583 CONDIVISIONI
Covid 19
5 Novembre 2020
07:18
AGGIORNATO05 Novembre

Le notizie del 5 novembre sul Coronavirus: 34.505 contagi Covid e 445 morti, quasi 9mila in Lombardia

583 CONDIVISIONI

Le ultime notizie sul Coronavirus in Italia, i dati e le news dal mondo di oggi giovedì 5 novembre. Nell'ultimo bollettino sono stati registrati ulteriori 34.505 contagi e 445 morti covid. Oggi in Lombardia 8.822 nuovi casi, 3.264 in Veneto e record di contagi giornalieri nelle Marche. Col nuovo Dpcm, in vigore da domani e fino al 5 dicembre, il governo ha diviso le regioni in tre zone di rischio. In zona rossa ci sono Lombardia, Piemonte, Calabria e Val d'Aosta, dove per spostarsi servirà l'autocertificazione. In zona arancione ci sono Puglia e Sicilia, le restanti regioni sono nella zona gialla. insufficienti”. Arcuri: "Le misure messe in campo nelle settimane scorse iniziano a produrre i primi, ancora largamente insufficienti, effetti sui contagi". Anche nel Mondo i casi di coronavirus crescono superando quota 48 milioni con quasi 1,25 milioni di morti; in USA aumento record dei contagi record in 23 Stati, scatta oggi lockdown in Gran Bretagna.

Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su
Covid 19
05 Novembre
13:32

Troppi ricoveri, all'ospedale Rivoli barelle da campo poggiate a terra

Barelle da campo poggiate a terra per sistemare alla meno peggio i pazienti che accorrono in pronto soccorso. Accade all'ospedale di Rivoli, nel Torinese, dove nella notte sono finiti letti e barelle classiche a causa dell'eccezionale numero di pazienti accorsi. Le barelle sono state utilizzate nell'area grigia del Pronto Soccorso, dove vengono accolti i pazienti sospetti di aver contratto il Covid. "Una situazione eccezionale", spiegano dall'Asl To3, secondo cui la misura ha riguardato un numero limitato di pazienti. "Le strutture sono in fortissima sofferenza e i pazienti continuano ad arrivare ma tutti ricevono assistenza e hanno un letto" hanno spiegato dall'Asl.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
13:23

Coronavirus Basilicata, 168 nuovi contagi e 2 decessi nell’ultima giornata

Sono 168 i nuovi contagi da coronavirus registrati in Basilicata nelle ultime 24 ore su 1615 tamponi analizzati. Lo comunica la Giunta regionale aggiornando i dati della situazione dell’emergenza covid in regione. Sono 2 le persone decedute per covid nell’ultima giornata. Sale a 105 il numero di ricoverati negli ospedali, di cui sedici nei reparti di terapia intensiva di Potenza e Matera

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
13:14

Asintomatica contagiosa per almeno 70 giorni e positiva per 3 mesi e mezzo, caso record in Usa

Una donna americana di 71 anni ricoverata in ospedale per una grave anemia, legata a una forma di leucemia, è risultata positiva al coronavirus per 105 giorni e ha diffuso particelle virali infettive per almeno 70 giorni da asintomatica. Il caso “estremo”, descritto dagli scienziati del NIAID, è legato all’incapacità del sistema immunitario della paziente di rispondere all’invasione del SARS-CoV-2.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
13:05

Covid, nelle Marche 698 nuovi positivi: record assoluto da inizio pandemia

Nelle Marche individuati ulteriori 698 casi di coronavirus su 3349 tamponi analizzati nelle ultime 24 ore, il numero giornaliero più alto da inizio pandemia. È cresciuto anche il rapporto tra positivi e test effettuati, che è al 31.05%. Il totale dei casi positivi individuati in tutta la regione dall'inizio della crisi pandemica è salito così a 16.959. Tra i nuovi positivi 101 riguardano la provincia di Macerata, 212 la provincia di Ancona, 79 quella di Pesaro-Urbino, 131 il Fermano, 157 il Piceno e 18 da fuori regione.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
12:56

Coronavirus Veneto: 3.264 nuovi positivi e 38 decessi in 24 ore

Sono 3.264 i nuovi positivi al coronavirus in Veneto rispetto a ieri su 16485 tamponi analizzati che portano a 68.795 in totale dall'inizio dell'emergenza. Il dato emerge dal bollettino quotidiano della regione Veneto. La percentuale dei positivi sale quindi al 19.80%. Sono invece 38 i decessi covid in 24 ore, per un totale di 2.516 dallo scorso febbraio ad oggi. Nelle ultime 24 ore sale anche il numero dei ricoverati (+81, 1274 in totale). Le terapia intensive occupate arrivate a quota 170 (+15 rispetto a ieri). Trentotto i decessi in 24 ore, per un totale di 2516 dallo scorso febbraio ad oggi.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
12:44

Calabria zona rossa impugnerà l’ordinanza del Ministro

La Calabria impugnerà l’ordinanza del ministro Speranza che la include tra le regioni in zona rossa dopo nuovo Dpcm. Lo ha annunciato il presidente facente funzioni della Regione Calabria, Nino Spirlì. "Impugneremo la nuova ordinanza del ministro della Salute che istituisce la zona rossa in Calabria. Questa regione non merita un isolamento che rischia di esserle fatale" ha dichiarato Spirlì, aggiungendo: "Le costanti interlocuzioni che ho avuto in questi giorni con i membri del Governo non hanno prodotto alcuna modifica rispetto alla volontà, evidentemente preconcetta, di chiudere una regione i cui dati epidemiologici, di fatto, non giustificano alcun lockdown, soprattutto se confrontati con quelli delle nostre compagne di sventura: Lombardia, Piemonte e Val d’Aosta".

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
12:33

Quando saranno cambiate le zone gialle, arancioni e rosse previste dal nuovo Dpcm

Quando saranno cambiate le zone gialle, arancioni e rosse previste dal nuovo Dpcm? Da venerdì 6 novembre infatti scattano le zone gialle, arancioni e rosse per le regioni italiane ma non si tratterà di un livello di allerta statico. Il livello di criticità di ogni Regione verrà controllato settimanalmente dall’Istituto superiore di sanità e dal Ministero della Salute in base a diversi criteri e ogni regione potrà salire o scendere di un livello. Per uscire dalla zona rossa o arancione serviranno almeno due settimane con parametri di un livello di rischio più basso.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
12:25

Coronavirus Alto Adige, nuovo record di contagi: 762 positivi in 24 ore

Continua a salire il numero di contagi giornalieri in Alto Adige dove nelle ultime 24 ore sono stati registrati ulteriori 762 casi di coronavirus su 4.036 tamponi esaminati che rappresentano il nuovo record dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Quattro i nuovi decessi per un totale di 326. Resta alta la pressione sugli ospedali. I pazienti ricoverati sono 368, 267 si trovano nei normali reparti degli ospedali, 68 nelle strutture private convenzionate e 33 in terapia intensiva. Il governatore Kompatscher ha messo 23 comuni in zona rossa criticando la scelta del governo di mettere l'Alto Adige in zona gialla. Nell’ordinanza della Provincia misure più rigide di quelle previste dal decreto del premier con chiusure di bar e ristoranti e coprifuoco anticipato alle 20 e fino alle ore 5.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
12:17

Cuneo, sa di essere positivo ma continua a visitare pazienti: medico interrotto dai carabinieri

Positivo al coronavirus ma ha continuano a visitare i pazienti fino a quando non è stato interrotto dai carabinieri. Protagonista della storia un medico di famiglia della provincia di Cuneo che ora rischia una sanzione penale oltre a punizioni dagli organi disciplinari. Interpellato da La Stampa, il medico si è difeso sostenendo di non essere certo del suo stato di salute. “Dopo il tampone positivo, teoricamente avrei dovuto interrompere, ma poche ore più tardi ho fatto un test sierologico, negativo, e un altro tampone, anche quello negativo. Ero asintomatico e anche ora sto bene, non ero sicuro di cosa mi fosse successo, per cui ho continuato l’attività fino alle 19 di venerdì, quando sono arrivati i carabinieri e mi hanno detto di smettere. Quel giorno ho incontrato pochi pazienti e sempre nel rispetto dei dispositivi di sicurezza” ha spiegato.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
12:09

