video suggerito
video suggerito
Cambiamenti climatici

Perché il piano di Bill Gates per oscurare il Sole sta diventando una cosa seria

La Casa Bianca ha diffuso un rapporto in cui per la prima volta valuta le tecniche di modifica delle radiazioni emesse del Sole come una possibile soluzione al cambiamento climatico. Il rapporto è molto cauto, ma di questa possibilità si parla da tempo. Anche Bill Gates aveva finanziato un esperimento basato su queste teorie.
A cura di Valerio Berra
376 CONDIVISIONI
Immagine
Attiva le notifiche per ricevere gli aggiornamenti su

Ufficialmente il concetto alla base di tutto è la solar radiation modification, la modifica delle radiazioni emesse del Sole fatta con mezzi artificiali. È un processo complesso, molto controverso, che potrebbe portare danni molto più grandi dei suoi benefici. Eppure questo progetto è arrivato sui tavoli della Casa Bianca, la sede del governo degli Stati Uniti. Non è stato approvato, certo. Ma per la prima volta ha ricevuto una valutazione da parte del governo. E non è poco, visto questo piani prevede di fermare i danni provocati dal riscaldamento globale immettendo grandi quantità di polveri (come il carbonato di calcio) in grado di riflettere le radiazioni solari.

Il rapporto della Casa Bianca

Il rapporto della Casa Bianca su questi progetti spiega che queste tecniche possono essere utili, soprattutto perché sarebbero in grado di agire in modo molto rapido. A riportare gli estratti del rapporto è il giornale Politico: “Le pratiche di modifica della radiazione solare offrono la possibilità di raffreddare il pianeta in modo significativo su una scala temporale di pochi anni”.

E ancora: “Un programma di ricerca sulle implicazioni scientifiche e sociali della modifica della radiazione solare consentirebbe decisioni più informate sui potenziali rischi e benefici della modifica della radiazione solare come componente della politica climatica”. Le stesse pagine specificano anche che al momento tutto questo è solo in fase di valutazione: “Non ci sono piani in corso per istituire un programma di ricerca completo”.

Politico specifica che la Casa Bianca nelle pagine del suo rapporto sembra comunque scettica su questa opzione. Allo stesso tempo la testata sottolinea che le tecniche di modifica della radiazione solare sono in discussione anche nell’Unione Europea, come hanno scritto il Consiglio Europeo e il Parlamento Europeo in una nota congiunta pubblicata il 26 giugno:

“Guidata dal principio di precauzione, l’Unione europea sosterrà gli sforzi internazionali per valutare in modo completo i rischi e le incertezze degli interventi sul clima, compresa la modifica della radiazione solare, e promuoverà discussioni su un potenziale quadro internazionale per la sua governance”.

Il ruolo di Bill Gates e l'esperimento SCoPEx

Le pratiche che prevedono la modifica della radiazione solare sono basate sul lancio nell’atmosfera di polveri. Se ne parla da anni, tanto che già nel 2019 c’era un progetto di ricerca coordinato dall’Università di Harvard. È proprio qui che si inserisce Bill Gates. Il fondatore di Microsoft, e attualmente quarto uomo più ricco del mondo, risultava tra i finanziatori del progetto. Nello specifico il metodo proposto da questa ricerca prevede la diffusione nell’aria di grandi quantità di carbonato di calcio. Nel 2021 doveva esserci un primo studio pilota, un esperimento noto come Stratospheric Controlled Perturbation Experiment (SCoPEx). L’idea era quella di rilasciare questo carbonato di calcio nei cieli del New Mexico ma alla fine l’esperimento è stato annullato.

376 CONDIVISIONI
552 contenuti su questa storia
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views