8 Agosto 2022
16:01

Meta si ispira a Twitch per Super, la nuova piattaforma di live streaming

Super consente ai creator di monetizzare le proprie live in streaming in modo simile a Twitch. Gli spettatori possono quindi pagare per funzionalità extra, abbonamenti a più livelli e donazioni al canale preferito.
A cura di Lorena Rao

Oramai la rivalità tra TikTok e Meta è nota. Non si tratta tuttavia di una competizione esclusiva: la società di Mark Zuckerberg proprietaria di Facebook, Instagram e WhatsApp mira anche a Twitch. Secondo un rapporto di Business Insider, Meta ha testato silenziosamente Super, piattaforma di live streaming ispirata a quella viola di Amazon. Al test hanno partecipato alcuni influencer contattati da Meta, i quali hanno fornito una presentazione completa che la società ha utilizzato per proporre ai creator il servizio di Super. Per ora non più di un centinaio ne ha fatto uso.

In base a quanto emerso dal pitch introduttivo, Super consente ai creator di monetizzare le proprie live in streaming in modo simile a Twitch. Gli spettatori possono quindi pagare per funzionalità extra, abbonamenti a più livelli e donazioni al canale preferito. Almeno per ora, i creator riescono a trattenere il 100% dei guadagni. Nella presentazione di Super viene menzionato anche un modello di sponsorizzazione attraverso cui le aziende possono pagare per inserire le pubblicità nelle live di un creator. Una fonte ha affermato per Business Insider che alcuni influencer sono stati pagati fino a 3.000 dollari per un test di soli 30 minuti. Un'altra ha fatto riferimento a ulteriori "incentivi a pagamento basati sulle prestazioni del livestream".

Riguardo alle possibilità incluse da Super, vi sono i layout video già inclusi, il che vuol dire che un creator non ha bisogno di competenze tecniche, come progettazione grafica, per trasmettere una live in streaming ben presentata. A questo si aggiungono diverse funzionalità, ad esempio trivia e moduli omaggio, per permettere a chi è in live di effettuare varie attività con la community.

Super è un servizio del tutto slegato dagli altri social di Meta, quali Facebook e Instagram. Lo ha affermato un portavoce della società. Mashable ha notato che il sito web della piattaforma – non accessibile dall'Italia – riporta a piè di pagina la scritta "NPE Team di Meta". La sigla NPE sta per New Product Experimentation, il team di sviluppo di Meta specializzato nel lancio di nuove app. A parte questo dettaglio, non sembrano esserci altre menzioni alla società di Zuckerberg sul sito di Super.

Un altro elemento che segna l'indipendenza della piattaforma di streaming da Facebook e Instagram è la modalità d'accesso. Attraverso i portali statunitensi sopracitati è possibile sapere che l'unica opzione per ora disponibile per accedere è tramite account Google. A ciò si aggiunge sorprendentemente TikTok, competitor principale di Meta menzionato nelle FAQ del sito, in cui viene fornita una spiegazione di come trasmettere in simultanea una live di Super su TikTok Stream.

Questa non è la prima volta che Super viene presentato. Eppure la piattaforma appare diversa rispetto a come era stata descritta da un precedente report di Bloomberg risalente al 2020. Inizialmente il servizio sarebbe stato ispirato a Cameo e avrebbe permesso di effettuare chiamate à là FaceTime tra le celebrità e la loro community. Adesso invece appare chiaro come Twitch sia diventato il modello su cui plasmare la nuova risorsa di live in streaming di Meta. Super attualmente resta in una fase di test iniziale. Non è ancora chiaro quando verrà lanciato al pubblico, tuttavia i creator americani possono già registrarsi con un indirizzo e-mail per richiedere l'accesso anticipato.

Zano spiega perché ha smesso di fare live su Twitch:
Zano spiega perché ha smesso di fare live su Twitch: "Ansia e depressione"
7.119 di Valerio Berra
La nuova intelligenza artificiale di Meta è diventata razzista: è bastato solo un fine settimana
La nuova intelligenza artificiale di Meta è diventata razzista: è bastato solo un fine settimana
Cos'è il Darkverse: la parte oscura del Metaverso dove si stanno organizzando i cyber criminali
Cos'è il Darkverse: la parte oscura del Metaverso dove si stanno organizzando i cyber criminali
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni