Quello che doveva essere un viaggio all'insegna del divertimento si è trasformato in tragedia per una coppia di turisti tedeschi. Un uomo di 47 anni, S.S.H., ha provato a fare un selfie con la moglie per immortalare uno dei momenti della loro vacanza, una passeggiata sul pontile di Jesolo, in provincia di Venezia. Ma ha perso l'equilibrio, è finito in acqua ed è morto per annegamento. È successo ieri, martedì 14 maggio, nei pressi di piazza Brescia. La moglie e un'amica hanno provato a salvarlo ma le onde lo hanno inghiottito e mezz'ora dopo il suo corpo senza vita è stato trovato sulla spiaggia. Secondo le prime informazioni disponibili, la vittima stava facendo una passeggiata insieme alla compagna e ad una conoscente sul pontile.

Intorno alle 21:30 hanno deciso di scattare una foto ricordo sull'arenile, nonostante il forte vento e le condizioni del mare. Tutto si è consumato in pochissimi secondi: il 47enne ha perso l'equilibrio, forse a causa del pavimento bagnato, ed è finito in acqua tra le onde. Le due donne hanno fatto il possibile per tirarlo su, ma la corrente dell'acqua era troppo forte e il mare mosso gli ha impedito di tornare a galla. A quel punto hanno poi lanciato l'allarme e la polizia e i vigili del fuoco, più tardi, hanno recuperato il cadavere.