Era domenica ma lei si era dovuta svegliare all'alba per uscire di casa di primo mattino con la sua auto e andare al lavoro come tutti i giorni. Alla casa di riposo dove faceva l'assistente socio sanitaria però non ci è mai arrivata perché lungo la strada un tragico destino ha voluto che trovasse la morte in un drammatico incidente stradale che non le ha lasciato scampo. Così è morta nelle prime ore di domenica mattina Serena Durastante, un giovane mamma di Cesaproba, frazione del comune di Montereale, in Provincia dell'Aquila, che lascia marito e due figli di appena 2 e 7 anni. Il dramma si è consumato intorno alle 6 sulla statale 260 Picente fra i comuni di Pizzoli e Cagnano Amiterno lungo un tratto rettilineo che conduce a Pizzoli, all'altezza del bivio per Teora. Le vettura della 32enne si è scontrata frontalmente con un altro mezzo proveniente dalla direzione opposta con un impatto devastante che non ha lasciato scampo alla mamma abruzzese.

A lanciare l'allarme un altro automobilista di passaggio, un vigile del fuoco che rientrava a casa dopo il turno di notte. Nonostante il tempestivo soccorso del 118 e dei vigili del fuoco, però, per la donna non c’è stato nulla da fare. Dolore e incredulità quando la notizia della morte della giovane donna si è diffusa in paese dove la 32enne era molto conosciuta: in segno di lutto è stata rinviata la partita di prima categoria tra L’Aquila e il Cesaproba. "Proteggi i tuoi cuccioli da lassù" hanno scritto invece in tanti sui social

Estratto dalle lamiere e condotto subito in ospedale, invece, il conducente dell'altra vettura coinvolta nell'incidente, un giovane che stava rincasando dopo una serata con gli amici. Si tratta di un 22enne della zona ora in stato di arresto per omicidio stradale e per questo piantonato dai carabinieri nell’ospedale San Salvatore dell’Aquila dove è ricoverato in gravi condizioni a causa dei diversi traumi riportati nell'impatto. Il giovane, che non sarebbe in pericolo di vita, infatti è risultato positivo agli esami tossicologici con un tasso alcolemico di molto superiore al consentito. Sull'esatta dinamica dell'incidente comunque sono ancora in corso gli accertamenti dei carabinieri.