Lo smog aumenta la mortalità per covid, la conferma in uno studio

Lo smog aumenta la mortalità per COVID-19, la conferma arriva da uno studio di un team di ricerca dell’autorevole Scuola di Salute Pubblica “TH Chan” dell’Università di Harvard. Revisionando i dati di un precedente studio pubblicato in aprile, infatti, i ricercatori hnno determinato che nelle aree più inquinate si muore di più per COVID-19, l’infezione causata dal coronavirus SARS-CoV-2.  Nello specifico, il tasso di mortalità aumenta dell’11% con appena un microgrammo in più per metro cubo d’aria di polveri sottili PM 2.5.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
12:00

Grecia in lockdown per emergenza covid da sabato

Grecia di nuovo lockdown per l’emergenza covid. Lo ha annunciato il premier ellenico Kyriakos Mitsotakis. Il blocco scatterà dalla mattina di sabato 7 novembre. “La decisione avrà effetto dalle ore 6 di sabato e per tre settimane fino al 30 novembre” ha spiegato il primo ministro, aggiungendo: “Sembrerà come a marzo-aprile, ma non sarà lo stesso”. Il  riferimento è al fatto che gli asili e la scuola primaria resteranno aperti. "L'aumento esponenziale di casi di questo periodo mi obbliga ad agire subito altrimenti la pressione sul sistema sanitario sarà insostenibile. Non posso permetterlo” ha aggiunto Mitsotakis.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
11:51

Cartabellotta (Gimbe): “Dpcm arriva troppo tardi, solo il lockdown abbatte i contagi”

“La seconda ondata è peggio della prima: viene coinvolto il centrosud, ci aspetta l’inverno con l’influenza, gli operatori sanitari sono demotivati e le istituzioni litigano” è il triste scenario dell’emergenza covid in Italia disegnato da Nino Cartabellotta, medico e presidente della Fondazione Gimbe di Bologna. “Il Dpcm arriva troppo tardi ed è frutto di troppa disorganizzazione” ha spiegato Cartabellotta a La Stampa  ricordando che solo il lockdown totale abbatte i contagi. “La non strategia dei dpcm settimanali, che introducono misure che finiscono per essere troppo blande per la velocità della crescita della curva dei contagi, ci sta spingendo inevitabilmente verso il lockdown totale perché non riusciamo a percepire quelli che sono gli effetti delle misure introdotte a inseguire il virus” aveva spiegato lo stesso presidente della Fondazione Gimbe in Senato

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
11:43

Covid Milano, al Trivulzio trovati positivi 64 dipendenti e 7 pazienti

Nuovamente l’allarme Covid al Pio Albergo Trivulzio di Milano dove, stando ai dati del bollettino della struttura, sono stati trovati positivi al Coronavirus 64 dipendenti. Sono 7 invece i pazienti contagiati su un iniziale numero più alto: almeno 45, infatti, sono risultati essere falsi positivi. Un secondo tampone ha accertato la loro negatività.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
11:32

Covid Francia, nuove restrizioni a Parigi: vietato anche l'asporto dopo le 22

Nuove restrizioni in Francia per l'emergenza Covid. La sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, infatti ha annunciato che nella Capitale dalle 22 sarà vietato anche il cibo di asporto. "Abbiamo deciso delle nuove restrizioni ieri con il prefetto", ha detto al prima cittadina ai microfoni dell'emittente televisiva "BfmTv", spiegando che la restrizione riguarda soprattutto la vendita di alcolici nei piccoli negozi di alimentari. L'obiettivo è quello di evitare assembramenti serali davanti a certi esercizi commerciali per contenere i rischi di contagio da coronavirus. In giornata dovrebbe essere pubblicato il decreto con maggiori informazioni sul tipo di negozi interessati dalla misura.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
11:18

Cosa si può fare nelle Regioni in zona arancione e in zona rossa

Il nuovo dpcm suddivide l’Italia in tre zone, con differenti misure di contenimento del Coronavirus. Nelle aree arancioni e rosse le restrizioni sono maggiori. Ecco quali sono gli spostamenti consentiti, le attività che resteranno aperte e tutte le eccezioni alle regole sui divieti imposti dal decreto per alcune Regioni.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
11:06

Il Molise impone la quarantena per chi arriva da zone rosse e arancioni

Il Molise impone la quarantena per chi arriva da zone rosse e arancioni. Dalla mezzanotte infatti è entrata in vigore l'ordinanza emanata dal presidente della Regione Molise, Donato Toma, che obbliga tutti i cittadini che hanno soggiornato per più di 48 ore negli ultimi 10 giorni in una delle regioni dichiarate zona rossa (Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle d'Aosta) e zona arancione (Puglia e Sicilia), a comunicare il proprio rientro e ad osservare la quarantena per la durata di 10 giorni. La comunicazione deve essere effettuata entro 2 ore dal rientro al proprio medico di base o al Dipartimento di Prevenzione mediante la mail covid@asrem.com. Previsto il divieto di spostamenti e viaggi e di rimanere raggiungibili per ogni attività di sorveglianza. L'ordinanza prevede anche l'obbligo da parte dei gestori del servizio di trasporto di comunicare all'autorità sanitaria entro 24 ore, i nominativi dei viaggiatori, indicando l'intera tratta di percorrenza. Non vi è tuttavia l'obbligo di quarantena per chi ha eseguito un tampone con esito negativo nelle 72 ore precedenti all'ingresso. Per il Governatore la misura è necessaria per scongiurare l'esodo incontrollato di studenti e lavoratori di rientro in Molise.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
10:53

Oggi inizia il lockdown nel Regno Unito

Nel Regno Unito scatta oggi il nuovo lockdown generale voluto dal governo di Boris Johnson la luce dell’impennata di casi covid registrata in tutto il Paese nonostante le precedenti misure anti-contagio. Il blocco nazionale nel Regno Unito prevede la chiusura totale di ristoranti, bar e di tutte le attività non essenziali almeno fino al 2 dicembre

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
10:32

Sindaci contro dpcm e zone di rischio: "Troppo tardi, non fermeranno i contagi"

In foto: Antonio Decaro.
In foto: Antonio Decaro.

I Sindaci italiani contro il nuovo dpcm e le zone di rischio decise dal governo. "Non fermeranno i contagi. Probabilmente dovevamo partire prima, almeno un mese prima, se lo avessimo fatto probabilmente avremmo contenuto i contagi, che invece continuano ad aumentare" ha spiegato infatti il presidente Anci e sindaco di Bari, Antonio Decaro, aggiungendo: "Onestamente non credo che riusciremo, anche con questi provvedimenti, a limitarlo". "Dovremo comunque abituarci a convivere con delle restrizioni come fosse una fisarmonica, aumenta il livello dei dati, aumentano le restrizioni, diminuisce il valore assoluto del dato numerico, diminuiscono le restrizioni fino a quando non arriverà vaccino" ha sottolineato Decaro.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
10:12

Nuovo dpcm: tutte le misure per le zone gialle, arancioni e rosse

Con il dpcm del 3 novembre il governo ha suddiviso l’Italia in tre diverse zone, sulla base della situazione epidemiologica di ogni Regione. Ecco quali sono le restrizioni previste per le zone gialle, le zone arancioni e le zone rosse e a quali territori si applicheranno sulla base dell’ordinanza del ministero della Salute.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
09:51

In Russia 19.404 casi di contagio e 292 morti covid in 24 ore

In Russia nelle ultime 24 ore sono stati accertati 19.404 nuovi casi di contagio da coronavirus, di cui 5.255 nella sola Mosca, e 292 morti covid. Lo riferisce il centro operativo nazionale anticoronavirus. Stando ai dati ufficiali, in Russia dall'inizio dell'epidemia si registrano 1.712.858 contagi e 29.509 persone sono morte per il Covid-19. I guariti sono 1.279.169, di cui 12.238 nell'ultima giornata.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
09:34

Kompatscher: "Bolzano già zona rossa, i dati del dpcm sono vecchi"

"Per il Dpcm noi siamo zona gialla perché i loro dati solo del 25 ottobre ma Bolzano è già zona rossa per la nuova impennata di contagi " così il governatore altoatesino Arno Kompatscher ha criticato i nuovi provvedimenti del governo che hanno diviso le regioni in zone rosse, gialle e arancioni. Il Presidente della provincia autonoma di Bolzano si unisce così alle numerose critiche che sono arrivata de quasi tutti i governatori italiani. "Non serve a nulla rincorrere la pandemia, ma servono provvedimenti drastici e immediati per spezzare l'onda, per poi poter ripartire il prima possibile" ha aggiunto Kompatscher.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
09:22

