluppo più avanzata rispetto all'altro". Rispetto ai tempi, ha concluso "se vanno le cose bene in autunno-inverno potremmo avere le prime dosi e naturalmente anche quelle per gli italiani".

Su una ripresa della pandemia a ottobre, Ricciardi ha aggiunto che "nessuno può esser certo al 100%" ma l'ipotesi che il virus sparisca la riteniamo improbabile". In qualsiasi caso "dobbiamo attrezzarci con case antisismiche poi se il terremoto non arriva, meglio così. La prima ipotesi è che il Sars-Cov-2 sparisca come è stato per la Sars e la Mers, ma viste la caratteristiche di contagiosità lo riteniamo improbabile. La seconda è che ritorni insieme all'influenza. Ma in entrambi i casi ci dobbiamo aspettare che ritorni e ci dobbiamo preparare per affrontare un possibile terremoto".

10 giugno 09:56 Dal 15 giugno ok alla riapertura di discoteche, cinema e teatri: le regole da seguire

Da lunedì 15 giugno ripartono discoteche, teatri, sale da concerto e cinema. Ma via libera anche a convegni, fiere e centri estivi per bambini. A tal proposito, la conferenza delle Regioni ha approvato le nuove linee guida per questi settori che sono rimasti fuori dal Dpcm di inizio giugno. Un nuovo decreto di Palazzo Chigi è atteso per la giornata di giovedì, poi spetterà ai singoli governatori attuare le disposizioni. Ecco tutte le novità.

10 giugno 09:49 Il virologo Palù: “Gli asintomatici sono contagiosi al pari dei pazienti in cui la malattia si manifesta”

Il virologo Giorgio Palù, docente emerito di Microbiologia dell’università di Padova, è intervenuto sulla questione sollevata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità sul ruolo degli asintomatici nella trasmissione del Coronavirus: “Per quanto ne sappiamo il virus è contenuto nelle secrezioni mucose degli asintomatici in quantità simili ai pazienti in cui la malattia si manifesta. Inizialmente il contagio veniva attribuito solo ai sintomatici, poi studi internazionali hanno dimostrato che anche gli asintomatici possono contagiare le persone con cui entrano in contatto, da qui la necessità di eseguire tamponi alla popolazione sintomatica e non".

10 giugno 09:29 In Spagna la scuola riparte con classi di 15 alunni e nuove assunzioni di docenti

In Spagna il governo spagnolo ha stanziato 2 milioni di euro per le Regioni, per permettere il ritorno sui banchi di scuola nel pieno rispetto delle norme anti contagio: negli istituti scolastici dovranno essere ampliati gli spazi e serviranno più insegnanti, per garantire un tetto massimo di 15 studenti per classe. "Le comunità locali dovranno anche stanziare soldi per l'acquisto di dispositivi digitali, la modernizzazione delle piattaforme online per la didattica a distanza", ha detto Francisco García, segretario generale dell'Istruzione del sindacato.

10 giugno 09:14 In Germania 18 decessi e 318 nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore

La Germania registra 18 decessi e 318 nuovi casi di Coronavirus nelle ultime 24 ore, secondo il bilancio del nuovo bollettino dell'Istituto Robert Koch. Il totale sale così a 184.861 contagi e 8.729 morti dall'inizio dell'emergenza sanitaria, mentre i dati della Johns Hopkins University parlano di 186.506 casi e 8.736 decessi. Gli ultimi dati in arrivo dalla Germania mostrano un miglioramento rispetto a quelli di ieri, quando sono stati segnalati 37 decessi e 350 contagi. In totale, secondo l'Istituto Robert Koch, sono circa 170.700 le persone guarite dopo aver contratto l'infezione. La Baviera, la regione più colpita, registra 47.479 casi e 2.531 morti, mentre i dati di Berlino parlano di 7.082 contagi e 206 morti.

10 giugno 09:11 Cambio al vertice della sanità lombarda: arriva Marco Trivelli

In Lombardia un cambio al vertice della sanità. Luigi Cajazzo, l'ex poliziotto della Mobile di Lecco che siede sulla poltrona di direttore generale da maggio 2018 viene destinato ad altro incarico. Lo riporta oggi il Corriere della Sera. Cajazzo diventerà vice segretario generale della Regione con delega all'integrazione sociosanitaria. Alla guida del comparto, arriverà Marco Trivelli, 56 anni, manager storico della sanità Lombarda. Il passaggio di consegne sarà il 18 giugno.

10 giugno 08:59 Crisanti: “La Cina ha mentito sugli inizi della pandemia. Ruolo degli asintomatici cruciale”

"Gli asintomatici sono pericolosi e svolgono un ruolo cruciale". Lo ha detto il virologo dell'Università di Padova Andrea Crisanti intervenendo in diretta su Radio24 questa mattina. L'esperto ha anche affermato che la Cina "ha mentito sull'inizio della pandemia" e che l'Oms "è un baraccone che va smontato e rifatto da capo". Infine, ha suggerito alla Svezia di rivedere la proprio strategia di gestione dell'emergenza dopo che ha registrato "la mortalità più elevata dell'Ue".

10 giugno 08:50 Morto Pierre Nkurunziza, presidente del Burundi, per sospetto Coronavirus

È morto a 55 anni il presidente del Burundi, Pierre Nkurunziza. Lo ha reso noto il governo del paese, spiegando che Nkurunziza è morto a causa di un infarto. Tuttavia, secondo alcune fonti mediche, pare che l'uomo fosse risultato positivo al nuovo Coronavirus. Se la notizia sarà confermata, Nkurunziza, alla guida del paese per tre mandati consecutivi, dal 2005 al 2020, potrebbe essere il primo capo di Stato a morire per Covid-19 in tutto il mondo.

10 giugno 08:31 Piano Colao, per Carlo Cottarelli “il vero difetto è l’ennesimo condono fiscale”

"Non so se quello che si racconta sulla reazione negativa di Conte al piano Colao sia vero. Ma è verosimile, visto che, se non ci fossero stati contrasti, ci sarebbe stata almeno una conferenza stampa congiunta tra i due": così ha commentato sulla Stampa Carlo Cottarelli, già commissario straordinario alla Spending review tra il 2013 e il 2014, quelli che lui definisce "i tre punti che vedo in qualche modo problematici" dell'ex manager Vodafone chiamato dal premier Conte a mettere a punto il piano per la ripresa dopo il Covid-19. Per Cottarelli il primo punto riguarda "la mancata indicazione del costo delle proposte avanzate per le finanze pubbliche", il secondo concerne il fatto che "l'efficacia di tante altre riforme proposte da Colao possono funzionare bene solo se riusciremo a far funzionare bene anche la giustizia, e non solo quella civile, ma anche quella penale e amministrativa", infine il terzo, che per Cottarelli riguarda "una proposta che mi lascia perplesso". Ovvero, sostiene l'ex commissario alla spesa, che a "a pagina 17 del Rapporto e nella scheda 7 del Rapporto Colao ci sta l'ennesimo condono fiscale". Per Cottarelli, dunque, "non lo si chiama ‘condono', preferendo il più elegante ‘Voluntary Disclosure', ma quello è: il solito premio dato a chi ha evaso le tasse e il solito incentivo a non pagarle in futuro". E per Cottarelli si tratta di un "vero peccato" che un rapporto che contiene "tante ottime proposte di ammodernamento" ne contenga anche una "cosi' legata alle peggiori tradizioni della nostra economia".

10 giugno 08:16 In America Latina 1.403.000 contagi e 69.000 morti: 50mila nuovi casi nelle ultime 24 ore

L'America Latina si conferma il nuovo epicentro della pandemia da Coronavirus. Qui i contagi hanno raggiunto quota 1.403.259 (+49.349 nelle ultime 24 ore) ed i morti sono 69.190 (+2.238). È ancora il Brasile il primo Paese per numero di infetti e decessi, che sono saliti rispettivamente a quota 739.503 (+32.091) e 38.406 (+1.272). Seguono Perù (203.736 e 5.738) e Cile (142.759 e 2.283). Fra i Paesi con più di 5.000 casi vi sono poi Messico (120.102 e 14.053), Ecuador (43.378 e 3.642), Colombia (40.719 e 1.308), Repubblica Dominicana (20.126 e 539), Argentina (23.620 e 693), Panama (16.425 e 393), Bolivia (13.643 e 465), Guatemala (7.055 e 252) e Honduras (6.327 e 258).

10 giugno 08:01 In Pakistan la pandemia accelera rapidamente, l’Oms: “Subito 14 giorni di lockdown”

In Pakistan l'epidemia di Coronavirus accelera rapidamente e l'Organizzazione mondiale della Sanità raccomanda che Islamabad imponga almeno due settimane di lockdown, seguite da due settimane di parziale apertura, e porti avanti una campagna quotidiana di tamponi. Nelle ultime 24 ore si sono infatti registrati 5.385 casi confermati, che portano il totale in tutto il Paese a 113.702 e segnando il record assoluto dall'inizio dell'epidemia, in febbraio. In 24 ore 83 persone sono morte, portando il totale dei decessi ufficiali a 2.255. Cifre, queste che segnano una notevole accelerazione: solo da inizio giugno, infatti, si sono registrati 41.243 nuovi casi ufficiali, il 36,3% del totale da febbraio, e 712 morti, il 31,6% del totale. Il Pakistan, 216 milioni di abitanti, è fra i dieci Paesi più infettati dal Covid-19, secondo le classifiche dell'Oms.

10 giugno 07:50 Il virologo Fauci: “Inevitabili le future infezioni, identificare i casi per evitare seconda ondata”

Il virologo Anthony Fauci, direttore del National Institute of Allergy and Infectious Diseases, principale consigliere del presidente Trump, avverte l'Europa su un ritorno del Coronavirus. "Le future infezioni sono inevitabili – ha detto in una intervista a La Stampa -. Bisogna avere personale, test e risorse per identificare i casi, isolarli e tracciare i contatti. Se lo faremo, quando avverranno le infezioni potremo evitare che diventino una seconda ondata".

Sullo studio di Harvard secondo cui il virus era presente in Cina da agosto, Fauci non si pronuncia: "Non ho visto indicazioni di questo genere e quindi non commento. Però so che a dicembre e gennaio i cinesi non sono stati molto trasparenti, nel darci le informazioni complete su come si trasmetteva da persona a persona. Diversi virologi evoluzionisti hanno analizzato il Covid e sono convinti che non è stato creato deliberatamente. Quanto è successo è perfettamente compatibile con ciò che accade in natura". Quanto alla riapertura in Italia, per il virologo di origini italiane "è giusto, ma vi incoraggio ad usare prudenza. Quando riapri devi essere pronto a rispondere ad ogni incremento, perciò servono i test", ha sottolineato Fauci.

10 giugno 07:39 Mumbai supera Wuhan per casi di Conoravirus: 10mila nuovi contagi nelle ultime 24 ore

Mumbai, popolosa città indiana dello stato di Maharashtra, ha superato Wuhan per numero di casi di Coronavirus. Secondo la stampa locale, i contagi avrebbero superato quota 50mila con un incremento di quasi 10mila unità, precisamente 9.985 solo nelle ultime 24 ore, superando la Capitale dell'Hubei al suo picco. L'India, che è il quinto paese al mondo per casi di Covid-19, ha appena confermato che bilancio totale è salito a quota 276.146, mentre i morti sono 7.750 ma quest'ultimo sarebbe un dato di molto sottostimato.

10 giugno 07:32 Negli Usa 819 morti nelle ultime 24 ore: entro il 4 luglio i decessi potrebbe superare i 130mila

Negli Stati Uniti il Coronavirus ha causato la morte di altre 819 persone nelle ultime 24 ore dell'Università Johns Hopkins. Il bilancio complessivo sale quindi a 111.750 decessi e circa due milioni di casi di contagio. Gli Stati Uniti sono, in valore assoluto, il Paese più colpito dalla pandemia. La metà dei casi sono stati registrati tra il New Jersey, il Massachusetts e New York. Secondo un nuovo modello epidemiologico dei ricercatori dell'università del Massachusetts, entro il 4 luglio i decessi si avvicineranno a quota 130.000.

10 giugno 07:26 Il Brasile mette di nuovo online il sito ufficiale con i dati della pandemia

Il governo brasiliano ha ripristinato un sito internet che forniva tutti i dati sul numero dei casi e dei decessi da Coronavirus nel Paese: lo riporta la Bbc. La decisione segue di poche ore l'ordine della Corte suprema brasiliana (Stf) al ministero della Sanità di riprendere la diffusione quotidiana delle statistiche relative al virus. In particolare, la Stf ha stabilito che sul sito ufficiale del dicastero appaia anche il bilancio complessivo delle vittime. Lo scorso venerdì l'esecutivo guidato da Jair Bolsonaro aveva deciso di cambiare il criterio di conteggio dei casi di Covid-19 nel Paese, fornendo le cifre solo delle ultime 24 ore. La decisione della Corte è arrivata dopo aver analizzato un'azione presentata dai partiti di opposizione. Al momento nel Paese ci sono in totale 739.503 di casi e 38.406 morti.

10 giugno 07:21 Nel mondo superati i 7 milioni di casi, i decessi salgono a quota 413.733

In tutto il mondo i contagi da Coronavirus sono saliti a quota 7.323.803: il primo paese per numero di casi restano gli Stati Uniti, con oltre due milioni di infetti, il Brasile, con 742.084, e la Russia con 485.253. Il primo paese europeo è il Regno Unito (289.140). Per quanto riguarda i decessi, il bilancio è arrivato a quota 413.733, mentre sono 3.603.991 i guariti.

10 giugno 07:13 Merkel e Macron alla Ue: “Prepariamoci alla prossima pandemia”

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente francese Macron hanno inviato una lettera di cinque pagine, su iniziativa del governo danese, e firmata anche dai leader di Polonia, Spagna e Belgio, alla presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen. L'obiettivo è chiedere che l'Ue si prepari alla prossima ondata della pandemia. Nel testo si legge: "Speriamo che il paper serva da ispirazione per ulteriori e fruttuosi confronti a livello europeo su come assicurare una preparazione da parte dell'Ue alle future pandemie". Nella missiva si afferma che la caotica risposta alla pandemia da coronavirus, nella quale sono morte nel Vecchio Continente 184.256 persone, ha "sollevato domande" sulla preparazione dell'Ue e si sottolinea la necessità di un approccio comune europeo, soprattutto in vista di una possibile seconda ondata.

10 giugno 07:00 Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia e nel mondo di mercoledì 10 giugno

283 nuovi contagi, 79 morti e 2062 guariti registrati dal bollettino della Protezione Civile sui contagi da Coronavirus in Italia. I casi totali salgono a 235.651; in Lombardia meno di 100 pazienti ricoverati in terapia intensiva. Zero pazienti nelle terapie intensive del Veneto. Ecco il dettaglio dei casi nelle regioni italiane:

Lombardia: 90.581

Piemonte: 30.890

Emilia Romagna: 27.946

Veneto: 19.191

Toscana: 10.145

Liguria: 9.834

Lazio: 7.851

Marche: 6.747

Campania: 4.833

Puglia: 4.512

Trento: 4.439

Sicilia: 3.454

Friuli VG: 3.284

Abruzzo: 3.266

Bolzano: 2.604

Umbria: 1.435

Sardegna: 1.361

Valle D'Aosta: 1.191

Calabria: 1.159

Molise: 438

Basilicata: 400

Il capo della task force Vittorio Colao ha presentato il piano per la ripresa del Paese dopo la pandemia di Coronavirus in Italia: dal lavoro all'ambiente, passando per il turismo e le infrastrutture, il documento della task force guidata da Colao consta di 102 punti programmatici. Dopo l'inchiesta di Report, il presidente della regione Lombardia Fontana ha chiarito la sua posizione, ma ha anche affermato che "di errori ne abbiamo commessi fin che ne vuole". Dopo la confusione dei giorni precedenti, la Grecia conferma che riaprirà le sue frontiere all'Italia a partire dal 15 giugno, quindi dal prossimo lunedì. Il quotidiano viennese Der Standard annuncia che l'Austria riaprirà i confini con l'Italia dal 16 giugno.

Hanno superato i 7 milioni i contagi da Coronavirus nel mondo; è allarme in America Latina, dove si sono verificati oltre 1,3 milioni di casi, più di 700mila solo in Brasile. In Germania l'indice di contagio R0 torna al di sopra di 1; uno studio dell'università di Harvard ipotizza che gli ospedali di Wuhan fossero pieni già a ottobre 2019, e che quindi la pandemia sia iniziata mesi prima che la Cina rendesse nota la situazione del Paese. Superati i 6000 morti in Russia, ma da ieri a Mosca sono state allentate le misure di lockdown. Secondo i dati dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, è "molto raro" che un asintomatico possa risultare contagioso.