2 CONDIVISIONI

La nostra prova di Hogwarts Legacy, il videogame più atteso dai fan. L’immersione nel mondo di Harry Potter è totale

Il videogioco di Hogwarts Legacy arriverà in Italia il 10 febbraio e sarà subito disponibile per PS5, Xbox Series X | S e Pc. I costi variano in base alla console ma il titolo è si potrà acquistare per cifre tra i 59 e i 74 euro.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Fanpage.it
A cura di Valerio Berra
2 CONDIVISIONI
Immagine

Dettagli curati, un combat system veloce che permette di passare in modo agile da un set di magie all’altro e soprattutto un universo fantastico in cui potersi immergere. Era questo che ci si aspettava da Hogwarts Legacy e dalla prima prova che abbiamo fatto, tutte le attese sembrano confermate.

Fanpage.it ha provato in anteprima questo titolo. Abbiamo cercato di costruire il nostro personaggio ma abbiamo anche vissuto le nostre prime avventure attorno alla Scuola di Magia e Stregoneria di Hogwarts. E sì, è davvero il videogioco che tutto il fandom di Harry Potter aspettava da anni.

Hogwarts Legacy: prezzo e uscita in Italia

Sviluppato da Avalanche Software, il nuovo capitolo del franchise di Harry Potter prodotto da Warner Bros sarà disponibile a partire dal 10 febbraio. Le prime versioni che si potranno giocare saranno quelle per PS5, Xbox Series X | S e Pc. Il 4 aprile il gioco arriverà anche per PS4 e Xbox One, mentre il 25 luglio approderà la versione per Nintendo Switch. I prezzi variano in base alla console, ecco l'elenco:

  • Versione PS5: 74,99 euro
  • Versione PS4: 69,99 euro
  • Versione Xbox Series X | S: 74,99 euro
  • Versione Xbox One: 69,99 euro
  • Versione PC: 59,99 euro
  • Versione Nintendo Switch: 59,99 euro

La creazione del personaggio su Hogwarts Legacy

La prima fase per accedere al gioco è la creazione del personaggio. Inevitabile notare la sensibilità del titolo al tema dell’identità di genere. In nessuna fase della creazione del proprio avatar magico viene chiesto se si vuole essere un ragazzo o una ragazza, il personaggio che interpretiamo è uno studente del quinto anno di Hogwarts e quindi ha tra i 15 e i 16 anni.

Ogni caratteristica può essere assemblata senza nessuna distinzione di genere. Si può scegliere la forma, del volto, l’acconciatura dei capelli, gli accessori, il colore degli occhi e anche le cicatrici. Si può scegliere anche la voce, più grave o più squillante. Alla fine viene solo chiesto come si vuole essere chiamati dagli altri personaggi del gioco: meglio mago o strega?

L’avventura di Harry Potter è tutta in single player, ma la caratterizzazione del personaggio e la possibilità di scegliere le risposte durante i dialoghi la rende molto simile a un gioco di ruolo. Oltretutto, eccezione abbastanza rilevante per il genere, è tutto doppiato in italiano. Non solo. Nel gioco c’è la possibilità di usare diverse magie, fra cui le maledizioni senza perdono. Saremo noi a scegliere quanto avvicinarci alla magia oscura.

Il Castello di Hogwarts e il volo sulla scopa volante

Una delle chiavi del successo di Harry Potter è il Castello di Hogwarts. Con le sue aule, le sue scale che si muovono, le torri per studiare astrologia e le Sale Comuni di tutte le Case, questo luogo è diventato per milioni di lettori il posto in cui rifugiarsi quando il mondo reale diventava un po’ troppo difficile per essere abitato.

La sfida più complessa per Avalanche Software è stato riprodurre tutto questo, andando anche oltre le descrizioni fornite nei libri e nei film firmati da J.K. Rowling. Difficile, tra l'altro, non vedere che il nome e la presenza dell’autrice di tutta l’opera è praticamente assente dal gioco. Dopo le sue posizioni sull’identità di genere, Rowling a stento viene citata durante le presentazioni.

Eppure appena possiamo entrare a Hogwarts quel castello ci si apre davanti come lo avevamo visto nei film. Nella nostra prova abbiamo volato con la scopa volante fra le torri e il parco di Hogwarts, abbiamo sfrecciato in mezzo alle porte di Quidditch e toccato la superficie dell’acqua del Lago Nero.

I movimenti da fare in volo sono vari, soprattutto quando impari a destreggiarti tra virate e accelerazione. Se volete fare un paragone, questa prova ci ha ricordato molto i primi titoli di Assassin's Creed, quando esplorare le ricostruzioni della Firenze Rinascimentale diventava più importante che seguire la trama. E il senso di immersione è totale.

Qui però abbiamo trovato un piccolo bug. Il nostro personaggio indossava un abito che terminava in una gonna lunga. L'animazione delle scopa non era esattamente ottimizzata per questo vestito, visto che durante tutto il volo è sembrato che il manico di scopa attraversasse la nostra gonna da parte a parte.

L’aula di Erbologia

Dentro il castello è animato in ogni dettaglio. I quadri si muovono davvero, anche se molti si fermano a dormire, nella biblioteca i fogli di carta volano tra gli scaffali e la fontana al centro delle sale si anima appena la tocchiamo (ma c’era davvero nei libri?). Per velocizzare gli spostamenti abbiamo visto un sistema creato con la Metropolvere che non è esattamente canonico. Pazienza.

Per questa prova abbiamo visitato le serre di Erbologia. Lo stile liberty che caratterizza tutta Hogwarts qua domina in ogni dettaglio, con le strutture di ferro e vetro delle serre che si muovono verso l’alto riempiendo tutta la stanza di riflessi verdi. Tutto il castello è avvolto da una luce che cambia a ogni passo e arriva da candele, finestre e piscine interrate.

Il sistema di combattimento e l’uso delle magie

Inevitabile provare a combattere. Il gioco, come già noto, è un’avventura in single player ambientata a fine ‘800. Il protagonista dovrà combattere un’antica e potente forma di magia che sta iniziando a muoversi nel mondo magico e corrompere diverse creature. Nelle demo con cui abbiamo giocato ci siamo infilati anche nei nostri primi duelli magici.

HOGWARTS LEGACY | Mentre combattiamo sulla parte in basso a destra dello schermo compariranno le magie che possiamo usare.
HOGWARTS LEGACY | Mentre combattiamo sulla parte in basso a destra dello schermo compariranno le magie che possiamo usare.

Il primo consiglio è quello di imparare a proteggervi con l’incantesimo Protego. Come nei migliori giochi di combattimento, riuscire a parare i colpi degli avversari è il vero trucco per sopravvivere. In ogni battaglia avrete a disposizione diversi set di magie da comporre e modificare come vi trovate più comodi.

HOGWARTS LEGACY | L'incantesimo Protego è uno dei più importanti in battaglia. Lo useranno anche i nostri avversari.
HOGWARTS LEGACY | L'incantesimo Protego è uno dei più importanti in battaglia. Lo useranno anche i nostri avversari.

Per ricaricare i vostri punti salute ci saranno delle pozioni curative, da trovare o farmare in diversi modi. Ogni magia ha un effetto diverso e soprattutto un’animazione diversa, cosa che rende i campi di battaglia molto incasinati quando ci sono più avversarsi (praticamente sempre). Combinando poi diverse opzioni, e allenando un po’ i pollici, arriverete anche a scagliare pietre e oggetti per colpire gli avversari. Una delle cose più soddisfacenti dei duelli.

HOGWARTS LEGACY | Tra esplosioni e colpi di luce i campi di battaglia possono diventare luoghi molto incasinati. Non perdete mai di vista gli avversari
HOGWARTS LEGACY | Tra esplosioni e colpi di luce i campi di battaglia possono diventare luoghi molto incasinati. Non perdete mai di vista gli avversari
2 CONDIVISIONI
Offerte Gaming eBay: 40% di sconto su PlayStation 5 e il gioco dell'anno Hogwarts Legacy
Offerte Gaming eBay: 40% di sconto su PlayStation 5 e il gioco dell'anno Hogwarts Legacy
Hogwarts Legacy è il videogame che rende (quasi) realtà il sogno di chi è cresciuto con Harry Potter
Hogwarts Legacy è il videogame che rende (quasi) realtà il sogno di chi è cresciuto con Harry Potter
Abbiamo chiesto all'illustratrice di Harry Potter perché c'è un topo gigante nella prima copertina
Abbiamo chiesto all'illustratrice di Harry Potter perché c'è un topo gigante nella prima copertina
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni
api url views