video suggerito
video suggerito
Instagram

Tutti i cantanti italiani che potete ancora usare per i video su Instagram

Il blocco della musica su Instagram non dovrebbe riguardare i cantanti che hanno affidato i loro diritti a Soundreef. Fra questi ci sono Ultimo, Laura Pausini e Sfera Ebbasta.
A cura di Valerio Berra
44 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

In questi giorni se ne sono accorti tutti. Il blocco imposto da Instagram alla musica italiana dopo il mancato accordo con Siae è diventato definitivo. Ci vorrà ancora qualche giorno per silenziare tutti i Reel e le Story in evidenza ma già adesso girano parecchi screenshot di video a cui è stato rimosso l’audio. Se volete continuare a usare la musica italiana però una soluzione potrebbe esserci.

Come noto, la Siae ha di fatto un monopolio sulla musica prodotta in Italia. È la società attiva da più tempo, è la più grossa ma soprattutto a lungo è stata anche l’unica. Nel 2011 Davide d’Atri e Francesco Danieli hanno fondato Soundreef, un gestore di diritti d’autore che negli ultimi anni ha incuriosito parecchi artisti italiani, di qualsiasi genere.

L’allargamento del blocco di Meta a Soundreef

In linea teorica i cantanti che affidano le gestione dei loro diritti d’autore a Soundreef non dovrebbero avere problemi con il blocco della musica su Instagram. In linea meno teorica invece Soundreef ha spiegato nei giorni scorsi che il blocco sta colpendo anche alcuni dei suoi autori:

“Sappiamo che il take down dei brani da parte di Meta sta riguardando non solo il repertorio Siae e il repertorio Soundreef con essa condiviso, ma anche il repertorio integralmente amministrato da Soundreef e i repertori esteri”.

Dopo questa nota Soundreef ha poi pubblicato un altro comunicato in cui ha spiegato che i brani del suo catalogo sono stati rimossi dai social di Meta solo per errore: “Desideriamo confermare che stiamo lavorando per ripristinare il catalogo per cui Soundreef amministra integralmente i diritti online, e quindi formalmente non condiviso con Siae. Il take down delle suddette opere risulta essere esclusivamente legato a dinamiche non dipendenti da Soundreef”.

Gli artisti italiani che lavorano con Soundreef

Secondo un censimento pubblicato nel gennaio del 2022, il numero di artisti tutelati da Soundreef è arrivato a 43.000. Di questi circa 26.000 sono italiani. Nell’elenco degli italiani, sempre stando alle dichiarazioni della società, ci sono Laura Pausini, Ultimo, Giovanni Allevi, J-Ax, Gigi D’Alessio, Enrico Ruggeri, Alessandro Merli (Takagi), Fabio Clemente (Ketra), Fabio Rovazzi, Boomdabash, Danti, Two Fingerz, Morgan, Nesli, i 99 Posse e Noyz Narcos.

Sempre guardando all’elenco di Soundreef, i servizi offerti da questa società sembrano aver attratto nomi parecchio importanti soprattutto nella scena rap come Sfera Ebbasta, Guè, Marracash, Tedua, Charlie Charles, Shablo, Rkomi, Ernia, Drefgold e FSK $atellite.

44 CONDIVISIONI
76 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views