Nuova ondata di contagi in India, 50mila casi in 24 ore

Anche l'India deve fare i conti con una nuova impennata di contagi da coronavirus. Il Paese infatti ha registrato oltre 50mila nuovi casi di contagio da coronavirus in 24 ore, in gran parte per la nuova ondata di infezioni nella capitale Nuova Delhi.  Il ministero della Salute ha anche segnalato altri 704 decessi nelle ultime 24 ore in tutto il Paese, che hanno fatto così salire il bilancio complessivo delle vittime dell'India a 124.315.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
09:15

Positivo al coronavirus l’autista di Sergio Mattarella

Positivo al coronavirus uno degli autisti del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Dal Quirinale fanno comunque sapere che l’interessato non ha avuto alcun contatto col Capo dello Stato da almeno venti giorni. Non si tratta del primo caso di contagio tra gli uomini vicini a Mattarella, era risultato positivo anche il portavoce del presidente, Giovanni Grasso.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
08:43

Dpcm e blocchi regionali, Ippolito (Cts): "Il virus resterà per tutto il 2021, non abbiamo altre armi"

Il virus resterà per tutto il 2021 e non abbiamo altre armi se non il contenimento del contagio", lo ribadisce il direttore scientifico dello Spallanzani e membro del Comitato tecnico scientifico del governo Giuseppe Ippolito. "I primi vaccini e cure più efficaci di quelle attuali, soprattutto gli anticorpi monoclonali, potrebbero essere disponibili tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo. Poi bisognerà distribuirli e renderli accessibili a tutta la popolazione mondiale. Un compito organizzativo e logistico che non può essere realizzato in poche settimane" ha spiegato Ippolito al Corriere della sera, per questo servono le muove misure con "L’obiettivo di ridurre la circolazione del virus con le sue conseguenze sulla salute delle persone e fare in modo che il sistema sanitario riesca a reggere la pressione dei ricoveri e rispondere al fabbisogno di letti in terapia intensiva"

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
08:28

Piemonte zona rossa, rabbia del Governatore Cirio: "Scelta su dati vecchi di almeno 10 giorni"

"Questa notte non ho dormito. Ho passato le ore a rileggere i dati, regione per regione, a cercare di capire come e perché il Governo abbia deciso di usare misure così diverse per situazioni in fondo molto simili", cosi il governatore del Piemonte Alberto Cirio attacca il governo sulla scelta di inserire il Piemonte in zona rossa con nuovo dpcm che entrerà in vigore domani. "Voglio che mi si spieghi la logica di queste scelte pretendo dal Governo chiarezza", rimarca Cirio che chiede perché scelte così importanti siano state prese "sulla base di dati vecchi di almeno 10 giorni" e "Perché il netto miglioramento dell’Rt del Piemonte (sceso nell’ultima settimana grazie alle scelte di prudenza che la Regione aveva già saputo adottare) non sia stato preso in nessuna considerazione". "Il rispetto delle istituzioni fa parte della mia cultura. Ed io rispetto lo Stato. Ma anche il Piemonte merita rispetto. Lo meritano i Piemontesi e le tante aziende che forse non riapriranno. Ed io per loro pretendo dal Governo chiarezza" ha concluso Cirio.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
08:11

Record di contagi in Germania, quasi 20mila casi in un giorno

Continua a crescere la curva dei contagi anche in Germania dove nelle scorse ore si è giunti a un nuovo record sfiorando quota ventimila contagi giornalieri. Secondo i dati diffusi dal Robert Koch Institute, in Germania nelle ultime 24 ore sono stati registrati 19.990 casi. Il record precedente giornaliero era di sabato quando erano stati annunciati 19.059 casi. Le autorità sottolineano tuttavia come il numero di test processati continua a crescere e questo influisce sui numeri dei contagi. Con gli ultimi aggiornamenti sale a 597.583 il numero dei casi registrati in Germania, con 10.930 vittime.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
07:55

Covid, in Usa oltre 100mila casi in un giorno: è record assoluto

Negli Usa registrati oltre 100mila casi di coronavirus in un solo giorno: il dato rappresenta il record assoluto perché è la prima volta dall'inizio della pandemia. I numeri emergono dai calcoli del Washington Post in base ai dati comunicati dai singoli stati.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
07:49

Nuovo dpcm, scuole elementari e medie aperte anche in zona rossa, Azzolina: "Rivoglio tutti in classe"

"La situazione in tutta Europa è seria, le decisioni che abbiamo preso sono state difficili. Persino lasciare le primarie e le secondarie di primo grado aperte nelle zone rosse non è stato semplice. C'era una cosa che ci stava a cuore: tutelare gli studenti più deboli, e ora rivoglio tutti in classe. Ma su quale sarà la data non faccio pronostici" così la Ministra dell'istruzione Lucia Azzolina ha commentato le nuove misure sulla scuola introdotte col nuovo dpcm. "Ho scritto agli uffici scolastici regionali chiedendo di continuare il lavoro di quest'estate con gli assessori per trovare soluzioni per i mezzi di trasporto, potrò sentirmi sollevata soltanto quando tutti i miei studenti potranno tornare in classe" ha conclso Azzolina in un'intervista al Corriere della Sera.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
07:38

Nel Mondo superati i 48 milioni di contagi da coronavirus

Nel Mondo superati i 48 milioni di contagi da coronavirus. Secondo i dati della Johns Hopkins University sono infatti 48.034.287 i casi totali registrati in tutto il piante. Primo Paese per numero di contagi son sempre gli gli Usa con 9.480.242, seguono India a 8.313.876 e Brasile a 5.590.025. Sono quasi 1,25 milioni invece i decessi legati alla pandemia del nuovo coronavirus.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
07:33

In Gran Bretagna scattano quattro settimane di lockdown: stop ai tre livelli di allerta

In Gran Bretagna stop a i tre livelli di allerta covid in vigore fino a ieri e via a nuovo lockdown di quattro settimane. Il provvedimento ha l'obiettivo di arginare l'epidemia di coronavirus che ieri ha fatto registrare quasi 500 morti in un solo giorno in tutto il Paese, il dato più alto dal 19 maggio,. Il lockdown "scadrà automaticamente" il 2 dicembre, ha detto il premier Boris Johnson. Ieri le misure, che hanno l'obiettivo di arginare l'epidemia di coronavirus, sono state approvate dalla Camera dei Comuni e sarà sempre il parlamento a decidere le misure successive prima del 2 dicembre.

A cura di Antonio Palma
05 Novembre
07:25

Le ultime notizie sul Coronavirus Covid-19 di oggi giovedì 5 novembre

Continua a crescere la curva dei contagi e dei decessi in Italia dove ieri sono stati registrati ulteriori 30.550 contagi e 352 morti covid. Secondo i dati aggiornati dell'ultimo bollettino diffuso dal Ministero della Salute, il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sanitaria è di 790.379 casi. I guariti sono 307.378 (+5.103), i morti sono 39764. Sono 22.116  i pazienti ricoverati in ospedale con sintomi, 2.292 (+67) quelli in terapia intensiva. Complessivamente i tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore sono stati 211.831. La Regione con più casi positivi su base giornaliera è la Lombardia con, seguita da Piemonte e Campania.

Il Premier Giuseppe Conte ha annunciato i Conferenza stampa le misure del nuovo dpcm di novembre che entrerà  in vigore venerdì e sarà valido fino al 5 dicembre. Col nuovo provvedimento il governo ha diviso le regioni in tre zone di rischio: gialla, arancione e rossa. Come annunciato da Conte, in zona rossa ci sono Calabria, Lombardia, Piemonte e Valle D’Aosta dove per spostassi servirà la nuova autocertificazione. Le Regioni area arancione sono Puglia e Sicilia mentre le rimanente sono ovviamente in area gialla. nessuna quindi è in area verde. Una suddivisine che però già ha cerato molte polemiche con alcuni governatori che chiedono rettifiche.

Anche nel Mondo i casi di coronavirus crescono superando quota 48 milioni con quasi 1,25 milioni di decessi legati alla pandemia. Secondo i dati dell'università americana Johns Hopkins, il Paese più colpito in termini assoluti restano gli Stati Uniti con quasi 9,5 milioni di casi e oltre 233 mila morti. Seguono l'India e il Brasile. A preoccupare però sono i nuovi contagi della seconda ondata che sta colpendo in particolare l'Europa. In Francia ieri oltre 40mila casi e 394 decessi, in Gran Bretagna, dove oggi scatta nuovo lockdown, oltre 25mila casi e quasi 500 morti in un giorno.

A cura di Antonio Palma
583 CONDIVISIONI
31826 contenuti su questa storia
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni